facebook twitter Feed RSS
Martedì - 23 ottobre 2018
Mappa Cerca Versión italiana
RomaForever.it
HOME NEWS FORUM SQUADRA CAMPIONATO CHAMPIONS LEAGUE EUROPA LEAGUE COPPA ITALIA
 
SHOP AMICHEVOLI CALCIOMERCATO FORMAZIONI PALMARÉS SUPERCOPPA ITALIANA CONTATTACI LAVORO
 

Strappa e servi. E' il Radja style

Lunedì 06 novembre 2017
Le traiettorie di Nainggolan, in campo come nella vita, sono meravigliosamente stravaganti. Andate a rivedere il quarto gol della Roma per capire: soltanto un calciatore con le sue caratteristiche può sradicare il pallone a un avversario (Veretout) con la complicità di Defrel, voltarsi e disegnare una parabola radiocomandata che taglia il campo andando a finire dove un compagno solo soletto, Perotti, può festeggiare il gol che chiude la partita. Non è solo un assist. E' un Nainggoassist. Una cosa che nemmeno possono pensare atleti che, oltre alla destrezza, non posseggono la sua straripante forza fisica.

TUTTO - Ha giocato una partita da mostro, a Firenze, tanto per dimostrare al signor Roberto Martinez che non aveva sbagliato a richiamarlo in nazionale. In settimana aveva fatto discutere l'intervista del ct del Belgio, che si lamentava del rendimento non soddisfacente del giocatore della Roma: «Per me è un numero dieci più di una mezz'ala ma con noi non è andato al massimo». Ora: a parte che Di Francesco ha risposto al collega con ironia («Per me il numero dieci si può dare anche a una mezz'ala»), in questo weekend di festa romanista si può affermare senza timori di smentita che la questione del ruolo sia un falso problema. Non è una questione di dieci metri in più o in meno. Se Nainggolan riesce a esprimere il suo calcio fatto di atletismo e qualità, di possessi guadagnati (10 contro la Fiorentina: record della sfida) e rilancio dell'azione offensiva, un allenatore può schierarlo anche in porta: prima o poi troverà lui da solo, nella sua corsa anarchica, la posizione dove comportarsi meglio per il bene della squadra.

PERICOLOSITA' - Ieri è stato mezza squadra, anche nel caotico primo tempo in cui la Roma faticava a tenersi in equilibrio. E' entrato di prepotenza nella prima rete di Gerson. Ha lottato per sostenere un centrocampo poco brillante. E ha cercato anche il tiro senza fortuna. Gli mancano ancora i gol, è vero. Ne ha segnato solo uno in questa stagione, contro il Verona. Ma fa parte del suo modello di telaio: anche lo scorso campionato, chiuso a quota 11 con Spalletti, Nainggolan era a quota uno a questo punto del cammino (al Sassuolo di Di Francesco guarda caso). Avrebbe segnato il secondo addirittura alla quindicesima giornata, contro la Lazio. Pensando al derby che arriva giusto dopo la sosta, è certamente un ricordo di cui tener conto nelle valutazioni sulla sua efficacia offensiva. «E poi Radja è stato spesso pericoloso, ha avuto delle occasioni per segnare» osserva Di Francesco, entusiasta della sua Roma che ha ripreso a segnare a raffica senza il contributo realizzativo del suo attaccante migliore, Dzeko, senza reti da cinque partite. Il collettivo funziona a prescindere dai singoli, se i singoli non si chiamano Nainggolan.
di R. Maida
Fonte: Corriere dello Sport

Rassegna Stampa - Le Ultime News

 
    1   2   3   4   5   6       >   >> 
 
Notizie di Oggi
 Lun. 22 ott 2018 
Una Roma in cerca di reazioni: solo 3 volte è riuscita a rimontare
La squadra di Eusebio Di Francesco è andata sotto 20 volte e in tre occasioni è riuscita a ribaltare lo svantaggio iniziale, poi tre pareggi e tutte sconfitte
Roma, avanti con DiFra
Non l'ha abbattuto la prima tempesta stagionale e non sarà una pioggia qualunque...
Roma, cinque anni per tornare a Zeman
La politica delle plusvalenze ha garantito stabilità, ma è rischiosa. Dopo il primo Garcia un calo costante: ora la squadra è nuovamente ai livelli 2012
Roma, telefonata Monchi-Pallotta. Voci sull'addio del diesse a fine stagione
Lo spagnolo non gradisce che il primo consigliere sia ancora Franco Baldini: il Siviglia lo vorrebbe, così come il Barcellona
Il boss: "Allo Stadium entra tutta la Calabria unita"
Gli affari della 'ndrangheta nella curva della Juventus non si sarebbero fermati...
Dzeko, niente multa per la sfuriata
I dirigenti l'hanno considerato una cosa di campo,la sfuriata di Edin Dzeko davanti...
Per il Cska venduti 8 mila biglietti
Nella partita di Champions League tra Roma e Cska Mosca, in programma domani alle...
Roma-Cska, allerta ultrà vigilia ad alta tensione
Atterreranno già oggi nella Capitale i primi tifosi russi del Cska Mosca che domani...
Eusebio, quattro gare per esonerare la crisi
C'è chi dice che è incapacità. Forse, però, è soltanto confusione. Di certo, più...
La Roma va indietro tutta
A casa Di Francesco. Nel calcio è così, se vi piace. Facile a dirsi e a farsi. Ed...
Cska, lo strano caso di capolista outsider
A sorpresa primo nel gruppo G, il Cska Mosca che si presenta domani sera all'Olimpico...
Doppia sfida dorata: contro il CSKA ballano tra i 20 ed i 22 milioni
Tra i venti ed i 22 milioni di euro, non certo una cifra banale. Sono i soldi che...
Coric, Luca Pellegrini, Kluivert e Bianda: sono solo meteore?
(...) Il poker di ragazzi su cui si è puntato parecchio in estate - destinati, se...
Cska, Napoli e Fiorentina: il futuro in quattro partite
(...) Il fantasma di Garcia insegue Eusebio Di Francesco. Non si parla di un clamoroso...
Baldini c'è ancora. È lui a salvare Difra dall'ira di Pallotta
Aveva annunciato le dimissioni, ma alla prima occasione utile era di nuovo, regolarmente...
Lo "straripante" Freddi Greco scoperto da Conti
Raccontano che un altro così completo in Primavera non ci sia. È Freddi Greco a...
 Dom. 21 ott 2018 
Dzeko furioso con De Sanctis per... l'erba del campo
Il bosniaco nervosissimo nei momenti dell’espulsione di Milinkovic-Savic: frasi irripetibili e una bottiglietta lanciata lontano
Roma-Spal 0-2, Le Pagelle dei Quotidiani
SERIE A: ROMA-SPAL 0-2 LE PAGELLE DEI MAGGIORI QUOTIDIANI NAZIONALI ITALIANI
La Roma incompiuta: tanti giovani e nessun leader
C'è un sentimento infido, probabilmente incosciente, in Eusebio Di Francesco quando...
Altro che fortino: Olimpico terra di conquista
La prima sconfitta casalinga di questa stagione fa riaffiorare l'incubo Olimpico...
Nervi, stanchezza e due gol divorati: Dzeko rivede il tunnel
In 5 giorni è cambiato tutto. Difficile pensare che l'Edin Dzeko meraviglioso di...
E' tornata Rometta: crisi di crescita, molle, distratta. E DiFra sbotta
La crisi sembrava alle spalle, ora la Roma ritorna quasi al via. Nn un colpo, le...
 
    1   2   3   4   5   6       >   >>