facebook twitter Feed RSS
Lunedì - 22 gennaio 2018
Mappa Cerca Versión italiana Inglés versión
RomaForever.it
Home News Forum La Squadra Campionato Champions League Europa League Coppa Italia
Shop Amichevoli Calciomercato Le Formazioni Palmarés Supercoppa italiana Contattaci Lavoro
 

Scavalcata la Lazio col derby-spareggio. Per lo scudetto c'è anche Di Francesco

Domenica 19 novembre 2017
Fate largo, arriva la Roma. La Magica vince il derby, sorpassa la Lazio e quatta quatta s'assesta in zona Champions. Quinta vittoria di fila, in campionato. La squadra di Di Francesco si trascina dietro il meno uno alla voce partite giocate ­ deve recuperare la gara contro la Samp a Genova, gara difficile, non impossibile ­, per cui bando a formalismi e cautele: in attesa che qualcuno assuma una leadership decisa e vada in fuga, ammesso e non concesso che succeda in un torneo incerto e avvincente, la Roma ha pieno diritto di sedere al tavolo delle aspiranti allo scudetto. Lo dice la classifica e lo conferma il gioco, definito e riconoscibile dei difranceschiani. La Lazio esce dal derby battuta, ma non ridimensionata negli obiettivi. Anche Simone Inzaghi può far valere il bonus del match in meno, in casa contro l'Udinese, impegno più facile rispetto a quello dei giallorossi. La Lazio si è infranta su un avversario che l'ha studiata, capita e destrutturata come nessun altro fin qui in stagione. Neppure il Napoli, che a casa laziale aveva vinto perché la difesa biancoceleste si era sfaldata pezzo dopo pezzo.

CHIAVI TATTICHE - La Lazio è partita abbastanza forte, ha fatto valere peri primi dieci minuti la risorsa Luis Alberto, col suo calcio rapido e diretto. Lo spagnolo ha servito un paio di palloni verticali per Immobile, al quale è stato subito annullato un gol per chiaro fuorigioco. Di Francesco è corso ai ripari. Per chiudere la cerniera, gli è bastato avvicinare i due centrali di difesa, Manolas e Fazio, e serrare le linee. Per rovesciare l'andazzo, è poi passato alla fase due, la pressione organizzata il più in avanti possibile. La Lazio è stata inibita nella sua debordante fisicità, mai visto in stagione un Milinkovic così soccombente come nel primo tempo di ieri. Luis Alberto ha perso via via rifornimenti e riferimenti. La Roma ha preso a macinare il suo calcio essenziale, per filosofia non distante da quello luccicante del Napoli, ma in concreto più essenziale e meno barocco. Aggressività a fuoco lento, però costante e tesa all'ipnosi dell'avversario. La Roma ha prevalso per possesso palla senza eccedere o straripare. Ha imposto un giro­ palla funzionale, non abbagliante come quello dei sarriani. Di Francesco ha accantonato gli estremismi giovanili, oggi coltiva la virtù dell'equilibrio. Nella sua Roma tutto si tiene, anche cose contrarie tra loro. Si notano residui spallettiani, per esempio Nainggolan magnifico guastatore. Il precetto base dell'aggressione alta discende da Zeman. Il finale col cambio Juan Jesus­-Nainggolan - il difensore per l'incursore ­ e con passaggio alla difesa a cinque ha matrici trapattoniane. Di Francesco coniuga il sacro e il profano, e forse più di altri ha capito l'anima della città.

CHIAVI TECNICHE - La tattica non spiega tutto. Ha ragione Simone Inzaghi quando dice che lo 0­0 si è spezzato per errori umani. Ha fatto tutto Bastos, in principio di ripresa. Prima ha ignorato una delle principali leggi del calcio ­ difensore scivoloso difensore pericoloso, specie in area - e si è lanciato in un tackle suicida su Kolarov: rigore trasformato da Perotti. Poi si è appisolato su un pallone banale sulla destra e se l'è fatto soffiare da Perotti, che ha servito Nainggolan per la botta del 2-­0. Lo sciagurato Bastos, con i suoi sbagli da matita blu, ha reso macroscopico quel che si percepiva: la superiorità della Roma a ogni livello, tattico, fisico e tecnico. Inzaghi si è aiutato bene con le sostituzioni e più di Nani ha potuto Lukaku, trattore di fascia sinistra che ha un po' ha scombussolato la Magica. Alla Roma è venuto il braccino, in senso letterale. Il gol accorcia­ distanze è arrivato su rigore di Immobile perché Manolas si è lanciato nella bracciata della paura. Il 2­1 però ha retto agli assalti laziali. La Roma va e chissà dove arriverà, con questo Di Francesco bravo e furbo, un po' Gentiloni e un po' Minniti.
di S. Vernazza
Fonte: Gazzetta dello Sport

Inzaghi - Le Ultime News

 
    1   2   3   4   5   6       >   >> 
 
 Mar. 16 gen 2018 
Mai più casi Mertens e Bernardeschi. La nuova linea Var rasserena i tecnici
Cento secondi per una Serie A senza errori. O quasi. Le conseguenze del Var sul...
 Ven. 12 gen 2018 
Sfottò da derby ad alta quota
Derby in volo, ad alta quota, in viaggio. Derby alle Maldive, l'isola dei famosi....
 Dom. 07 gen 2018 
Le due facce della Capitale con vista sulla Champions
Lazio alle stelle, Roma in crisi. Le due formazioni romane, per risultati e stato...
Befana amara: crisi Roma
Inizia nel peggior modo possibile il 2018 della Roma ormai in piena crisi di gioco...
 Ven. 05 gen 2018 
Calciomercato, la Lazio cerca il sorpasso per avere subito Badelj
Il colpo intriga la Lazio: l'idea è prendere subito, a gennaio, Milan Badelj dalla...
 Mar. 02 gen 2018 
Arbitri, i laziali vi fanno causa
Class action pronta a partire: più di 600 adesioni, l’istanza al Tribunale Civile di Roma
L'Italcalcio del futuro
Aspettando l'apertura del calciomercato sotto la neve, da domani al 31 gennaio,...
Cercasi idea scudetto. Le speranze e i limiti del mercato a gennaio
Domani la riapertura degli affari: cosa cercano le squadre di vertice per spezzare...
 Sab. 30 dic 2017 
Inter, stavolta un punto: con la Lazio finisce 0-0
La squadra di Spalletti dopo tre sconfitte consecutive trova almeno un pari che mantiene immutate le distanze in ottica Champions
 Ven. 29 dic 2017 
SPALLETTI: "Ora sono più interista di prima. Gioco prevedibile? Analisi corretta"
Il tecnico nerazzurro ha parlato in sala stampa alle ore 15.00 per presentare la sfida con i biancocelesti
INZAGHI: "Ancora non si vedono immagini chiare del contatto tra Bastos e Kolarov nel derby"
Intervenuto in conferenza stampa alla vigilia di Inter-Lazio, il tecnico biancoceleste...
 Gio. 28 dic 2017 
Spalletti furioso: bordate a Perisic ed Icardi
Al tecnico nerazzurro non è andata giù la sconfitta nel derby di Coppa Italia.
 Lun. 25 dic 2017 
Uno scudetto per 5 sorelle: le chance a un passo dal giro di boa
Non sono più quelle che sino a qualche giornata fa hanno spadroneggiato. Ma le prime...
 Mer. 20 dic 2017 
Coppa Capitale
Dentro al freddo pomeriggio dell'Olimpico romano c'è una coppa che vale. Roma e...
Daje Roma, sfata il tabù Coppa
Dieci anni dall'ultima Coppa Italia, con Francesco Totti capitano non giocatore...
 Mar. 19 dic 2017 
Giacomelli, la Figc indaga
Gli errori arbitrali durante Lazio-Torino, l'espulsione di Immobile per una "finta"...
 Mar. 12 dic 2017 
Lazio, Diaconale (resp. comunicazione): "Inzaghi non ce l'aveva con la Roma, ma ha parlato..."
"Ha parlato di problemi di correttezza del campionato"
Lazio, Lotito pensa al ritiro della squadra dal campionato
La Lazio è furiosa dopo l'arbitraggio di ieri di Giacomelli nella sfida contro il...
 Lun. 11 dic 2017 
Lazio, Immobile vede rosso: il Toro sbanca l'Olimpico
Il centravanti espulso con la Var a fine primo tempo, poi le reti di Berenguer, Rincon, Luis Alberto e Edera
 Sab. 09 dic 2017 
Il Chievo sale sul gradino più alto del podio: è la squadra più vecchia d'Europa
La squadra di Maran, secondo uno studio del Cies, è quella con l'età media più elevata dei cinque maggiori campionati europei. Il Milan è il club di A più giovane (25,44 anni) davanti a Benevento (25,74) e Fiorentina (25,77). La curiosità sono gli oltre 30 anni di media (30,159) per il Besiktas che sorprende in Champions League qualificandosi primo nel suo girone
 Mer. 06 dic 2017 
INZAGHI: "Mi piacerebbe essere il primo allenatore della Lazio nel nuovo stadio"
Ultimo match di Europa League per la Lazio. La qualificazione ai sedicesimi è in...
 Dom. 03 dic 2017 
Ammucchiata scudetto. La Roma può sognare
Un campionato vero, finalmente. Cinque squadre racchiuse in nove punti, che in realtà...
 Dom. 26 nov 2017 
A scuola da Eusebio: così la Roma costruisce il suo calcio
Ecco il documento fotografico dallo spogliatoio dell'Olimpico di Roma: tutti gli...
 Ven. 24 nov 2017 
Boniek: "La Roma mi piace quest'anno ma serve qualcuno che aiuti Dzeko a segnare"
Zbigniew Boniek, presidente della Federcalcio polacca ed ex calciatore della Roma,...
 Dom. 19 nov 2017 
La squadra a cena per festeggiare la vittoria nel derby. Nainggolan: "Questa è Roma! Che gruppo"
Da De Rossi ad Allison, da Strootman a Nainggolan, da Florenzi a Pellegrini: tutti a cena per brindare al successo contro la Lazio
Lo scacco Di Francesco in cinque mosse
Eusebio Di Francesco ha vinto il derby in 5 mosse. Cerchiamo di sintetizzarle. 1)...
La Var aiuta Rocchi
Al 2' il primo episodio che infiamma la partita: lanciato da Lulic, Immobile segna...
 Sab. 18 nov 2017 
Roma, Perotti: il turbo giallorosso dal primo all'ultimo minuto
Perotti dal primo all'ultimo minuto. Con forza. Un turbo. Un gol, su rigore, e giocate...
INZAGHI: "Non dovevamo commettere quegli errori, i derby sono così"
ROMA-LAZIO 2-1 LE INTERVISTE POST-PARTITA: "Gli episodi sono troppo importanti e sono stati favorevoli alla Roma, così abbiamo perso”
La Roma si prende il derby: Nainggo azzanna la Lazio
Un grande inizio di secondo tempo lancia i giallorossi col rigore di Perotti e il gol del belga. Poi accorcia Immobile dal dischetto ma gli ultimi assalti non valgono il pari
 
    1   2   3   4   5   6       >   >>