facebook twitter Feed RSS
Mercoledì - 25 aprile 2018
Mappa Cerca Versión italiana Inglés versión
RomaForever.it
Home News Forum La Squadra Campionato Champions League Europa League Coppa Italia
Shop Amichevoli Calciomercato Le Formazioni Palmarés Supercoppa italiana Contattaci Lavoro
 

Stadi vecchi, tifosi in crescita lo strano caso della Serie A

Giovedì 28 dicembre 2017
Fede, disse una volta Dino Risi, è andare allo stadio quando puoi vedere la partita in televisione. Allora sì, abbiamo riacquistato la fede perduta. Nonostante gli anni neri del nostro calcio, la partita di pallone è di nuovo una delle occupazioni più amate dagli italiani. A certificarlo i numeri dell'Osservatorio Calcio Italiano, piattaforma indipendente: rispetto al dato finale della scorsa stagione, l'incremento di presenze allo stadio è pari al 10,1%. È il trend di crescita più alto degli ultimi cinque anni. Un dato che si lega anche alla percentuale di riempimento degli impianti: 64,6% dei posti a disposizione. Un dato che farebbe arrossire rispetto al 91% della Bundesliga e al 90 della Premier League, però ottimo se confrontato ai trascorsi recenti della A. Nel 2016-2017 la percentuale era stata del 57 e solo nel 2015-2016 aveva superato il 60.

A trainare sono le milanesi. L'Inter porta in media oltre 57mila spettatori, il Milan 53mila, con un netto aumento del 31%. Un tesoretto di presenze legato al mercato estivo, frustrato nel caso dei rossoneri dai risultati sul campo. Dalla Lega di A la spiegano così: il numero di tifosi cresce di pari passo alle loro aspettative, segue i flussi del mercato estivo. Ma, anche, a influire sul dato c'è il grande equilibrio del campionato, come non accade in nessun altro dei grandi tornei europei. In più, ci sono l'allargamento a quattro squadre del perimetro Champions e la fine della tessera del tifoso, che ha reso più semplici le operazioni di acquisto del biglietto. Questo aspetto si collega anche al ritorno dei sostenitori della Roma (+15%). La giornata del 23 dicembre è stata una delle più "popolate": 26mila spettatori di media. Ora si attende con curiosità il dato del prossimo turno, nel pieno delle festività. Non capitava da 29 anni.

Tra le piccole spicca il +8,8% del Cagliari, alla prima stagione nella Sardegna Arena. Il direttore generale Mario Passetti racconta così i tre anni di dirigenza Giulini: «Il primo obiettivo che ci siamo posti è stato quello di riportare i nostri tifosi a tifare Cagliari dal vivo dopo anni di pellegrinaggi in giro per gli stadi. Ci siamo interrogati e abbiamo capito che si poteva raggiungere dando allo stadio un significato più ampio, rendendolo collettore di iniziative, di sperimentazioni. Siamo ad esempio molto orgogliosi del progetto di bike parking, che premia con uno sconto i tifosi che si recano alla Sardegna Arena in bicicletta. Abbiamo agito con agevolazioni sulla fascia under 12, avevamo voglia di rivedere allo stadio le famiglie. E ci siamo riusciti. Ormai, comunque, è ineludibile il concetto di stadio di proprietà, il futuro passa dal possesso diretto dell'impianto. È l'unico sistema per riuscire a valorizzarne le sue potenzialità». Eppure due delle società con uno stadio di proprietà, Udinese e Sassuolo, sono tra le poche a registrare un trend negativo: friulani a -6%, neroverdi a -12%. Male anche il Torino, -8%. Resta solido il potere attrattivo della Juve: in sette degli otto terreni "avversi" in cui ha giocato, la Signora ha portato il record stagionale di presenze. Al suo fascino hanno resistito solo i genoani, più numerosi durante il derby contro la Samp. Tutte le tifoserie, eccetto quelle di Lazio, Verona e Chievo, hanno riempito gli stadi per più di metà della loro capienza. In testa c'è il Benevento, che riempie il Vigorito quasi al 100% delle sue possibilità, 12.863 spettatori di media, nonostante siano arrivate solo sconfitte, a parte l'impresa contro il Milan con gol di Brignoli. Se non è fede questa.
di C. Cito
Fonte: La Repubblica

Under - Le Ultime News

 
    1   2   3   4   5   6       >   >> 
 
Notizie di Oggi
 Mar. 24 apr 2018 
DI FRANCESCO: "Chi non ci crede, sia in campo che sugli spalti, può restare a casa"
LIVERPOOL-ROMA 5-2 LE INTERVISTE POST-PARTITA DI EUSEBIO DI FRANCESCO: "Se perdiamo tanti duelli difensivi e non scappiamo coi tempi giusti perdiamo la testa e la capacità di rimanere in gara”
Liverpool-Roma 5-2 Le Pagelle
Le pagelle della Roma - Juan Jesus in imbarazzo, Perotti entra bene
MONCHI: "C'è la voglia di fare qualcosa di importante ma serve equilibrio"
LIVERPOOL-ROMA LE INTERVISTE PRE-PARTITA
Roma, è la prima notte per sognare
La maglia bianca, come nella notte dell'unica finale di Coppa dei Campioni del club...
Liverpool-Roma: Le Probabili Formazioni dei Quotidiani
Di seguito riportiamo le probabili formazioni di Liverpool-Roma secondo le principali...
Appuntamento con la storia
Roma, è tutto vero: stasera si gioca la semifinale di Champions, invece di guardarla...
Il pentimento di Pallotta: "Se va come deve andare niente tuffi"
Questo aprile James Pallotta non lo dimenticherà di certo. Il presidente si appresta...
 Lun. 23 apr 2018 
KLOPP: "Salah è diventato quel che è grazie alla Roma. Ammiro Di Francesco"
LIVERPOOL-ROMA LA CONFERENZA STAMPA DI JURGEN KLOPP: "Domani gara importante, siamo un po’ la faccia della città di Liverpool"
Liverpool-Roma i Convocati
Dopo la seduta di allenamento sostenuta dalla squadra giallorossa questa mattina,...
Pallotta: "Noi siamo una buona squadra davvero, e lo abbiamo dimostrato contro il Barcellona"
James Pallotta, Presidente della Roma, ha parlato ai microfoni di Sky Sport in vista...
Tornano i "titolarissimi" e il modulo a 3 dietro
Ad Anfield ci sarà quasi tutta la squadra che ha fatto fuori il Barça. Unico dubbio il partner di Nainggolan alle spalle di Dzeko, con Under favorito
Under favorito su Schick. Arbitra Brych
Tornano gli eroi di Roma-Barcellona e il 3-4-3 con cui Di Francesco ha costruito...
La grinta di Difra: "A Liverpool noi ci crediamo"
Da Schick a Dzeko, dal campionato alla Champions, il passo è lungo trentaquattro...
Roma, due vie del successo
Divide et impera. Il motto latino sintetizza abbastanza fedelmente il metodo attuale...
Dzeko, conti in Reds da regolare
La vendetta col Chelsea è stata già consumata e quella col Bayern magari potrebbe...
 Dom. 22 apr 2018 
SPAL-Roma 0-3, Le Pagelle dei Quotidiani
SERIE A: SPAL-ROMA 0-3 LE PAGELLE DEI MAGGIORI QUOTIDIANI NAZIONALI ITALIANI
 Sab. 21 apr 2018 
Spal-Roma 0-3 Le Pagelle
Le pagelle della Roma – Schick segna, la difesa non rischia mai
Spal-Roma, Le Probabili Formazioni dei Quotidiani
Di seguito riportiamo le probabili formazioni di SPAL-Roma secondo le principali...
 Ven. 20 apr 2018 
Spal-Roma I Convocati
Ecco la lista dei 23 giallorossi convocati da Eusebio Di Francesco per la sfida...
DI FRANCESCO: "Dovremo capitalizzare al meglio le occasioni. Kolarov out"
SPAL-ROMA LA CONFERENZA STAMPA DI EUSEBIO DI FRANCESCO: "Dzeko è molto carico, Perotti prontissimo. Giocherà un mancino al posto di Kolarov, Silva in vantaggio su Luca Pellegrini"
Roma, ecco lo sponsor: dettagli e cifre
La svolta. È dal 2012-13 che manca il main sulla nostra maglia. Ne avremo due: uno dietro (favorita Hyundai) e un altro sul davanti
Mai tanto Kolarov. La Roma se lo gode (e lo ferma)
Del proverbio del vino che invecchiando migliora s'è scritto già abbastanza. Magari...
Roma sulla brace
Sulla brace. In tutti i sensi. Sono giorni intensi, irripetibili, anche un po' strani...
Roma, Eusebio vota Schick centravanti
Alla ricerca dell'equilibrio. Non è semplice preparare una gara, fondamentale per...
 Gio. 19 apr 2018 
DiFra: troppa sofferenza. Ma non si pensa al Liverpool
Ci ha messo solamente diciassette (come il suo numero di maglia) minuti Cengiz Under...
La Roma va, ma che fatica
Di buono i tre punti,forse solo quelli e comunque poco altro. Quella che doveva...
Roma-Genoa 2-1: Le Pagelle dei Quotidiani
SERIE A: ROMA-GENOA 2-1 LE PAGELLE DEI MAGGIORI QUOTIDIANI NAZIONALI ITALIANI
Roma, terza col brivido
Anche se a fatica, ecco il controsorpasso sull'Inter (di nuovo a meno 1) e insieme...
 Mer. 18 apr 2018 
Roma-Genoa, lite Dzeko-Florenzi a fine partita. Strootman porta via il bosniaco
La causa della discussione il mancato passaggio del capitano giallorosso. L’olandese fa da paciere e trascina via l’attaccante verso gli spogliatoi
 
    1   2   3   4   5   6       >   >>