facebook twitter Feed RSS
Mercoledì - 12 dicembre 2018
Mappa Cerca Versión italiana
RomaForever.it
HOME NEWS FORUM SQUADRA CAMPIONATO CHAMPIONS LEAGUE EUROPA LEAGUE COPPA ITALIA
 
SHOP AMICHEVOLI CALCIOMERCATO FORMAZIONI PALMARÉS SUPERCOPPA ITALIANA CONTATTACI LAVORO
 

Gerson: "Questi gol sono solo l'inizio, posso fare molto di più"

Conviviale UTR. Presenti Nela, De Sanctis, Gerson e Castan.
Martedì 07 novembre 2017
L'Unione Tifosi Romanisti (UTR) ha organizzato una cena all'interno del Park Hotel Mancini. Per la società giallorossa sono presenti il team manager Morgan De Sanctis e i calciatori Castan e Gerson. All'evento è stato invitato anche l'ex bandiera giallorossa Sebastiano Nela.

Dopo la cena De Sanctis, Gerson e Castan hanno rilasciato anche delle dichiarazioni ai presenti. Queste le loro parole:

GERSON

Descrivi quel secondo gol alla Fiorentina...
"Ho pensato devo fare gol e basta."

Che cosa ha rappresentato per te la giornata di domenica?
"Ho fatto gol e sono molto contento."

Cosa ha rappresentato per te la giornata di domenica?
"Castan traduce: "E' molto contento, si aspettava un'opportunità così di poter giocare. Il lavoro paga e tutto quello che aspettava è un'opportunità."

Hai lavorato per questo momento o hai sofferto?
"Sapevo che l'anno scorso non ho fatto bene, quest'anno sono tornato cambiato, molto concentrato e sono felicissimo. Questi gol sono solo l'inizio, posso fare molto di più."

*** *** ***


DE SANCTIS

Prima uscita nei panni da team manager. Com'è? Ti piace o non ti piace?
"Innanzitutto ci tenevo a portare i saluti di tutta la società, del Presidente Pallotta, di Gandini, di Baldissoni, di Monchi, di Francesco e di tutti i ragazzi che si stanno godendo 2/3 giorni di meritato riposo. Vi ringraziamo per l'ospitalità, siete sempre generosi nella vostra manifestazione di affetto e di questo noi ve ne riconosciamo grande merito. Sebino ha fatto riferimento a quanto sia importante rappresentare la bandiera della Roma ed è importante perché voi siete tanti, generosi e attaccati a questi colori. Quindi noi dalla nostra parte cerchiamo sempre di metterci il massimo impegno e questa prima parte di stagione ci ha anche premiato con i risultati. Sappiamo che il cammino è lungo, è un luogo comune dire che tutti insieme nella stessa direzione si possono ottenere grandi risultati però è nella realtà dei fatti. Credo che essere giocatore era più semplice, non più bello o più brutto o complicato. Quando sei giocatore devi concentrarti a fare il giocatore e nel resto della giornata devi pensare a riposarti e non fare stupidaggini. Nel ruolo da dirigente ci sono tantissime cose da fare e soprattutto si entra a contatto con la vita reale. La vita reale è complicata, quindi io un po' mi immedesimo anche in voi, che bene o male fate parte della vita reale e avete nella Roma una grossa valvola di sfogo e speriamo che possa regalarvi sempre le più grandi gioie possibili. Ribadisco i saluti della società, della squadra e dell'allenatore. Grazie ancora per l'ospitalità, il capitano prima o poi dovrà venire nelle vesti da dirigente in quesi centri di rappresentanza ad incontrare i tifosi. Grazie a tutti e daje Roma!"

*** *** ***


CASTAN

Com'è stato questo compleanno in giallorosso?
"Sono arrivato qua che ero un ragazzino, pochi giorni fa ne ho fatti 31. Mi sento bene e sono felice di essere qua, sono arrivato ragazzino poi dopo ho avuto un po' di sfortuna. Sono molto credente, credo che Dio abbia un proposito per tutto e prendo questo con allegria e serenità."

L'anno di Castan e Benatia dicevamo che la forza di quella difesa eri tu. C'è la voglia di tornare a quel livello?
"La voglia non manca mai, purtroppo la cosa che ho passato non pensavo fosse così dura. Io come dico sempre alla mia famiglia, sono un professionista. E' passato tanto tempo e per un calciatore stare fermo come sono stato io, con un intervento al cervello, non è facile. Ma chissà che non potrei tornare. Con Benatia abbiamo fatto veramente molto bene."

Risponde De Sanctis: "La palla non ti arrivava mai, non servivi a niente".

Che rappresenta la Roma per te?
"Siamo sulla strada giusta. Quest'anno stiamo crescendo sempre, ho visto che è arrivato un allenatore molto bravo e è cambiato tantissimo anche negli anni scorsi. Ci vuole tempo, però l'importante è che a inizio campionato pur non giocando benissimo ha fatto dei punti e ha vinto, è un segnale importante. Adesso sta cominciando a giocare bene e sono contentissimo. Morgan è un grande e ci ha aiutato tantissimo."

Che consigli hai dato a Gerson?
"E' un ragazzo giovane, però ha la testa molto matura. E' un ragazzo tranquillo, un professionista e sono molto contento per lui perché il lavoro paga. Penso che nessuno se lo aspettava e sono molto contento perché è un ragazzo dal cuore d'oro e conosco sua moglie e sua figlia, merita tutto quello che gli sta accadendo. E' un ragazzo veramente molto forte."

Di Francesco - Le Ultime News

 
    1   2   3   4   5   6       >   >> 
 
Notizie di Oggi
 Mar. 11 dic 2018 
DI FRANCESCO: "Se sono qui è perché c'è una consapevolezza dall'altra parte"
VIKTORIA PLZEN-ROMA, LA CONFERENZA STAMPA DI EUSEBIO DI FRANCESCO: "Domani giocherà Mirante. Pastore forse dal primo minuto, De Rossi ha ricominciato a correre. Schick? Mi aspetto di più"
Vrba: "Dobbiamo lavorare molto sulla testa dei giocatori, cambiare tutto rispetto all'andata"
VIKTORIA PLZEN-ROMA, LA CONFERENZA STAMPA DI PAVEL VRBA: "Dzeko è un giocatore chiave della Roma"
CALCIOMERCATO Roma, ag. Strootman: "Non aveva più la fiducia di Di Francesco"
Kevin Lefranc, uno degli agenti dell'agenzia Seg, che cura gli interessi di Kevin...
Viktoria Plzen-Roma, i convocati
Ecco i 20 convocati giallorossi per il match di Champions League contro il Viktoria...
PLZEN-ROMA, questa sera la conferenza stampa di Di Francesco e Cristante in Repubblica Ceca
Dopo la seduta di rifinitura di questa mattina a Trigoria, la Roma alle 15.00...
Il volto nuovo, bomber Celar vede l'esordio
Dopo un anno mediocre, in Primavera lo sloveno firma un gol ogni 51’. Solo Nico Lopez ha avuto quella media negli ultimi anni: portato coi grandi, segnò al debutto in A
PROPOSTA una buonuscita a Di Francesco, ma il tecnico ha il sostegno dei giocatori
Dopo il match contro il Cagliari ci sarebbe stato un colloquio tra Eusebio Di Francesco...
De Rossi in lista col Genoa per esserci contro la Juve. La squadra va a Plzen a caccia di autostima
La partenza per Plzen di oggi pomeriggio alleggerisce un ritiro che vede i giocatori...
Roma, maledetta rimonta
Una malattia chiamata rimonta. Un male sconosciuto a Di Francesco nella passata...
Così solida prima, così fragile oggi: metamorfosi di una rosa in-difesa
Florenzi e Kolarov esterni, Manolas e Fazio centrali. Era il quartetto tipo dello...
Non ci resta che DiFra. Roma, gli ex assolvono il tecnico: "Sono i giocatori a dover dare di più"
C'è una Roma che crede ancora in Di Francesco. È quella degli ex calciatori giallorossi...
Eusebio si salva con una Viktoria
Il paradosso della settimana si sposta oltre confine. In Repubblica Ceca. La trasferta...
 Lun. 10 dic 2018 
Champions: Roma a Plzen per ritrovarsi. C'è Pastore dal 1'
Giallorossi già qualificati e sicuri del secondo posto nel girone, ma vista l'aria Di Francesco non può permettersi passi falsi in Repubblica Ceca
Serie A, le folli strategie delle romane un regalo per le milanesi
Con il doppio pareggio subìto in fotocopia, allo scadere e in superiorità numerica,...
PLZEN-ROMA, domani la rifinitura a Trigoria. In serata la conferenza stampa in Repubblica Ceca
Domani sarà vigilia di Champions League per l'ultima gara del girone eliminatorio,...
Roma, decide Monchi: Di Francesco va avanti
Pallotta lascia la scelta al ds, che fa prevalere la linea morbida: il tecnico si gioca tutto col Genoa. Paulo Sousa o Blanc all’orizzonte
Eusebio Di Francesco: perché il suo percorso è al capolinea
Continui alti e bassi, anche all'interno di una singola partita. L'incapacità di rimontare e di reagire. I tifosi, pur volendogli bene, ne chiedono l'esonero a gran voce
Tormento De Rossi: senza di lui sono guai. Ora mirino sulla Juve
Quanto manca. Per carattere, personalità, carisma e qualità. Scegliete voi l'ordine...
Colpa della preparazione sbagliata
Con più di venti giocatori infortunati e con qualcuno che ha giocato in condizioni...
Caos Roma, tutti in ritiro. Monchi ai giocatori: "Dovete prendervi le vostre responsabilità"
Pagano i giocatori, di nuovo. Per la società sono loro i principali colpevoli del...
Difra e Monchi legati dal destino
[..] L'ira dei tifosi dopo l'assurdo pareggio di Cagliari pare incontenibile, tant'è...
Conte, il sogno di una tifoseria stanca di dover fare i conti
«Ma se il Napoli ha preso Ancelotti, perché la Roma non può prendere Conte?». L'interrogativo,...
 
    1   2   3   4   5   6       >   >>