facebook twitter Feed RSS
Martedì - 24 aprile 2018
Mappa Cerca Versión italiana Inglés versión
RomaForever.it
Home News Forum La Squadra Campionato Champions League Europa League Coppa Italia
Shop Amichevoli Calciomercato Le Formazioni Palmarés Supercoppa italiana Contattaci Lavoro
 

Kolarov leader, Alisson sorprende. Defrel delude

Martedì 02 gennaio 2018
Un girone quasi completo (da recuperare la gara con la Samp) è sufficiente per tirare il primo bilancio di questa stagione romanista.

L'allenatore: Di Francesco, voto 7.
Nella valutazione del tecnico arrivato la scorsa estate al posto di Spalletti, pesa in positivo il superamento del girone di Champions da primi, con Chelsea e Atletico alle spalle. Uno sbarco storico agli ottavi, che ha come contraltare la delusione per l'eliminazione agli ottavi di coppa Italia contro il Torino. Sotto accusa, in questo caso, i troppi cambi fatti, per una squadra che ha viaggiato invece finora a medie da record in campionato, nonostante il fresco pareggio interno con il Sassuolo e la sconfitta contro la Juve.

Il migliore: Kolarov, voto 9.
Colonna della Roma, continuo, decisivo, con una personalità da subito riconosciuta nello spogliatoio. E se si pensa che è costato solo 5 milioni, il serbo è sicuramente l'acquisto più riuscito di Monchi, l'uomo in più di una squadra che lo riconosce leader, regista arretrato e anche ottimo tiratore di punizioni.

Il peggiore: Defrel, voto 5,
Preso dal Sassuolo per circa 23 milioni, ha esordito come esterno destro, per sopperire al non arrivo di un sostituto di Salah. Non il suo ruolo, lui abituato a giocare più al centro e in evidente difficoltà per il salto nella capitale. Sette le presenze in campionato, nessun gol, e da un mese alle prese con un infortunio al ginocchio.

La sorpresa: Alisson, voto 8.
Le ha giocate tutte, saltando solo la coppa Italia e dimostrando di aver sfruttato l'anno alle spalle di Szczesny per studiare e ambientarsi nel calcio italiano. Leader della miglior difesa del campionato, capace di non prendere gol per ben 7 volte, il venticinquenne non sta facendo rimpiangere il predecessore, ragazzo serio, uno dei segreti degli equilibri difensivi romanisti.

Il giovane: Lorenzo Pellegrini, voto 7.
Riscattato la scorsa estate dal Sassuolo per 10 milioni, a soli 21 anni il centrocampista è stato da subito in grado di insidiare il posto ai più illustri colleghi, in particolare a Strootman. Pupillo di Di Francesco, che l'ha rivoluto con sé a tutti i costi, è anche il terzo romano in squadra, con De Rossi e Florenzi, uno con la testa sulle spalle, che la prossima estate sposerà la fidanzata, e sembra essere un predestinato anche in Nazionale.
di F. Ferrazza
Fonte: La Repubblica

Champions - Le Ultime News

 
    1   2   3   4   5   6       >   >> 
 
Notizie di Oggi
 
    1   2   3   4   5   6       >   >>