facebook twitter Feed RSS
Mercoledì - 12 dicembre 2018
Mappa Cerca Versión italiana
RomaForever.it
HOME NEWS FORUM SQUADRA CAMPIONATO CHAMPIONS LEAGUE EUROPA LEAGUE COPPA ITALIA
 
SHOP AMICHEVOLI CALCIOMERCATO FORMAZIONI PALMARÉS SUPERCOPPA ITALIANA CONTATTACI LAVORO
 

Il mondiale e il derby. Italia chiama Roma, l'attenzione è doppia

Giovedì 09 novembre 2017
Va bene, c'è altro a cui pensare. Il calcio del vestito buono, dell'abito di gala, quello delle vetrine e delle immagini che si vedono in tutto il mondo. Tutto vero, tutto giusto, persino doveroso. Ma non chiedete a Daniele De Rossi, Alessandro Florenzi, Stephan El Shaarawy, Marco Parolo e Ciro Immobile di considerare l'ansia da derby - quello che ormai si profila all'orizzonte - come roba da provinciali, rivalità da Grande Raccordo Anulare.

PRIMA LA SVEZIA - Ovvio che lo spareggio contro la Svezia occupi cuori e menti da qui a lunedì delle prossima settimana, ma qualcosa (o qualcuno) ci dice che qui a Coverciano, finiti gli allenamenti, consumata la riserva di energia e attenzione della giornata, ciascuno dei cinque azzurri sia proiettato a quel Roma-Lazio che incombe. Basta poco. Una telefonata di un amico, un giro sui social, una sbirciata sui siti specializzati a raccontare le news delle due squadre. E allora la testa, sia pure per un attimo, vola già all'Olimpico, a quel sabato 18 novembre che racconterà il seguito di una storia senza fine.

TRAGUARDI - Intendiamoci, la giornata azzurra vuole corpo e anima di tutti. De Rossi sa che il Mondiale potrebbe essere il suo canto del cigno in Nazionale e - sulla falsariga di Buffon - pensa che nulla sarebbe più bello che lasciare quella ribalta nel modo più alto che possa esserci. Non basta. Sulla strada ci sono sogni grandi e strettamente privati, come agganciare Paolo Maldini sul podio delle presenze storiche in Nazionale (126) oppure mettere finalmente d'accordo tutti, superando se possibile Baloncieri a quota 25 gol per essere il centrocampista più prolifico della storia del calcio azzurro, sia antico che moderno. Non facile, ma le ultime occasioni d'altronde sono così. Lo sa anche Parolo, forse anche lui - carta d'identità alla mano - all'ultima chiamata per un Mondiale, che proprio per questo diventa un'occasione da non perdere. Pure Marco va di fretta, anche per cancellare un'anomalia, quella che vede lui, centrocampista goleador, ancora a quota zero di realizzazioni in azzurro. Di reti invece è specialista Immobile, che vede «Russia 2018» in un'altra ottica: la consacrazione. Va bene essere capocannoniere nel giardino di casa, va benissimo rivaleggiare con Messi, Cavani e nobiltà cantante per la Scarpa d'Oro, ma dopo le amarezze di tre anni fa in Brasile, l'occasione russa è da non perdere. Certo, benedetti dall'anagrafe, Florenzi ed El Shaarawy non dovrebbero avere lo stesso problema. L'età consente loro di sognare altre vetrine mondiali, ma nella terra di Lorenzo de' Medici, forse anche a loro sembra risuonare nelle orecchie il celebre verso del Magnifico: «Del doman non v'è certezza, chi vuol esser lieto, sia». Come dire, il momento è ora. Meglio non lasciarselo scappare.

CURA DERBY - Tutti e cinque però, che in questi giorni fiorentini scherzano e ridono tra loro come fratelli d'azzurro, sanno che - a differenza degli altri 22 - l'adrenalina per loro non calerà il 13 novembre, con il ritorno contro la Svezia. Ci potrà essere gioia o amarezza, ma a pochi giorni da un derby così importante per la classifica le pile dovranno essere subito cariche. Potrà sembrare paradossale, ma il 18 novembre il loro Mondiale sarà uno solo: Roma. Meglio non dimenticarlo.
di M. Cecchini
Fonte: Gazzetta dello Sport

Derby - Le Ultime News

 
    1   2   3   4   5   6       >   >> 
 
 Lun. 10 dic 2018 
Calciomercato: da Rossi a Nasri, ecco la lista degli svincolati di lusso
Vantano presenze nei massimi campionati europei, in Champions League o nelle rispettive Nazionali e sono a caccia di una squadra
Roma, c'è un divieto di svolta in panchina
Il tempo, dentro il centro sportivo Fulvio Bernardini, è come se si fosse fermato....
 Ven. 07 dic 2018 
Juventus-Inter 1-0: decide un gol di Mandzukic nel secondo tempo
Derby d'Italia molto equilibrato, ma l'ultima parola è sempre dei bianconeri: palo di Gagliardini nel primo tempo, poi Mandzukic è ancora decisivo. La squadra di Allegri sembra non avere più rivali in Italia
Pellegrini torna a Natale. Pastore ora sfida Zaniolo
Stesso muscolo (il flessore) e dinamica dell'infortunio molto simile. Quello che...
 Mer. 05 dic 2018 
Aquilani: "Spalletti era pazzo ma il calcio di quegli anni l'ho visto poche volte. Totti mio idolo"
Questa sera alle 22:30 Alberto Aquilani, ex centrocampista della Roma, sarà protagonista...
Zaniolo e Pellegrini sono l'esempio e ora tocca a Schick. Il futuro accelera
Sui social network sta diventando virale un video: lo slalom gigante con assist...
Calciomercato Roma, Pellegrini: il Real rilancia e sfida lo United
Pellegrini è uscito momentaneamente di scena, e a testa alta, il 24 ottobre alla...
 Lun. 03 dic 2018 
Roma, un punto e rabbia
Il cuore della Roma batte forte, con la sua gente, nella notte più delicata. E,...
 Dom. 02 dic 2018 
Roma-Inter: classe Zaniolo, sprint Keita. Perisic: dove sei finito?
All'Olimpico l'attaccante senegalese segna la sua decima rete su 11 presenze da titolare, incredibile. L'ex nerazzurro invece gioca alla grande e si fa applaudire dal popolo giallorosso. Male Juan Jesus tra i padroni di casa mentre il croato prosegue nella sua fase involutiva
Roma, "persi" 4 anni in due mesi. Contro l'Inter giocano tutti i baby
Il 29 settembre la Roma giocava il derby con questa squadra: Olsen; Santon, Manolas,...
 Sab. 01 dic 2018 
Roma-Inter: più di 40mila tifosi pronti a spingere la squadra
La domenica ecologica cambia a causa della partita: finisce alle 18.30 per garantire l'accesso e il deflusso del pubblico. Restano ancora disponibili alcuni tagliandi
Dzeko rientra con la Juve: ora tocca a Schick
Schick scopre la continuità. Tre partite consecutive da titolare alle spalle e,...
Roma, per Di Francesco una Lucio di speranza
Non è mica semplice giocarsi mezzo futuro contro chi ti ha mollato perché non credeva...
 Ven. 30 nov 2018 
KEITA: "Farò di tutto per segnare alla Roma. Vivrò il mio piccolo derby"
Keita Balde, attaccante dell'Inter, ha rilasciato un'intervista in cui parla dei...
Roma-Inter, la carica dei 40mila. Ma si punta al record stagionale
Domenica all'Olimpico un altro bagno di folla è pronto a spingere i giallorossi contro l'ex Spalletti. Numeri in ascesa che si avvicinano a quelli del derby
Nainggolan costretto a saltare la sfida contro gli ex compagni
Quando Nainggolan ha lasciato il campo di Wembley al 44' del primo tempo, per un...
 Gio. 29 nov 2018 
Già 13.000 biglietti per la sfida con l'Inter. Multati due bagarini della Champions
Altro pienone in vista. Dopo il tutto esaurito in Champions, l'Olimpico versione...
 Mar. 27 nov 2018 
Champions League, Roma-Real Madrid: la carica dei 60mila
Ennesima risposta dei romanisti: disponibili solo i biglietti per la Monte Mario. I madrileni saranno 750, meno della metà dei giallorossi presenti all’andata al Bernabeu
 Lun. 26 nov 2018 
ZEMAN: "Il mio cuore batte di più per la Lazio. Alla Roma non ho provato le stesse emozioni"
Zdenek Zeman, ex allenatore di Roma e Lazio, ha rilasciato un'intervista a Denik...
È il giorno della marmotta: qualcuno faccia qualcosa
Come si fa a non avere voglia e come si fa a dire che non c’è voglia senza conseguenze? Come si può non aver voglia di dare più di tutto con indosso la maglia della Roma?
 Ven. 23 nov 2018 
Ora Delvecchio incanta in radio: "Rimpianti? Quella finale del 2000"
Dal calcio giocato a quello…parlato. La seconda vita di Marco Delvecchio è con le cuffie e il microfono. Lavora in una radio sportiva romana e ha solo un rimpianto: la finale persa con la Francia nel 2000. L’Italia poteva essere Campione d’Europa con un suo gol. Ma si è rifatto l’anno dopo.
 Gio. 22 nov 2018 
DZEKO: "Gol contro il Chelsea è stato il più bello. Cambierei risultato trasferta di Liverpool"
"Manolas il pagliaccio dello spogliatoio. Il futuro? Non sto pensando al ritiro"
Pradè: "Ho provato a portare Totti alla Samp. Alla Roma avevo quasi preso Eto'o e Mutu"
In vista di Udinese-Roma in programma sabato alle 15 alla Dacia Arena ha parlato,...
 Mer. 21 nov 2018 
Roma, Schick fa ombra a Dzeko: a Udine potrebbe partire titolare
Patrik segna alla Slovacchia («Il gol più bello della vita») e conquista Di Francesco Edin a secco nella Bosnia
Sempre più Schick
A tu per tu col portiere a campo aperto. L'ultima volta che gli era successo, sono...
 Mar. 20 nov 2018 
Roma, occhio alla sosta
Appena la Roma ingrana, nemmeno a farlo di proposito, il richiamo delle nazionali...
Si ferma anche Kolarov, ricaduta al mignolo del piede. Schick in Nazionale trova il gol
Dopo Manolas e Pellegrini anche Kolarov ha pagato il dazio nazionali. Il serbo,...
Il gol non va in panchina: solo una rete dalle riserve
Una panchina, quella giallorossa, decisamente poco prolifica. Di Francesco non chiede...
 Lun. 19 nov 2018 
Adesso più che mai, abbiamo un enorme bisogno del Comandante Fazio
Con Manolas acciaccato e Marcano che non è mai entrato nel giro dei titolari, la Roma necessita che l'argentino si riprenda il suo ruolo di leader difensivo
Lotito: "Connubio tra gestione sana e risultato sportivo. Solo Juve, Inter e Milan...."
"Solo Juve, Inter e Milan hanno vinto più di me"
 
    1   2   3   4   5   6       >   >>