facebook twitter Feed RSS
Martedì - 21 novembre 2017
Mappa Cerca Versión italiana Inglés versión
RomaForever.it
Home News Forum La Squadra Campionato Champions League Europa League Coppa Italia
Shop Amichevoli Calciomercato Le Formazioni Palmarés Supercoppa italiana Contattaci Lavoro
 

Roma, nove mesi di blitz vincenti

Lunedì 06 novembre 2017
E adesso il record è tutto suo. La Roma da sola, è la squadra che nella storia del campionato italiano ha vinto il maggior numero di partite consecutive in trasferta. Con quella di Firenze sono dodici e la squadra giallorossa ha staccato l'Inter, con la quale fino a ieri condivideva il primato con undici successi. E' un record che Di Francesco ha ottenuto in coabitazione con Spalletti, perché di queste dodici vittorie di fila, sette sono state conquistate nello scorso campionato. «Sono felice di questo primato, ma spero che il prossimo sarà solo mio», ha detto ieri scherzando Di Francesco, l'allenatore che con le sue idee è entrato nel cuore dei tifosi giallorossi e sta portando la Roma a pensare da grande. E' il primo successo ottenuto quest'anno fuori casa subendo gol, addirittura due e l'imbattibilità di Alisson si è fermata dopo 383 minuti. Il primo gol viola, realizzato da Veretout dopo una manciata di minuti, ha interrotto l'imbattibilità di 383 minuti del portiere brasiliano tra campionato e Champions League. Prima dei due gol subiti a Firenze, i giallorossi avevano concesso una sola rete nei primi tempi di questa Serie A. Dopo aver eguagliato due settimane fa con il Torino il precedente primato che apparteneva all'Inter, allora guidata da Roberto Mancini, ottenuto nella stagione 2006/07, i giallorossi ora restano i detentori del record da soli. Con Spalletti la serie positiva era rimasta alle sette trasferte conclusive della scorsa stagione contro Crotone, Inter, Palermo, Bologna, Pescara, Milan e Chievo, proseguita poi in questo avvio di stagione sui campi di Bergamo, Benevento, San Siro (contro il Milan), Torino contro i granata e infine Firenze.

IMPORRE IL GIOCO - La Roma di Di Francesco ha una mentalità propositiva, il suo calcio offensivo la porta a giocare con lo stesso atteggiamento in casa e in trasferta. Anche a Firenze la Roma ha fatto la partita, il possesso palla è stato del 57 per cento ed è cresciuto nel secondo tempo. I tiri in porta sono stati più del doppio di quelli della Fiorentina: tredici contro sei. Impressionante (e determinante ai fini del risultato) il dato dei palloni recuperati: 43 contro i 28 della Fiorentina. Con la riconquista del pallone la Roma ha realizzato il primo, il secondo e il quarto gol. Un marchio di fabbrica di Di Francesco che è riuscito a trasmettere questa mentalità alla squadra e tutti vanno a fare pressing, fin dentro l'area di rigore avversaria.

LA VETTA PIÙ VICINA - Con il rendimento in trasferta a punteggio pieno (conquistati quindici punti su cinque partite), la Roma è rimasta al quinto posto in classifica, ma le distanze con la vetta sono diminuite. Ieri la squadra di Di Francesco ha conquistato due punti sul Napoli capolista (ora a soli cinque punti di distanza), due sull'Inter, mentre sono quattro i punti di distacco dalla Juve, vittoriosa sul Benevento. La Lazio ora ha un solo punto di vantaggio sulla Roma, ma deve recuperare come i giallorossi una partita, quella contro l'Udinese rinviata ieri.
di G. D’ Ubaldo
Fonte: Corriere dello Sport

Rassegna Stampa - Le Ultime News

 
    1   2   3   4   5   6       >   >> 
 
Notizie di Oggi
 Lun. 20 nov 2017 
Di Francesco top player della Roma
È semplicemente Eusebio, per strada e allo stadio. In ogni conversazione. Come per...
La grandezza di Dzeko a digiuno da un mese
C'è un dato che aiuta a capire un sacco di cose. A patto di aver voglia di capirle,...
Negro e Nesta, Wallace e Bastos. Quanti errori fatali dei difensori
Per Negro hanno perfino scritto canzoni e cantato cori, i tifosi. Quelli della Roma....
L'Eusebio-pensiero: umiltà e Kipling
La Roma secondo Di Francesco. Il tecnico in questi mesi ha lavorato molto sul gruppo....
Roma sprint
Come corre la Roma. Uno dei segreti della squadra di Di Francesco è la grande condizione...
E la Roma è già oltre
La nuova dimensione della Roma è data anche dal dopo derby. Non ci sono stati festeggiamenti...
Tesoro Perotti
Ha scassinato il dispositivo Lazio nel periodo più bello della sua vita. Certe cose...
Tocco magico, Roma rinata
Voleva un difensore centrale e un esterno offensivo. Le storie di mercato, tra import...
Quell'urlo internazionale. Da Roma a New York e in Australia: i romanisti di tutto il mondo esultano
L'urlo Roma è trasversale, internazionale. E' partito dai boati dell'Olimpico per...
La Roma cambia
Di Francesco insiste con il turn over. Mercoledì a Madrid il tecnico abruzzese potrebbe...
La hall di Radja
Dategli il derby, il suo motore ibrido cambierà ritmo diventando inarrestabile a...
In Champions sarà ancora turnover
«A Madrid continuerò con il turnover: è più difficile allenare chi non gioca piuttosto...
Roma, basta un pari per gloria e business
Sembrava un'intrusa, schiacciata tra l'esperienza internazionale della Juve (due...
Florenzi sta meglio, ma per l'Atletico si scalda Peres
Un po' di turnover e il dubbio Florenzi. In vista della sfida di mercoledì con l'Atletico...
Roma, il derby vinto libera i sogni scudetto
Due mesi (o poco più) per far capire di essere grande, un mese per diventarlo davvero...
 Dom. 19 nov 2017 
Nainggolan, l'extraterrestre dai muscoli di gomma
Gioca. No, non gioca. Tranquillo, gioca. Noooo, non ce la fa, non ce la può fare....
Lo scacco Di Francesco in cinque mosse
Eusebio Di Francesco ha vinto il derby in 5 mosse. Cerchiamo di sintetizzarle. 1)...
Rivincita. Per De Rossi un derby da incorniciare
Sarah osserva silenziosa, contenuta nell'espressione delle emozioni ma rapita quasi...
 
    1   2   3   4   5   6       >   >>