facebook twitter Feed RSS
Venerdì - 22 giugno 2018
Mappa Cerca Versión italiana Inglés versión
RomaForever.it
Home News Forum La Squadra Campionato Champions League Europa League Coppa Italia
Shop Amichevoli Calciomercato Le Formazioni Palmarés Supercoppa italiana Contattaci Lavoro
 

Il mondiale e il derby. Italia chiama Roma, l'attenzione è doppia

Giovedì 09 novembre 2017
Va bene, c'è altro a cui pensare. Il calcio del vestito buono, dell'abito di gala, quello delle vetrine e delle immagini che si vedono in tutto il mondo. Tutto vero, tutto giusto, persino doveroso. Ma non chiedete a Daniele De Rossi, Alessandro Florenzi, Stephan El Shaarawy, Marco Parolo e Ciro Immobile di considerare l'ansia da derby - quello che ormai si profila all'orizzonte - come roba da provinciali, rivalità da Grande Raccordo Anulare.

PRIMA LA SVEZIA - Ovvio che lo spareggio contro la Svezia occupi cuori e menti da qui a lunedì delle prossima settimana, ma qualcosa (o qualcuno) ci dice che qui a Coverciano, finiti gli allenamenti, consumata la riserva di energia e attenzione della giornata, ciascuno dei cinque azzurri sia proiettato a quel Roma-Lazio che incombe. Basta poco. Una telefonata di un amico, un giro sui social, una sbirciata sui siti specializzati a raccontare le news delle due squadre. E allora la testa, sia pure per un attimo, vola già all'Olimpico, a quel sabato 18 novembre che racconterà il seguito di una storia senza fine.

TRAGUARDI - Intendiamoci, la giornata azzurra vuole corpo e anima di tutti. De Rossi sa che il Mondiale potrebbe essere il suo canto del cigno in Nazionale e - sulla falsariga di Buffon - pensa che nulla sarebbe più bello che lasciare quella ribalta nel modo più alto che possa esserci. Non basta. Sulla strada ci sono sogni grandi e strettamente privati, come agganciare Paolo Maldini sul podio delle presenze storiche in Nazionale (126) oppure mettere finalmente d'accordo tutti, superando se possibile Baloncieri a quota 25 gol per essere il centrocampista più prolifico della storia del calcio azzurro, sia antico che moderno. Non facile, ma le ultime occasioni d'altronde sono così. Lo sa anche Parolo, forse anche lui - carta d'identità alla mano - all'ultima chiamata per un Mondiale, che proprio per questo diventa un'occasione da non perdere. Pure Marco va di fretta, anche per cancellare un'anomalia, quella che vede lui, centrocampista goleador, ancora a quota zero di realizzazioni in azzurro. Di reti invece è specialista Immobile, che vede «Russia 2018» in un'altra ottica: la consacrazione. Va bene essere capocannoniere nel giardino di casa, va benissimo rivaleggiare con Messi, Cavani e nobiltà cantante per la Scarpa d'Oro, ma dopo le amarezze di tre anni fa in Brasile, l'occasione russa è da non perdere. Certo, benedetti dall'anagrafe, Florenzi ed El Shaarawy non dovrebbero avere lo stesso problema. L'età consente loro di sognare altre vetrine mondiali, ma nella terra di Lorenzo de' Medici, forse anche a loro sembra risuonare nelle orecchie il celebre verso del Magnifico: «Del doman non v'è certezza, chi vuol esser lieto, sia». Come dire, il momento è ora. Meglio non lasciarselo scappare.

CURA DERBY - Tutti e cinque però, che in questi giorni fiorentini scherzano e ridono tra loro come fratelli d'azzurro, sanno che - a differenza degli altri 22 - l'adrenalina per loro non calerà il 13 novembre, con il ritorno contro la Svezia. Ci potrà essere gioia o amarezza, ma a pochi giorni da un derby così importante per la classifica le pile dovranno essere subito cariche. Potrà sembrare paradossale, ma il 18 novembre il loro Mondiale sarà uno solo: Roma. Meglio non dimenticarlo.
di M. Cecchini
Fonte: Gazzetta dello Sport

Rassegna Stampa - Le Ultime News

 
    1   2   3   4   5   6       >   >> 
 
Notizie di Oggi
 Gio. 21 giu 2018 
Calciomercato Roma, genesi e dettagli della trattativa Pastore
Radja Nainggolan è pronto ai saluti, per il centrocampista argentino mancano solo pochi passi per arrivare al traguardo finale
Le mani su Areola. La Roma vede la pole
Nella trattativa chiusa per Pastore, Monchi ha parlato anche del portiere
Zenga: "Alisson è un fenomeno"
L’ex portiere, ora tecnico, sull’estremo difensore brasiliano in trattativa con il Real Madrid
Calciomercato, dopo il sì a Veronica, Pellegrini sposa Roma
La sua intenzione è di non avvalersi della clausola rescissoria. Resterebbe per il salto di qualità ma il mercato per lui non è chiuso
Calciomercato, Pastore domani a Roma. Alisson, è attesa Real
Con il Psg distanze ridotte. Per il portiere guerra di strategia con Madrid. Il rinnovo di Florenzi: vuole garanzie sulle prospettive
Calciomercato Roma, addio al Ninja
Nainggolan-Inter: è fatta. Affare chiuso a 24 milioni. Ai giallorossi anche Santon e Zaniolo. Portiere: scambio Skorupski-Mirante
Calciomercato Roma e Napoli si sfidano per Areola. C'è anche Meret
Alphonse Areola e Alex Meret. Sono giovani, promettenti e cari. Sono nel mirino...
Roma, Nainggolan va all'Inter, arriva Santon. Monchi sogna Forsberg
Lo sliding-doors tra Pastore e Nainggolan è pronto. Uno entra, l'altro esce, almeno...
 Mer. 20 giu 2018 
Nainggolan: "Ci vediamo a Milano". Il post, la smentita, il giallo
Ieri il centrocampista belga della Roma era a Trigoria. E sta già cercando casa al Nord
Calciomercato Roma, Meret piace tanto. Pupillo di Savorani, è una scommessa
Ragazzo dai grandi margini di crescita, costa almeno 20 milioni e strapparlo ai friulani, magari facendo un’asta col Napoli, non sarebbe – o sarà – facile
Calciomercato Roma, Areola è il sogno ma c'è da lottare pure col Napoli
A Trigoria piace, ad Ancelotti pure, la sensazione è che se lascerà il Psg potrebbe davvero andare in uno di questi due club e provare il campionato di A
Calciomercato Roma, l'esperto Olsen, Sergio Rico indietro
Il diesse lo ha fatto studiare, ne apprezza la freddezza e il fisico di quasi due metri e anche il costo, non elevatissimo.
Calciomercato, Donnarumma vuole la Roma: disposto anche a ridursi l'ingaggio
L’agente Raiola avrebbe proposto a Monchi i due fratelli. Gigio vuole giocare la Champions in giallorosso
Calciomercato Roma, conto alla rovescia Inter-Nainggolan. Il sì a 35 milioni entro fine mese
La Roma sblocca la trattativa: ok al cash più due-tre giovani. È il quarto colpo per Spalletti: il belga firmerà fino al 2022
Baldissoni: "Lanzalone si occupava dello stadio per conto del Comune"
Il direttore generale della Roma, Mauro Baldissoni, ha rilasciato delle dichiarazioni...
Difra stravede per Pastore: "Così nasce un super gruppo"
Chi lo conosce, lo definisce letteralmente impazzito per Pastore. L'ha chiesto,...
"Così abbiamo trasformato il no dei grillini in un sì"
È il primo indagato a decidere di collaborare pienamente con la procura di Roma...
La Roma di Pastore è senza Nainggolan
La direttiva del calciomercato che sta portando avanti Monchi è duplice: aumentare...
Il caso Tor di Valle: "Pagavamo i politici e non avevamo più soldi da dare ai dipendenti"
I finanziamenti ai politici di ogni schieramento, mentre in Eurnova «non avevamo...
 Mar. 19 giu 2018 
Capello: "Scudetto 2001? Nacque da una sconfitta. Per me il 17 giugno è una data speciale"
L'ex allenatore della Roma, Fabio Capello, che ieri ha festeggiato il suo 72° compleanno,...
 
    1   2   3   4   5   6       >   >>