facebook twitter Feed RSS
Giovedì - 26 aprile 2018
Mappa Cerca Versión italiana Inglés versión
RomaForever.it
Home News Forum La Squadra Campionato Champions League Europa League Coppa Italia
Shop Amichevoli Calciomercato Le Formazioni Palmarés Supercoppa italiana Contattaci Lavoro
 

Special Eusebio

Venerdì 29 dicembre 2017
Cinque anni non si dimenticano in novanta minuti. Sono stati anni magnifici per Eusebio Di Francesco, che domani affronta il Sassuolo nell'ultima partita del 2017. Non sarà una gara come le altre. E' la sfida del cuore, nella quale per novanta minuti conta solo la vittoria della Roma. Ma il tecnico abruzzese porta dentro di sé i valori umani di quella esperienza, emozioni che non potrà mai dimenticare. Arrivò a Sassuolo nell'ultimo anno di serie B, lo prese Bonato, dopo che con il Pescara bruciò il suo Verona ai play off. Il Sassuolo veniva da una stagione abbastanza tormentata, la società scelse un allenatore che non fosse un sergente di ferro, dopo i problemi e le polemiche affrontate con Pea. Squinzi decise di rifondare la guida tecnica, con pochi ritocchi alla squadra.

UNA COMUNE - A Sassuolo Di Francesco trovò un progetto appena avviato e lo sposò subito. Arrivò in Emilia con tutto il suo staff, si insediarono alle porte di Sassuolo, in una palazzina del quartiere Braida. Al primo anno fece un campionato strepitoso, tirando fuori dal cilindro Berardi, un ragazzino della Primavera che buttò dentro a Cesena alla gara di esordio, spiazzando tutti i giornalisti locali. Da allora ha scritto la storia del Sassuolo: la squadra di una cittadina di 40.000 anime che gioca da anni in serie A e si affaccia in Europa. A Sassuolo girava il centro a piedi. Aveva una parola per tutti, ha dato il suo sostegno a tante associazioni di volontariato. L'anno successivo Eusebio si fece raggiungere dalla famiglia e si spostò ad abitare in una villetta sulle colline. Quando lo esonerarono restò fuori per cinque settimane, tornò ipercarico e centrò la salvezza. Si era integrato subito bene con il contesto di provincia, aveva apprezzato la tranquillità dell'ambiente, le pressioni vicine allo zero. Gestiva a livello famigliare la squadra, aveva creato una sorta di enclave. Ricordano i giornalisti che hanno lavorato con lui: «Si fa fatica a litigare con Eusebio, è una persona corretta e cordiale, mai uno screzio, neanche nei momenti più difficili». Il suo talismano era Rino Gandini, che è stato il primo preparatore dei portieri. Nel Sassuolo ha lanciato tanti giovani. Nel suo percorso ricco di soddisfazioni si è comportato da grande professionista, ma con uno spirito aziendalista. Ha sempre condiviso i progetti della società. Ha tirato fuori Berardi dalla Primavera, ha voluto fortemente Politano e Pellegrini, li ha valorizzati. Ha puntato su Pavoletti, un altro attaccante che si è imposto in serie A grazie a Eusebio.

IL FURGONCINO CON GLI ARROSTICINI - In quegli anni a Sassuolo ha avuto al suo fianco Remo Morini, il team manager che è un'istituzione. Da 40 anni ricopre quel ruolo, da quando il Sassuolo era in Eccellenza. Ha fatto i cambi con tanti allenatori. «Forse cinquanta... e qualche volta ho dato consigli anche io, in alcune circostanze è andata bene...». Tanti allenatori, ma Di Francesco non è uno dei tanti: «Ho avuto un rapporto speciale con lui. Una persona speciale, un uomo di compagnia. Quante cene abbiamo fatto insieme. Serate indimenticabili. Mille episodi vissuti sul campo. Ricordi che non si cancellano, come quando siamo venuti in serie A». Morini è un personaggio di quelli che nel calcio non si incontrano più. Ha mille aneddoti da raccontare: «Il rapporto con Eusebio continuerà sempre, come con Allegri. Anche lui lo sento ancora tutti i giorni. Di Francesco mi ha aperto le porte della sua famiglia, gente fantastica. Domani per me sarà una giornata particolare. Con Eusebio frequentavamo una compagnia di amici a Sassuolo, imprenditori importanti, simbolo della città. Nel sociale si impegna tanto, ci tiene, ma non vuole pubblicizzarlo. Le serate finivano a giocare a carte, a lui piace molto la scopa. Oppure a cantare, a me piace Morandi, tutti sanno che canto, lo faccio anche con la squadra. Quando per venire in serie A ci mancava un punto e non arrivava, ci siamo chiusi una serata nello stadio Ricci, tutti a cantare per sdrammatizzare prima della partita con il Livorno. A Eusebio piace molto mangiare bene e se ne intende. Preferisce il pesce, ma sa quello che mangia. Nell'ultima settimana che era qui abbiamo fatto una grande serata con gli arrosticini a tutto spiano. Veniva da Pescara con il camioncino. Merita di stare dove è arrivato, gli auguro tutto il bene possibile. Sono convinto che a Roma nello spogliatoio non è cambiato niente. Lo gestisce come a Sassuolo».
di G. D’ Ubaldo
Fonte: Corriere dello Sport

Verona - Le Ultime News

 
    1   2   3   4   5   6       >   >> 
 
 Sab. 21 apr 2018 
La Roma 2 facile con la Spal: il Liverpool è avvertito
Di Francesco ne fa riposare 6 in vista del Liverpool, Silva debutta: la squadra di Semplici irriconoscibile. Vittoria preziosa per proteggere il 3° posto, si complica tutto per gli emiliani
 Ven. 20 apr 2018 
Roma sulla brace
Sulla brace. In tutti i sensi. Sono giorni intensi, irripetibili, anche un po' strani...
 Gio. 19 apr 2018 
Designazioni arbitrali 34ª giornata di Serie A
SERIE A TIM - Designazioni 15ª Giornata di Ritorno
 Mar. 17 apr 2018 
Ricordate Nico Lopez? El Conejo rinasce in Brasile
Dal gran gol all’esordio con la Roma alla rete che costò la panchina a Mazzarri. Oggi idolo all’Internacional: la rinascita di Nico Lopez
Under, l'uomo per tutti i moduli ora sta bene ed è tornato decisivo
Cengiz Under è tornato, e si vede. Trentacinque minuti contro la Lazio molto intensi,...
 Lun. 16 apr 2018 
Designazioni arbitrali 33ª giornata di Serie A
SERIE A TIM - Designazioni 14ª Giornata di Ritorno
 Ven. 13 apr 2018 
Juventus, Buffon chiude il 20 maggio: l'ultima contro il Verona
La carriera del fuoriclasse terminerà a 40 anni. L’annuncio dell’addio nella notte di Madrid: «Mi dispiace lasciare questi ragazzi, spero di aver dato loro qualcosa»
 Gio. 12 apr 2018 
Designazioni arbitrali 32ª giornata di Serie A
SERIE A TIM - Designazioni 13ª Giornata di Ritorno
 Lun. 09 apr 2018 
Le sette tappe della corsa Champions: ecco i calendari di Roma, Lazio, Inter e Milan
Tutto ancora da decidere. Se c'è un aspetto sul quale il campionato italiano si...
La sfida Capitale stavolta vale per la Grande Europa
L'esaltante rimonta del Napoli negli ultimi quattro minuti permette al nostro campionato...
Cengiz Under, tutto il bello della fascia destra
Under in gruppo. Buono a sapersi, perché quel ragazzino turco, guarda caso, è diventato...
 Dom. 08 apr 2018 
Roma, Under recupera per il Barcellona. Slitta l'arrivo di Pallotta
A Trigoria il morale è sotto i piedi. La sconfitta contro la Fiorentina sta facendo...
Torino-Inter 1-0: l'ex Ljajic punisce i nerazzurri
La squadra di Spalletti non riesce a sfruttare le tante occasioni da gol e viene punita al primo tiro in porta granata. L'Inter perde così punti preziosi in ottica Champions
 Ven. 06 apr 2018 
Tutto sommato la Champions è una noia mortale
Tutto sommato odio la Champions League. Non è nichilismo, né snobbismo se dico di...
 Gio. 05 apr 2018 
BARCELLONA-ROMA, Malagò: "Risultato bugiardo"
L'Italia del calcio e' uscita dall'andata dei quarti di finale di Champions League...
Designazioni arbitrali 31ª giornata di Serie A
SERIE A TIM - Designazioni 12ª Giornata di Ritorno
 Lun. 02 apr 2018 
DI FRANCESCO: "La tattica serve a spiegare meglio la dinamica di gara e delle scelte fatte"
“La partita di Londra contro il Chelsea ha cambiato testa alla squadra. La capacità di rimanere corti fa la differenza”
 Sab. 31 mar 2018 
Roma, pranzo di Pasqua aspettando Messi
Il calendario, almeno a livello cromatico, rischia di indurre in distrazione. Di...
 Ven. 30 mar 2018 
Clamoroso, l'arbitro che sbaglia finisce in tribunale
Da cornuto a mazziato il passo è breve. La figura dell'arbitro di calcio ha sempre...
Strootman: "Bologna fondamentale"
Dal Dall'Ara al Camp Nou, da Verdi a Messi. In 5 giorni sarà il rossoblù, con sfumature...
 Gio. 29 mar 2018 
Defrel: "Di Francesco ha ancora fiducia in me. Voglio segnare un po' di gol e stare bene"
Grégoire Defrel, attaccante della Roma tornato ad allenarsi con il gruppo in questa...
 Mer. 28 mar 2018 
Designazioni arbitrali 30ª giornata di Serie A
SERIE A TIM - Designazioni 11ª Giornata di Ritorno
Arriva Pallotta, la Roma si scalda
Un tifoso in più, una spinta speciale. Arriva James Pallotta, il padrone. Districandosi...
 Mer. 21 mar 2018 
Ritrovato l'amico gol
La primavera romanista è iniziata in anticipo. E lo ha fatto a suon di gol. Nove...
 Lun. 19 mar 2018 
Nainggolan, capodanno finito: rotto il digiuno da gol più lungo dal 2016
Il belga nelle ultime 5 partite ha realizzato 1 gol e 4 assist, rilanciando la Roma in classifica ed interrompendo un digiuno lungo 4 mesi. Ora sta riscattando una stagione per il momento avara di soddisfazioni personali. Ed è sempre più l’idolo dei tifosi
Pellegrini, i 90 minuti sono una rarità
Lorenzo è Magnifico, ma quasi per tutti. Forse il miglior Pellegrini non lo abbiamo...
E' roba da ninja: Crotone gli porta bene. E quando segna lui, la Roma spesso vince
Dategli Crotone. E il cielo è sempre più blu, come cantano i tifosi calabresi ricordando...
 Sab. 17 mar 2018 
Roma, la grande Europa passa già da Crotone
Dalla tribuna al campo. Potrebbe essere questo il destino di Gonalons che ieri,...
 Ven. 16 mar 2018 
CENGIZ: "Di Francesco ha sempre creduto in me e non lo deluderò. Prometto di continuare a fare gol"
Cengiz Ünder è il protaginista del Match Program riguardante la prossima sfida di...
 Gio. 15 mar 2018 
Designazioni arbitrali 29ª giornata di Serie A
SERIE A TIM - Designazioni 10ª Giornata di Ritorno
 
    1   2   3   4   5   6       >   >>