facebook twitter Feed RSS
Lunedì - 15 ottobre 2018
Mappa Cerca Versión italiana
RomaForever.it
HOME NEWS FORUM SQUADRA CAMPIONATO CHAMPIONS LEAGUE EUROPA LEAGUE COPPA ITALIA
 
SHOP AMICHEVOLI CALCIOMERCATO FORMAZIONI PALMARÉS SUPERCOPPA ITALIANA CONTATTACI LAVORO
 

Torno subito

Giovedì 09 novembre 2017
Operazione Kolarov. E' una missione riservata, da sviluppare lontano dal clamore mediatico, impostata in vista di un solo obiettivo: riavere il giocatore il prima possibile per preparare il derby.

TORNI? - La Roma ha già preso contatti con la federcalcio serba, grazie ovviamente alla collaborazione del giocatore che è partito con i compagni per il tour in Estremo Oriente: domani, in coincidenza con il compleanno numero 32, giocherà a Guangzhou contro la Cina di Marcello Lippi mentre in teoria martedì dovrebbe essere in campo a Pusan contro la Corea del Sud. La speranza di Eusebio Di Francesco è che, trattandosi di una doppia amichevole, il ct Muslin liberi Kolarov subito dopo l'impegno cinese, consentendogli di saltare la tappa in Corea.

ALTERNATIVA - Il problema riguarda anche il laziale Milinkovic. Se dovessero giocare anche la seconda partita, i due serbi partirebbero mercoledì per essere disponibili solo giovedì, con il peso del fuso orario e di un viaggio molto stancante. Siccome il derby comincia solo due giorni dopo, il rischio di Roma e Lazio di non averli al massimo delle loro possibilità è molto concreto. Da qui la richiesta avanzata dalla Roma che, vista l'anzianità di servizio di Kolarov, potrebbe essere accolta.

EMOZIONE - In ogni caso Di Francesco non rinuncerà a lui, padrone indiscusso della fascia sinistra sin dai primi giorni di allenamento estivo a Boston. La sua personalità e la sua applicazione hanno stregato l'allenatore, che finora lo ha lasciato fuori soltanto nella partita contro il Bologna per consentirgli di rifiatare. Figuratevi se rinuncerà a Kolarov nella partita più sentita, dalle due tifoserie e anche dallo stesso giocatore che per la prima volta affronta la Lazio da avversario. Dall'altra parte, Kolarov aveva segnato un gol molto importante (con il piede destro) in un derby vinto 4-2 dalla sua squadra. Ma stavolta, come ha promesso in estate, darà «il 101 per cento per la Roma. E se segno un gol importante per la mia squadra, certamente esulterò». Senza rinnegare il passato - tre anni di Lazio tra il 2007 e il 2010 prima del passaggio al Manchester City - ma anche senza rinunciare a vivere al top il presente e il futuro.

ARRIVA - E se l'insostituibile Kolarov spera di lasciare il marchio nel derby, alle sue spalle si scalda un altro terzino sinistro: Emerson Palmieri, che è già andato in panchina domenica scorsa a Firenze e che nelle prossime settimane tornerà finalmente in campo. Dopo la rottura del crociato capitata il 28 maggio, all'inizio del Totti day, Emerson ha lavorato con passione e attenzione tutta l'estate per perdere il minor numero di partite possibile. A cinque mesi e mezzo dall'infortunio riscoprirà il gusto di fare il calciatore, con una certa calma perché «non sono ancora al 100%, mi sembra di andare a cinquanta mentre gli altri vanno a mille - ha detto a Ultimo Uomo - Però è normale. L'unica cosa è che sento ancora un po' di timore quando vado nei contrasti, ma anche quello è normale».

RINCORSA - Uno dei suoi obiettivi, nascosti almeno quanto la missione per Kolarov, è conquistare un pass per il Mondiale. Perché il brasiliano Emerson, prima che saltasse il ginocchio, aveva scelto di giocare con l'Italia, il suo Paese d'adozione. Domani tiferà con tutto il cuore per gli amici De Rossi, El Shaarawy e Florenzi.
di R. Maida
Fonte: Corriere dello Sport

Derby - Le Ultime News

 
    1   2   3   4   5   6       >   >> 
 
 Dom. 14 ott 2018 
Roma, le novità (di mercato) prendono i voti
Se giustamente «un mercato non può essere giudicato a settembre» (Monchi dixit),...
La doppia vita di Schick
Tre minuti in nazionale per segnare un gol di prepotenza, 248 con la Roma senza...
 Sab. 13 ott 2018 
Roma, ecco la meglio gioventù
A Trigoria gli Under 23 chiedono spazio. Il gioco di parole non è voluto ma l'esempio...
 Ven. 12 ott 2018 
CEFERIN: "Mi opporrò alla Superlega, danneggerebbe il calcio"
Aleksander Ceferin, presidente della UEFA, nel corso della tavola rotonda al Festival...
 Gio. 11 ott 2018 
Roma, la difesa torna legittima
La ripartenza della Roma in campionato, passa per una difesa ritrovata. O quasi....
 Mer. 10 ott 2018 
Schick: "Sono sempre motivato al massimo. Il 5-0 con il Viktoria Plzen è stato brutale"
Patrik Schick, attaccante della Roma, ha parlato ai microfoni della stampa ceca....
Roma, un Pastore di nome Eusebio
«Ho scelto la Roma perché voglio tornare a sentirmi importante». Sono state le prime...
 Mar. 09 ott 2018 
Pastore tra terapie e palestra: l'ex Psg è ancora alla ricerca della forma perfetta
La Roma è tornata ad allenarsi a Trigoria dopo le 48 ore di relax concesse da Di...
Roma, anche il gol fa turn over
Se segna Edin Dzeko, siamo tranquilli. Avviso ai naviganti: ci pensa lui, il bomber....
De Rossi si rompe il dito del piede. La Serbia rimanda a casa Kolarov
Ennesima tegola per Eusebio Di Francesco: al 6' della partita contro l'Empoli Daniele...
 Lun. 08 ott 2018 
Roma, torna Kolarov ma si "rompe" De Rossi
Kolarov torna subito, ma Di Francesco non fa in tempo a sorridere che a De Rossi...
PASTORE a Trigoria per un programma di lavoro personalizzato
Il centrocampista giallorosso, Javier Pastore, si è presentato regolarmente a Trigoria...
DALLA SERBIA, Kolarov verso il forfait con la propria Nazionale. Krstajic convoca Miletic
Non è ancora una notizia ufficiale ma il terzino serbo giallorosso Kolarov dovrebbe...
Dzeko per la storia e Roma per sempre
Quattro reti in cinque giorni: Di Francesco ha ritrovato il suo centravanti. Si avvicina ai migliori bomber della storia giallorossa. E presto il rinnovo
La nuova arma della Roma
«Quando salgono in area i più piccoli sono De Rossi e Manolas». Così Aurelio Andreazzoli...
La specialità di Olsen: strizzare l'occhio alla fortuna
Il calcio di rigore spedito alle stelle dallo specialista Caputo, sabato sera a...
La parabola del polpo maratoneta: Nzonzi è diventato di corsa leader
A Forse non tutti sanno che i polpi hanno tre cuori. Due pompano sangue venoso nelle...
Roma, Di Francesco conta sulla forza inattiva
«Dobbiamo crescere ancora tanto». Di Francesco lo ha ripetuto dopo il successo al...
 Dom. 07 ott 2018 
Dal 31 agosto al 6 ottobre: da una sosta all'altra passando per un ritiro
Tutto è cambiato. Una sconfitta che ci costrinse a due settimane senza sorrisi. Una vittoria (la quarta consecutiva) che di sorrisi ne regalerà molti
 Sab. 06 ott 2018 
DI FRANCESCO: "La squadra mi è piaciuta ma dobbiamo ritrovare spirito e umiltà"
EMPOLI-ROMA 0-2, LE INTERVISTE POST-PARTITA, EUSEBIO DI FRANCESCO: “Potevamo fare meglio, un buon primo tempo ma loro avrebbero meritato qualcosa in più”
Roma, lo spettro Andreazzoli. L'uomo che non bucava il video
Il suo "pacchetto" Roma si bucò il 26 maggio del 2013 con quel derby. "Fu un'esperienza...
Il godimento nell'illusione
Di Francesco ha sbagliato per superficialità o faceva finta di non vedere la montagna...
 Ven. 05 ott 2018 
Roma, ecco Luca Pellegrini: il nuovo "vice-Kolarov" che disse no al Liverpool
Gli inizi da attaccante, gli infortuni, il rinnovo fino al 2022 grazie a Mino Raiola e i no alle big d'Europa. Di Francesco lo lancerà dal primo minuto contro l'Empoli
Il salto di Santon. Si è preso la Roma spazzando i dubbi: "La mia rinascita"
(...) Oggi, a quasi 28 anni, Santon è cresciuto e quel bambino lì ha lasciato oramai...
Dzeko "a casa". La Roma cresce attorno a lui
Edin Dzeko, il campanile al centro del villaggio. (...) Con i tre fol di martedì...
Roma, riecco Aurelio: nemico fatto in casa
Per un periodo Aurelio Andreazzoli, avversario domani della Roma, a Trigoria fece...
 Gio. 04 ott 2018 
SANTON: "Capisco lo scetticismo dei tifosi nei miei confronti. Sono qui per rimettermi in gioco"
“Qui sono stato bene da subito. Sapevo che poteva essere una rinascita. Derby? Tutta la squadra ha dato il massimo”
Pellegrini, Roma, Veronica e il cane Leo. La vita è qui
Si dice che il calcio sia soprattutto una questione di testa. O, perlomeno, che...
Dzeko, grande capo della banda del gol
I 3 gol di Dzeko, centravanti ritrovato contro il Viktoria Plzen dopo 43 giorni...
Pellegrini, simbolo della rivoluzione
Dai senatori ai giovani, il testimone è passato di mano nel derby. Il simbolo è...
 
    1   2   3   4   5   6       >   >>