facebook twitter Feed RSS
Lunedì - 20 novembre 2017
Mappa Cerca Versión italiana Inglés versión
RomaForever.it
Home News Forum La Squadra Campionato Champions League Europa League Coppa Italia
Shop Amichevoli Calciomercato Le Formazioni Palmarés Supercoppa italiana Contattaci Lavoro
 

La montagna giallorossa

Domenica 05 novembre 2017
Più che una partita sarà una battaglia, di muscoli, di gambe, di nervi. Fiorentina-Roma è il primo gala della stagione al Franchi e capita in un momento particolare. Si sfidano la quinta (i giallorossi) e la settima (i viola) e, almeno secondo il responso della classifica, il divario non dovrebbe essere enorme. E invece lo è per tanti motivi, tecnici e psicologici. La sconfitta di Crotone ha ricacciato indietro la Viola, riannodato il filo dell'amarezza, gettato acqua a catinelle sul fuoco dell'entusiasmo che tre vittorie consecutive (Udinese, Benevento e soprattutto Torino) avevano acceso. Ma la fiammella, evidentemente, era troppo flebile. La Roma, invece, arriva al Franchi dopo aver vinto 11 trasferte consecutive (7 con Spalletti e 4 con Di Francesco) e soprattutto con il morale alle stelle per aver appena stracciato 3-0 il Chelsea di Conte in Champions League e aver ipotecato il passaggio agli ottavi di finale.

Di Francesco nella scorsa primavera è stato vicino alla Fiorentina, quanto è difficile da dirlo. Di sicuro il colloquio con Corvino non è andato bene e con il senno di poi non è difficile capirne i motivi. Eusebio, dopo il Sassuolo, non voleva ripartire daccapo e nella sua testa il ritorno a Roma era un desiderio troppo forte da tenere a bada. Noi, ora, siamo felici con Pioli, ma non possiamo evitare di evidenziare i meriti di Di Francesco, troppo frettolosamente considerato zemaniano e invece più paragonabile a Spalletti, da cui ha ereditato i giallorossi o perfino a Trapattoni, se consideriamo che la Roma ha la miglior difesa del campionato. Equilibrio, compattezza, verticalizzazioni, il calcio di DiFra è semplice e letale, non inventa niente ma riesce a trasmettere valori significativi al suo gruppo: tutti per uno e uno per tutti. La Roma, in questa stagione, ha perso solo due partite, entrambe all'Olimpico, una per sfortuna con l'Inter, l'altra contro l'abbagliante Napoli di Sarri. Ma fuori vince con regolarità svizzera: a Bergamo e a Benevento, a San Siro contro il Milan di Montella e poi a Torino con i granata di Mihajlovic, facendo rosolare gli avversari e colpendoli al momento giusto. 8 gol fatti e soprattutto zero subiti. La forza, in questo momento, è rappresentata dal gioco sugli esterni, i giallorossi volano con le ali Perotti, che ha ritrovato la condizione del Genoa e El Shaarawy, che vive il suo miglior momento da tanti anni a questa parte. Dzeko, a digiuno da quattro partite, è un esamone per la distratta difesa della Fiorentina.

In teoria, diciamolo con sincerità, sembra difficile per la Viola uscire indenne dal primo big match al Franchi. Anche perché, almeno sino adesso, le prime cinque hanno fatto un campionato a parte, lasciando alle altre soltanto la miseria di 6 punti su 162. Pioli, peraltro, ha parecchi problemi da risolvere: l'infortunio di Laurini mette a repentaglio la già scadente tenuta difensiva e il forfait quasi certo di Thereau toglie imprevedibilità e pericolosità all'attacco. Andiamo ad affrontare l'Everest con un tridente di ragazzi, generosi ma inesperti: Gil Dias-Simeone-Chiesa. Bisognerà giocare da squadra e cercare, una volta tanto, di fare la partita sugli avversari, non concedendogli metri per le ripartenze e spazi per le percussioni centrali. Servirà attenzione (quella che è mancata a Crotone), grinta, concentrazione e mantenere il ritmo alto. Fondamentale sarà vincere più scontri individuali possibili e giocare bene tecnicamente. La rabbia dei giovani, che sicuramente non mancherà, può trasformarsi in energia liquida, a patto che venga bene incanalata e non diventi un'arma a doppio taglio. E poi grande capacità di soffrire per tutti i novanta minuti, senza cali di tensione. Dura sarà dura. Ma, come dice Pioli, nessuno è imbattibile. E allora, forza e coraggio.
di A. Bocci
Fonte: Corriere Fiorentino

News

 
 <<    <      1   2   3   4   5   6       >   >> 
 
 Gio. 16 nov 2017 
Il derby è anche politico
È il settimo anno che si sfidano ma la crisi è iniziata molto prima. Anzi, c'è sempre...
Strootman e Nainggolan pronti
Lo scorso anno hanno deciso il derby d'andata, ora puntano ad essere di nuovo protagonisti:...
Roma, roulette russa
Vivono due anime a Trigoria, nel rush finale che porterà al derby di sabato. Da...
Così Di Francesco ha reso la Roma un bunker collettivo
Presentato come uno zemaniano di ferro, Eusebio Di Francesco ha reso la Roma un...
De Rossi e Parolo in relax prima di buttarsi nel derby
La valanga che ti viene sopra e tu che non sai cosa fare, quando fare, come fare....
Strootman: "È un derby tosto e senza favoriti"
Contro la Lazio è stato protagonista in positivo e in negativo. Dal gol che ha permesso...
Nuovo ct: sale Ancelotti, vincente e amico di tutti
Ora il toto nome è ufficialmente aperto. Con un (grande) favorito, e alternative...
 Mer. 15 nov 2017 
Malagò: "Sarebbe clamoroso se progetto Stadio della Roma non andasse in porto. Tavecchio..."
Il presidente del Coni ha parlato dell’impianto voluto da Pallotta, attualmente in discussione in Conferenza dei servizi
Bonolis: "Inter? Farà a schiaffoni con Lazio e Roma per il terzo posto"
Paolo Bonolis, showman televisivo e tifoso dell'Inter, parla della squadra di Luciano...
Italia-Svezia, De Rossi sul pullman avversario: "Scusateci per i fischi durante l'inno"
L'Expressen racconta il bellissimo gesto del centrocampista dopo la partita di San Siro. Il difensore Jansson: «Uno dei momenti più belli della mia carriera, che gentiluomo»
Passaggio completato, il Parma è cinese
Firme dal notaio con Lizhang che conferma Crespo vicepresidente
Tavecchio: "Per la nazionale al vaglio nomi importanti"
Lunedì Consiglio federale
Figc: Ventura non è più ct dell'Italia
Tavecchio non lascia, farà proposte da sottoporre al Consiglio
Roma, Nainggolan migliora e spera nel derby. Strootman: "Nessuna favorita"
Domani provino fisico per il centrocampista belga. L'olandese spera di giocare titolare: "Momento buono per noi e per la Lazio". In 53 mila sabato all'Olimpico
Biglietti ultrà, il processo Agnelli rinviato al 4 dicembre
Il processo ad Andrea Agnelli innanzi alla Corte d'Appello della FIgc per i rapporti...
Fallimento Italia, Tommasi abbandona il vertice in Figc: "Tavecchio non si dimette"
Il presidente incontra tutte le componenti con una proposta anticrisi: niente dimissioni, ma un progetto di rinascita da condividere.
STROOTMAN: "Il derby è una gara speciale. Quest'anno non c'è una squadra favorita"
Kevin Strootman, centrocampista della Roma, dopo la gara vinta dall'Olanda per 3-0...
TRIGORIA 15/11 - Recuperato Peres, a parte Nainggolan, differenziato per Schick
ALLENAMENTO ROMA - Riscaldamento atletico e lavoro tattico.
Calciomercato Sadiq, a fine mese summit tra Torino e Roma per il futuro del nigeriano
Il futuro di Umar Sadiq è di nuovo in bilico. L'attaccante nigeriano in prestito...
LAZIO, seduta tattica in vista del derby. Scarico per Immobile e Parolo
La Lazio prosegue la preparazione in vista del derby con la Roma. Questa mattina...
Ventura alle Iene: "Il mio score è uno dei migliori degli ultimi 40 anni"
Il ct azzurro: «Ho perso solo due partite in due anni» (in realtà sono tre)
ACCORDO ROMA-Volvo Car. Gandini: "Il gesto di De Rossi è stato un segnale della volontà dei ragazzi"
È in programma per oggi la conferenza stampa di presentazione del nuovo accordo...
Tavecchio-Lotito-Ventura. La mia Roma è differente
Scusate, ma chi ce l'ha messi? Chi li ha votati? Chi ha fatto sì che Tavecchio diventasse...
Bruno Conti: "La mia Italia era il calcio e l'intero Paese"
Bruno Conti, hall of famers della Roma e Campione del Mondo con l'Italia nel 1982,...
De Rossi, l'immagine di un ammutinamento annunciato
L’immagine di Daniele che discute con il prof Gianni Brignardello è la foto della distanza tra la gestione tecnica e il gruppo
Roma, da Dzeko a Florenzi, il derby non parla russo
Un derby di rivincite. Non sono in pochi, a Trigoria, che escono delusi dalla corsa...
Oggi il vertice Figc, Tavecchio verso la conferma. Ventura tratta la buonuscita
È oggi il giorno X del calcio italiano, in cui verrà deciso molto del nuovo ciclo...
Italia, Ancelotti aspetta: l'idea di fare il ct non è più lontana
Pendolare di gran lusso tra la pesca ai salmoni a Vancouver, l'Italia e Londra. Carlo ha da tempo un obiettivo: partecipare ai Mondiali del 2022
Cagni: "Io, Eusebio e Simone. Tutto cominciò a Piacenza"
Cosa c'entra Piacenza con il derby di Roma? C'entra eccome. Perché Eusebio Di Francesco...
 
 <<    <      1   2   3   4   5   6       >   >>