facebook twitter Feed RSS
Sabato - 24 febbraio 2018
Mappa Cerca Versión italiana Inglés versión
RomaForever.it
Home News Forum La Squadra Campionato Champions League Europa League Coppa Italia
Shop Amichevoli Calciomercato Le Formazioni Palmarés Supercoppa italiana Contattaci Lavoro
 

Pellegrini punta un altro pezzo di Roma. E Jesus c'è

Venerdì 10 novembre 2017
Il lavoro sul campo, gli esercizi ripetuti, le ore di sonno, il riposo fisico e mentale: Eusebio Di Francesco ne parla un giorno sì e l'altro pure e si capisce come la triplice esperienza, allenatore, team manager, giocatore, lo abbia convinto di come alla base di tutto ci sia la preparazione della partita e non la partita stessa. Ecco perché, con 14 nazionali in giro per il mondo, alcuni dei quali impegnati in gare vere, da ieri il tecnico sta studiando a fondo, ancora di più, quei giocatori che sulla carta al derby non dovrebbero partire dall'inizio, ma che proveranno a sfruttare la sosta per metterlo in difficoltà.

IN DIFESA - Detto che davanti il posto è di Dzeko e nessuno glielo toglierà, dietro la coppia centrale sarebbe Manolas e Fazio. Ma il greco si giocherà il Mondiale con la Grecia contro la Croazia e l'argentino, seppur impegnato in amichevoli in Russia, ha già chiarito come voglia fare di tutto per convincere Sampaoli a tenerlo nel gruppo. Tornerà a Trigoria il 15, il derby è in programma il 18, per cui non è escluso che al posto suo, o di Manolas, possa giocare Juan Jesus. Rispondendo alle domande dei tifosi su Facebook ha detto di sentirsi sicuro: «Ho fiducia, sto dimostrando quanto valgo e penso di poter aiutare la squadra».

CENTROCAMPO - Il brasiliano ci ha tenuto a chiarire come i dubbi - suoi, ma soprattutto degli altri - siano alle spalle, d'altronde già contro il Napoli, dopo la sosta di ottobre, Di Francesco gli aveva dato fiducia. In mezzo aveva invece messo Pellegrini con De Rossi e Nainggolan e la sensazione è che l'ex Sassuolo si giocherà il posto con Strootman, a meno che da Radja non arrivino oggi notizie negative dopo lo sto muscolare di ieri. L'olandese è in nazionale (amichevoli anche per lui), Lorenzo invece no e ci è rimasto malissimo: voleva far parte del gruppo, non si aspettava di restare a casa, ma sa che per convincere Di Francesco, ed eventualmente il c.t., deve continuare sulla strada intrapresa in questi mesi.

IN ATTACCO - Per lui sarebbe il primo derby tra i grandi, così come sarebbe il debutto anche per Defrel. Il francese ha bisogno di fiducia e vuole convincere l'allenatore a dargliela. Oltre a Dzeko, ci sarà Perotti, se tornerà senza acciacchi dalla nazionale, mentre l'altro se lo giocano proprio Defrel, Gerson ed El Shaarawy. L'italiano è in nazionale, gli altri due no e puntano al sorpasso, soprattutto Gerson. Dopo la doppietta di Firenze il brasiliano si sente sicuro e se dovesse partire dall'inizio non sarebbe più una sorpresa.
di C. Zucchelli
Fonte: Gazzetta dello Sport

Le Ultime News

 
    1   2   3   4   5   6       >   >> 
 
Notizie di Oggi
 Ven. 23 feb 2018 
Spagna, il governo chiede misure forti all'Uefa dopo il morto di Bilbao
Il governo spagnolo ha chiesto oggi all'Uefa di adottare misure forti contro la...
Roma: De Rossi out, Pellegrini in. Ballottaggio Dzeko-Schick contro il Milan
Di Francesco deve valutare le condizioni di alcuni titolari in vista della sfida contro i rossoneri. Possibile panchina per il bosniaco
Nainggolan fatica a tornare Ninja: belga in difficoltà anche come trequartista
«Con me Nainggolan dietro la punta non ci gioca, ci arriverà nello sviluppo di una...
Italia, 24 i convocati di Di Biagio
Nella lista presente anche Pellegrini
TOTTI, domani a "C'è posta per te"
Sabato 24 febbraio andrà in scena il sesto appuntamento con il programma televisivo...
AMBROSINI: "Alisson migliore al mondo. Gattuso..."
L'ex centrocampista del Milan, Massimo Ambrosini, è intervenuto a 'TeleRadioStereo'...
 
    1   2   3   4   5   6       >   >>