facebook twitter Feed RSS
Lunedì - 18 febbraio 2019
Mappa Cerca Versión italiana
RomaForever.it
HOME NEWS FORUM SQUADRA CAMPIONATO CHAMPIONS LEAGUE EUROPA LEAGUE COPPA ITALIA
 
SHOP AMICHEVOLI CALCIOMERCATO FORMAZIONI PALMARÉS SUPERCOPPA ITALIANA CONTATTACI LAVORO
 

Negrisolo: "Alisson è un portiere fenomenale, sui livelli di Zoff e Peruzzi"

Giovedì 21 dicembre 2017
Lo dice il giorno dopo dell'eliminazione dalla Coppa Italia: "La Roma è tra le prime squadre in Europa, al livello dei top club come Real, Chelsea e Atletico Madrid. Lo ha dimostrato in Champions League". Roberto Negrisolo non ha dubbi, nonostante la sconfitta con il Torino. Lui, decano dei preparatori dei portieri italiani, per anni figura di riferimento nel Milan di Sacchi e Capello, campione d'Italia nello staff della Roma nel 2001 è uno che il calcio a livelli alti lo ha vissuto e respirato quasi quotidianamente. "Quindi, se parlo della Roma in questi termini, ho cognizione per farlo".

Cosa la piace di questa Roma?
"Sta diventando una squadra fortissima, sul livello delle migliori in circolazione. È vero, ha perso con il Torino, ma per un qualche episodio. È stata sfortunata, però ha giocato a calcio. Ha creato occasioni. Vedrete che in futuro questa eliminazione si trasformerà in un vantaggio. La rosa ha calciatori fortissimi. Forti davvero, non normali. Perotti, Kolarov, Strootman, Nainggolan, Dzeko, Alisson e tanti altri."

Alisson? Detto da un esperto come lei fa effetto.
"Ragazzi, credetemi: la Roma ha un portiere fenomenale. Rende semplici le cose difficile. Normalizza ogni situazione. Riesce a dare tranquillità al reparto in ogni circostanza. Ha una tecnica di base importantissima. Sa cosa gli ho detto una volta a Trigoria?."

No, racconti.
"Gli ho detto: "Tu sei nato portiere". E lui mi ha sorriso rispondendomi: "Sì, è vero, anche da piccolo giocavo in porta". Per me è sul livello di Zoff e Peruzzi.
Anche loro non erano portieri che concedevano tanto allo spettacolo o al cinema, però riuscivano a stare sempre nel posto giusto, al momento giusto. Poi, possono anche commettere degli errori, ma guardate le parate. Soprattutto la tecnica. Alisson è essenziale, ma completo in tutto. Per me ha già la testa da allenatore, quando smetterà per me lo vedremo su qualche panchina."

Già l'ha menzionata la tecnica di base. Quanto è importante in un portiere?
"Semplicemente, è tutto. In un portiere non conta la forza come sento dire in giro, ma la qualità degli interventi. Alisson è alto più di un metro e novanta ed è piazzato.
Che vuoi allenare sulla forza? La forza ce l'ha già di suo. Le faccio un esempio, vuole?."

Prego.
"Ha presente il gol di Dzeko in Champions League al Chelsea? Quello del tiro al volo? Ecco, in quel momento Courtois - che considero tra i primissimi interpreti del ruolo insieme ad Alisson - compie un errore. Spinge con la gamba sbagliata e subisce il gol. Se avesse utilizzato l'altra gamba, probabilmente quella rete non l'avrebbe incassata. Se fosse allenato da un preparatore come Marco Savorani, magari, quell'indecisione non l'avrebbe avuta."

Savorani, il preparatore dei portieri giallorossi.
"Marco ora è il numero uno o tra i numeri uno nel suo ruolo. Potrebbero dargli una cattedra per insegnare come si sta in porta. Conosce i segreti più nascosti di questo mestiere e sa trasmetterli ai suoi portieri. Lui lavora tanto sul campo, insegna sempre a semplificare ogni parata o ogni gesto. Sa cosa non sopporto di quelli che fanno il mestiere di giornalista?."

Dica pure.
"Chi definisce "miracolo" una parata particolarmente bella o difficile. Non esistono i miracoli. I miracoli li hanno fatti i santi in altri campi, ma non nel calcio. Il calcio è una cosa semplice, ma va fatto con passione. Come fa Savorani o come ho sempre fatto io in carriera. Bisogna conoscere la materia, non si può pontificare da nessun pulpito. Sento suoi colleghi che in diretta televisiva si permettono di contraddire un allenatore quando l'allenatore è pagato tanto di più di un cronista. E viene pagato per fare delle scelte, per la professionalità acquisita negli anni. Questi fenomeni parlano a vanvera, non li sopporto. Ricordo quelli che a inizio stagione hanno mortificato Di Francesco con giudizi fuori dalla grazia di Dio. Invece Eusebio è un allenatore vero e anche esperto...."

Nonostante sia uno dei più giovani tecnici in Serie A.
"Ma lui pensa già da veterano. È avanti rispetto a tutti. Come Alisson è nato per fare il portiere, Di Francesco è nato per essere un grande allenatore. Ma lo ha già dimostrato in Champions a cospetto di gente come Simeone o Conte."

Sabato Juventus-Roma e la sfida nella sfida tra Alisson e Szczesny.
"Di Alisson ho già detto. Mi preme aggiungere che sempre tra gli addetti ai lavori della stampa c'era stato chi aveva dato addosso a questo ragazzo. Dicevano che la Roma si presentava senza portiere. Ma questi non lo conoscevano, non avevano visto le partite della nazionale brasiliana. Io l'ho fatto e conoscevo bene le sue qualità."

Szczesny?
"Fortissimo come il brasiliano. Forse difetta ancora un po' nelle uscite alte, ma sta migliorando anche da quel punto di vista. Sia lui sia Alisson quando prendono un tiro sotto la traversa, allungano il braccio e mettono in calcio d'angolo. Non fanno interventi a effetto, tendono sempre a semplificare. Fanno sempre la cosa più giusta. Gli allenamenti di Savorani hanno permesso a Szczesny di andare alla Juventus e guadagnare ancora di più rispetto al passato. Questo deve fare un preparatore dei portieri o qualsiasi altra figura professionale all'interno di una società, deve valorizzare il materiale che ha a disposizione."

Non tutti lo fanno nel calcio di oggi?
"Vedo che in questo sport vanno sempre più avanti personaggi che si definiscono preparatori dei portieri o professionisti in altri campi, ma poi che non hanno le qualità per fare quel lavoro. La Roma in questo sta facendo eccezione. È sempre di più una società di rango e sta riportando gente allo stadio. Per vedere questa Roma bisognerebbe pagare un doppio biglietto. Uno è troppo poco...."

Un pronostico per la gara con i bianconeri?
"Dico un pareggio. Tipo 0-0 o 1-1, con grandi prestazioni dei singoli. Soprattutto con belle parate di Alisson e Szczesny. Sarà sicuramente una partita avvincente. Tuttavia, spero che prevalga la formazione di Di Francesco. Roma è la capitale del mondo, merita di avere una squadra top come quella di oggi. Una squadra che può giocarsela con tutti in Europa, figuriamoci con la Juventus."
di T. Riccardi
Fonte: AS ROMA MATCH PROGRAM

Capello - Le Ultime News

 
    1   2   3   4   5   6       >   >> 
 
 Mer. 13 feb 2019 
Di Francesco: "Noi grandi, al ritorno attacchiamo"
La sua Champions. Come vivere due realtà parallele, Di Francesco si sta prendendo...
 Mar. 12 feb 2019 
Roma-Porto, dove vederla in diretta TV e in Streaming
Oggi ritorna in campo la Champions League con gli ottavi di finale. Stasera tocca...
 Lun. 11 feb 2019 
Zaniolo, c'è l'Europa: ma ora è cosa seria
Glielo avranno detto, ovvio: Zaniolo saprà con certezza che anche Daniele De Rossi...
 Gio. 07 feb 2019 
Roma, consegnato a De Rossi il premio Bulgarelli
Daniele De Rossi ha ricevuto a Verona, dove la Roma si trova in ritiro per l'impegno...
 Lun. 21 gen 2019 
Andrea Silipo un altro millennial che fa sognare
Andrea Silipo fa parte della nidiata millennials, sfornata di 2001, orgoglio di...
 Lun. 14 gen 2019 
Capello: "Via dalla Roma perché non mi divertivo più. Tornavo dagli allenamenti e non ero contento"
Fabio Capello, ex allenatore della Roma, ha rilasciato un'intervista pubblicata...
 Ven. 04 gen 2019 
Capello: "Con i giovani bisogna osare"
«Ho finito, io. Nè allenatore nè dt. Nemmeno manager. Il mio calcio è solo da opinionista....
 Ven. 21 dic 2018 
CAPELLO: "Dalla Juve alla Roma ho provato a portare la mentalità vincente"
"Cosa ho provato a portare dalla Juventus alla Roma? Decisamente la mentalità vincente...
Juve-Roma, sfida eterna tra promesse infrante e bocche... sciacquate
Juventus-Roma è una sfida che si è giocata spesso, oltre che con il pallone, anche con le parole. Tra frecciatine e polemiche vere e proprie, quella tra bianconeri e giallorossi non è mai una sfida come tutte le altre...
Capello, Lippi e le ombre di DiFra
Il panettone, a patto che gli piaccia, la sera di Natale lo mangerà da allenatore...
 Gio. 20 dic 2018 
Juve-Roma, la strana attesa: in passato veleni e tensione
I problemi giallorossi e lo stato di forma dei bianconeri hanno allentato l’avvicinamento alla partita dello Stadium. Una sfida che ha sempre regalato polemiche e ironia
 Mar. 18 dic 2018 
Rosella Sensi: "Non auguro a nessuno di girare con la scorta. Spalletti, perdono ma non dimentico"
"A Totti farei fare il d.t. Capello non voleva essere simpatico, voleva solo vincere. Samuel la cessione più dolorosa, non avrei voluto firmare”
 Sab. 15 dic 2018 
Monchi rilancia: subito 3 rinforzi
Monchi vola lunedì negli States. Non da turista, però, in stile cinepanettone. Niente...
 Ven. 14 dic 2018 
Un film già visto
L'ennesima replica di un film già visto e rivisto. La Roma si ritrova allo stesso...
DiFra in salita: la Roma sceglie il "perdono", i tifosi invece no
[..] Domenica all'Olimpico è attesa una contestazione come non se ne vedono da anni,...
 Gio. 13 dic 2018 
Roma in crisi tra rassegnazione e solitudine
Alla partita di domenica col Genoa di Cesare Prandelli, si affida il compito di decidere quello che i tanti dirigenti, dal boss James Pallotta in giù non hanno avuto finora il coraggio di decidere
 Gio. 06 dic 2018 
Capello: "Soltanto Suning può pensare di opporsi alla Juve"
"Nazionale? Abbiamo giovani di valore assoluto, ad esempio Zaniolo"
 Mer. 05 dic 2018 
Aquilani: "Spalletti era pazzo ma il calcio di quegli anni l'ho visto poche volte. Totti mio idolo"
Questa sera alle 22:30 Alberto Aquilani, ex centrocampista della Roma, sarà protagonista...
 Ven. 23 nov 2018 
Ora Delvecchio incanta in radio: "Rimpianti? Quella finale del 2000"
Dal calcio giocato a quello…parlato. La seconda vita di Marco Delvecchio è con le cuffie e il microfono. Lavora in una radio sportiva romana e ha solo un rimpianto: la finale persa con la Francia nel 2000. L’Italia poteva essere Campione d’Europa con un suo gol. Ma si è rifatto l’anno dopo.
 Mer. 14 nov 2018 
Negrisolo lo applaude: "Marco il migliore al mondo"
«Macché il miglior preparatore di portieri d'Italia! Savorani è il migliore del...
 Lun. 12 nov 2018 
COVERCIANO - Allegri vince la Panchina d'Oro. Di Francesco: "La VAR? Va utilizzata nel modo giusto"
Quarto riconoscimento in carriera come miglior allenatore della Serie A per l'attuale tecnico della Juventus: primato assoluto, staccati Capello e Conte a quota tre
Bouah, da ala a terzino eroe in Europa
Quando lui nasceva, la Roma di Capello era ancora nel pieno degli strascichi della...
 Ven. 09 nov 2018 
Paradosso Di Francesco: tra il record in Champions e le voci sul no di Zidane
Criticato e sull'orlo del licenziamento in Italia, protagonista da record in Europa....
 Gio. 08 nov 2018 
DI FRANCESCO, mai nessuno come te in Champions
Con il successo contro il Cska Mosca, la Roma sotto la gestione Di Francesco sale...
 Mer. 07 nov 2018 
Da pasticcione a eroe nazionale. La metamorfosi di Akinfeev
(...) Passato il Mondiale, Mosca è tornata onesta e malinconica, frenetica secondo...
 Lun. 05 nov 2018 
Piove sul bagnato
Non è che alla Roma non sia mai accaduto di ritrovarsi con 16 punti dopo 11 giornate...
 Sab. 03 nov 2018 
Alla ricerca del rendimento perduto lontano da casa
A Firenze, per ritrovare la Roma formato-trasferta targata Di Francesco. Quella...
 Mer. 31 ott 2018 
Prandelli: "De Rossi è una sicurezza, anche a 35 anni, sarà un ottimo allenatore. Totti persona..."
"Totti persona straordinaria e calciatore impressionante"
 Sab. 27 ott 2018 
Allan: "Dalla favela alla favola scudetto con il Napoli: ora voglio battere la Roma"
CASTEL VOLTURNO Allan, chi vince domani? «Ahi, qui a Napoli siamo scaramantici,...
 Mar. 23 ott 2018 
DE ROSSI: "Siamo stati bravi, loro sono forti. Devo migliorare la forma fisica"
ROMA-CSKA 3-0 LE INTERVISTE POST-PARTITA DE ROSSI A ROMA TV Partita perfetta della...
 
    1   2   3   4   5   6       >   >>