facebook twitter Feed RSS
Sabato - 18 novembre 2017
Mappa Cerca Versión italiana Inglés versión
RomaForever.it
Home News Forum La Squadra Campionato Champions League Europa League Coppa Italia
Shop Amichevoli Calciomercato Le Formazioni Palmarés Supercoppa italiana Contattaci Lavoro
 

Strappa e servi. E' il Radja style

Lunedì 06 novembre 2017
Le traiettorie di Nainggolan, in campo come nella vita, sono meravigliosamente stravaganti. Andate a rivedere il quarto gol della Roma per capire: soltanto un calciatore con le sue caratteristiche può sradicare il pallone a un avversario (Veretout) con la complicità di Defrel, voltarsi e disegnare una parabola radiocomandata che taglia il campo andando a finire dove un compagno solo soletto, Perotti, può festeggiare il gol che chiude la partita. Non è solo un assist. E' un Nainggoassist. Una cosa che nemmeno possono pensare atleti che, oltre alla destrezza, non posseggono la sua straripante forza fisica.

TUTTO - Ha giocato una partita da mostro, a Firenze, tanto per dimostrare al signor Roberto Martinez che non aveva sbagliato a richiamarlo in nazionale. In settimana aveva fatto discutere l'intervista del ct del Belgio, che si lamentava del rendimento non soddisfacente del giocatore della Roma: «Per me è un numero dieci più di una mezz'ala ma con noi non è andato al massimo». Ora: a parte che Di Francesco ha risposto al collega con ironia («Per me il numero dieci si può dare anche a una mezz'ala»), in questo weekend di festa romanista si può affermare senza timori di smentita che la questione del ruolo sia un falso problema. Non è una questione di dieci metri in più o in meno. Se Nainggolan riesce a esprimere il suo calcio fatto di atletismo e qualità, di possessi guadagnati (10 contro la Fiorentina: record della sfida) e rilancio dell'azione offensiva, un allenatore può schierarlo anche in porta: prima o poi troverà lui da solo, nella sua corsa anarchica, la posizione dove comportarsi meglio per il bene della squadra.

PERICOLOSITA' - Ieri è stato mezza squadra, anche nel caotico primo tempo in cui la Roma faticava a tenersi in equilibrio. E' entrato di prepotenza nella prima rete di Gerson. Ha lottato per sostenere un centrocampo poco brillante. E ha cercato anche il tiro senza fortuna. Gli mancano ancora i gol, è vero. Ne ha segnato solo uno in questa stagione, contro il Verona. Ma fa parte del suo modello di telaio: anche lo scorso campionato, chiuso a quota 11 con Spalletti, Nainggolan era a quota uno a questo punto del cammino (al Sassuolo di Di Francesco guarda caso). Avrebbe segnato il secondo addirittura alla quindicesima giornata, contro la Lazio. Pensando al derby che arriva giusto dopo la sosta, è certamente un ricordo di cui tener conto nelle valutazioni sulla sua efficacia offensiva. «E poi Radja è stato spesso pericoloso, ha avuto delle occasioni per segnare» osserva Di Francesco, entusiasta della sua Roma che ha ripreso a segnare a raffica senza il contributo realizzativo del suo attaccante migliore, Dzeko, senza reti da cinque partite. Il collettivo funziona a prescindere dai singoli, se i singoli non si chiamano Nainggolan.
di R. Maida
Fonte: Corriere dello Sport

Rassegna Stampa - Le Ultime News

 
    1   2   3   4   5   6       >   >> 
 
Notizie di Oggi
 Ven. 17 nov 2017 
Aldair: "Roma, devi crederci!"
Alzi la mano chi si ricorda di Pluto Aldair. Tutti, ovviamente. Arrivato a Roma...
Rocchi avrà l'aiuto della Var per non sbagliare
Sarà Gianluca Rocchi ad arbitrare il primo derby della storia con la VAR. Il fischietto...
Alisson il muro
Un'altra partita e mezza con la porta chiusa. Ma non c'è il rischio che possa annoiarsi....
Di Francesco va in pressing
La sua mentalità non cambia. Eusebio Di Francesco adotterà contromisure particolari...
Pallotta rilancia
Si chiuderà da solo nella solita stanza della tenuta di Boston, anzi Weston, che...
Stamane vertice in Questura. Sugli striscioni tolleranza zero
Sessantamila tifosi sugli spalti, un'altra commemorazione di Gabriele Sandri dopo...
È febbre da derby, Olimpico pieno. Immobile stop, la Lazio in ansia
Smaltita (diciamo) la delusione azzurra, si accende il derby. E la corsa al biglietto...
Nainggolan e Immobile l'importante è esserci
Dubbi grandi così. Perché riguardano due pezzi da novanta come Radja...
Roma-Lazio, vigilia ad alta tensione. A Ponte Milvio "prigionieri in casa"
«Torneremo a essere ostaggi in casa nostra. Con questa amministrazione non siamo...
Roma, tutto esaurito sulla destra
Partiamo dalla scorsa estate: Mahrez, Mahrez, Mahrez. Poi, niente. Arriva Schick,...
 Gio. 16 nov 2017 
Roma-Lazio, il pienone
Un derby bello non può fare a meno di uno stadio bello. E l'obiettivo può dirsi...
Roma-Lazio allarme rosso
Nervi saldi. Si dice ogni anno, ma non succede, allo stadio Olimpico ancora meno...
Ecco Maldini, per far finta di cambiare
La montagna anche stavolta partorisce un topolino. E se è vero che in Federcalcio...
Dai veterani ai debuttanti. Una colonia in cerca di gloria
Il derby è un'onda lunga di emozioni che non schiva nessuno. Da chi conosce benissimo...
La Nostalgia di Totti. L'uomo dei record stavolta non ci sarà
Presente ma assente. Sarà un sabato strano, quello di Francesco Totti. Il suo primo...
Prima eroe Lazio. Ora star alla Roma: Kolarov, l'uomo dei due derby
In questi ultimi giorni, nel tragitto che dal Torrino lo porta tutti i giorni a...
Il derby è anche politico
È il settimo anno che si sfidano ma la crisi è iniziata molto prima. Anzi, c'è sempre...
Strootman e Nainggolan pronti
Lo scorso anno hanno deciso il derby d'andata, ora puntano ad essere di nuovo protagonisti:...
Roma, roulette russa
Vivono due anime a Trigoria, nel rush finale che porterà al derby di sabato. Da...
Così Di Francesco ha reso la Roma un bunker collettivo
Presentato come uno zemaniano di ferro, Eusebio Di Francesco ha reso la Roma un...
De Rossi e Parolo in relax prima di buttarsi nel derby
La valanga che ti viene sopra e tu che non sai cosa fare, quando fare, come fare....
Strootman: "È un derby tosto e senza favoriti"
Contro la Lazio è stato protagonista in positivo e in negativo. Dal gol che ha permesso...
Nuovo ct: sale Ancelotti, vincente e amico di tutti
Ora il toto nome è ufficialmente aperto. Con un (grande) favorito, e alternative...
 
    1   2   3   4   5   6       >   >>