facebook twitter Feed RSS
Sabato - 18 novembre 2017
Mappa Cerca Versión italiana Inglés versión
RomaForever.it
Home News Forum La Squadra Campionato Champions League Europa League Coppa Italia
Shop Amichevoli Calciomercato Le Formazioni Palmarés Supercoppa italiana Contattaci Lavoro
 

Bella e travolgente, c'è anche la Roma al tavolo dello scudetto

Lunedì 06 novembre 2017
Sciacquando i propri panni da promessa grande squadra anche a Firenze, la Roma non fa più la stupida e getta la maschera. Lassù, insieme a Napoli, Juve, Inter e Lazio, c'è un meritato posto in prima fila, potenzialmente (con una gara da recuperare) a soli due punti dalla vetta, anche per la corazzata da trasferta giallorossa: il dodicesimo colpo esterno filato (7 ereditati da Spalletti e 5 nel campionato in corso) significa record in Serie A, promozione a pieni voti in un esame insidioso e guadagno netto di due punti su Napoli e Inter, le uniche due fermate sul percorso quasi netto tracciato da Di Francesco.

GERSON, SUPER DOPPIETTA - Sì, questa Roma, in barba agli scetticismi iniziali, sta diventando grande. Può pure concedersi qualche ballo proibito in difesa (di Veretout e Simeone i primi dispiaceri in trasferta incassati da Alisson, bucato dopo 383' di imbattibilità), il rischio di lasciarsi attaccare più del solito dalla Fiorentina, il lusso di uno Dzeko a secco per cinque gare e l'ebbrezza di un turnover (apparentemente) spericolato (11 formazioni differenti in altrettante occasioni), ma alla fine trova sempre un modo o la pedina giusta per arrivare a dama. Che sia l'inatteso uomo della pioggia del primo tempo, Gerson, apparso sotto forma di doppietta, la spallata in mischia di Manolas, l'acuto finale di Perotti, il fosforo a tutto campo di Nainggolan o i riflessi salvifici di Alisson, cambia poco. Merito della lunghezza della rosa, della varietà di soluzioni a disposizione e della compatibilità del credo calcistico di Eusebio Di Francesco, segni particolari colpevolmente snobbati da molti in estate, con la Roma attuale.

«PENSIAMO A NOI STESSI» - «La cosa più bella è aver fatto entrare la mia idea di calcio nella testa dei calciatori», se la ride, con altri tre punti d'oro in tasca, il tecnico giallorosso. «Vedo una squadra che sa giocare insieme in tutte le fasi senza accontentarsi o particolari, non secondari, come Dzeko che non segna ma al 90' fa una corsa per andare ad aiutare un compagno in difficoltà su un contropiede avversario. Questi ragazzi hanno la mentalità che volevo. Gerson, ad esempio, non è diventato protagonista per caso, ma per come si è allenato e si è fatto trovare pronto». La scintilla, quindi, è scoccata. Forse pure qualcosa di più. Tanto da far uscire dalla bocca di Di Francesco una frase sintomatica di dove può arrivare la Roma: «Quando vediamo le partite di chi ci sta davanti dico sempre che dobbiamo solo pensare a noi stessi». Nessun calcolo e nessuna invidia: questa Roma, zitta zitta, si sente già grande. Il derby con la Lazio, dopo la sosta, potrà stabilire se lo è davvero.
di M. De Santis
Fonte: La Stampa

News

 
 <<    <      1   2   3   4   5   6       >   >> 
 
 Mer. 15 nov 2017 
Bruno Conti: "La mia Italia era il calcio e l'intero Paese"
Bruno Conti, hall of famers della Roma e Campione del Mondo con l'Italia nel 1982,...
De Rossi, l'immagine di un ammutinamento annunciato
L’immagine di Daniele che discute con il prof Gianni Brignardello è la foto della distanza tra la gestione tecnica e il gruppo
Roma, da Dzeko a Florenzi, il derby non parla russo
Un derby di rivincite. Non sono in pochi, a Trigoria, che escono delusi dalla corsa...
Oggi il vertice Figc, Tavecchio verso la conferma. Ventura tratta la buonuscita
È oggi il giorno X del calcio italiano, in cui verrà deciso molto del nuovo ciclo...
Italia, Ancelotti aspetta: l'idea di fare il ct non è più lontana
Pendolare di gran lusso tra la pesca ai salmoni a Vancouver, l'Italia e Londra. Carlo ha da tempo un obiettivo: partecipare ai Mondiali del 2022
Cagni: "Io, Eusebio e Simone. Tutto cominciò a Piacenza"
Cosa c'entra Piacenza con il derby di Roma? C'entra eccome. Perché Eusebio Di Francesco...
Totti e il Papa ecologisti, murales in giro per la città
Un Papa «verde» e ambientalista, con tanto di mascherina e cartello da manifestante:...
Domani la Uefa decide sui "buh" dei romanisti a Rudiger
Parola alla Commissione Etica e di Controllo dell'Uefa sul caso Rudiger: domani...
Stadio blindato e in 55mila sugli spalti
Alla fine saranno presenti quasi 55 mila spettatori, il derby della Capitale è in...
Parolo e Immobile distrutti. Anderson, piccolo stop ma sabato sarà convocato
Sono tornati a Roma distrutti, Ciro Immobile e Marco Parolo. Nell'animo, certamente...
Rimpianti e riscatto
Per fortuna c'è la Roma, per fortuna c'è il derby. Dev'esserci uno strano filo illogico...
Otto grandi ex di Roma e Lazio: "Di Francesco è il jolly. Super Inzaghi è la sicurezza"
La parola dell'ex può essere una sentenza ma anche uno show. Che spasso, ragazzi....
Schick is back. Ora il derby
Sembrava un calvario infinito quella di Patrik Schick con la maglia della Roma....
La garra degli amici
La garra. Ecco, è quella che ci vuole nei derby. Il cuore in campo, grinta e voglia...
Caro derby come stai? Roma-Lazio è a prova di forza
Verso il derby dell'Olimpico in un'attesa sempre più appassionante. Tra speranze,...
Un colpo al Pil del paese. La Figc perde 150 milioni, i diritti tv sono dimezzati
L'importante, diceva Pierre De Coubertin, è partecipare. Niente di più vero: l'esclusione...
Malagò all'attacco "Fossi in Tavecchio mi dimetterei..."
Il day after di Carlo Tavecchio, nel ciclismo, sarebbe stato uno di quei tapponi...
Nainggolan spera: oggi esami decisivi
Il derby a tutti i costi, o quasi. Oggi Nainggolan si sottoporrà a primi esami per...
Roma, cancellare l'azzurro
Vincere il derby per lenire le ferite e cercare di far passare l'amarezza di un'occasione...
 Mar. 14 nov 2017 
L'Italia può essere ripescata? Il web si scatena...
La "possibilità" che in queste ore ha fatto impazzire il web viene lasciata aperta dall'articolo 7 del regolamento ufficiale della FIFA
Mexes: "Quando ero alla Roma rifiutai OM e Lione"
"Ho lasciato perché non mi sentivo più all'altezza, non sono Totti.
Roma, Nainggolan corre verso il derby: il Ninja vuole esserci
Radja Nainggolan stringe i denti, vuole essere in campo per il derby anche se il...
Torna la Roma e i tifosi si preparano: derby, arriviamo. Poi Metropolitano
Sarà pienone. Con la Lazio c'è posto solo in Tribuna. Da mercoledì mattina la vendita libera dei biglietti per la trasferta contro l'Atletico Madrid
Insulti antisemiti: deferita la Lazio, non Lotito
Per adesivi Anna Frank, proposta archiviazione per Lotito
Julio Sergio: "Alisson senza limiti, diventerà uno dei migliori al mondo"
Julio Sergio Bertagnoli, ex portiere della Roma nell'epoca dei quattro derby consecutivi...
ITALIA, Tavecchio: "Mi prendo 48 ore di riflessione"
Carlo Tavecchio, dopo il fallimento della Nazionale azzurra nel doppio confronto...
Calciomercato Roma, il Betis ha il controllo di Sanabria
"L'AS Roma comunica di aver sottoscritto con il Real Betis Balompié il contratto...
Emozione Monchi al primo derby. Ai biancocelesti ha anche segnato
Il battesimo da dirigente l'ha fatto il 30 aprile, Roma-Lazio 1-3, non esattamente...
La Roma in difesa del derby
Il derby che non ti aspetti. Perché va bene attacco contro difesa ma è piuttosto...
 
 <<    <      1   2   3   4   5   6       >   >>