facebook twitter Feed RSS
Venerdì - 24 novembre 2017
Mappa Cerca Versión italiana Inglés versión
RomaForever.it
Home News Forum La Squadra Campionato Champions League Europa League Coppa Italia
Shop Amichevoli Calciomercato Le Formazioni Palmarés Supercoppa italiana Contattaci Lavoro
 

Juan Jesus Superstar, il titolare in più: la resurrezione del difensore brasiliano è tornato a gioca

Il brasiliano è tornato a giocare a grandissimi livelli grazie a Di Francesco e ora si sta prendendo la rivincita nei confronti di chi lo criticava
Venerdì 03 novembre 2017
Chi mai l'avrebbe detto? Juan Jesus in copertina, protagonista in una Roma che si presenterà a Firenze con il biglietto da visita della miglior difesa del campionato. Con il brasiliano in campo in sette partite su dieci, sei da titolare, più le quattro di Champions in cui ha sempre risposto presente. Appunto, chi l'avrebbe mai detto? Soprattutto ricordando tutto quello che è stato detto e scritto di questo brasiliano che ha ancora soltanto ventisei anni e un grande futuro dietro le spalle. Scritto e detto sin da quando è sbarcato in Italia, Milano, casa Inter, dove quando lo hanno visto andare via hanno festeggiato a champagne. Magari, adesso, vedendo Juan Jesus versione romanista, stanno rimpiangendo i soldi spesi per lo champagne.

Perché con Di Francesco, il ragazzo brasiliano sta tornando a giocare a livelli da protagonista, gli stessi che, a vent'anni, ne avevano fatto uno dei prospetti difensivi migliori nel pianeta, campione del mondo con l'Under 20 brasiliana nel 2011, argento olimpico a Londra nel 2012, le stimmate che sembravano quelle di un predestinato. Non è stato così. Ma ora il brasiliano si sta prendendo tutte le sue rivincite. Con la maglia della Roma che ha voluto come nessun'altra. Nonostante nel momento in cui l'Inter decise di venderlo, si fossero presentati diversi club per acquistarlo. Tra questi pure la Juventus che lo vedeva bene nella difesa a tre bianconera.

Peraltro il benvenuto a Roma tutto è stato meno che un tappeto rosso. Complici anche le pernacchie con cui fu salutato dalla tifoseria nerazzurra. La Roma lo aveva trattato anche l'anno precedente all'estate del 2016 data del suo arrivo a Trigoria, ma la quotazione fissata dall'Inter per il cartellino, aveva consigliato la dirigenza giallorossa a lasciar perdere. Il secondo tentativo fu fatto nel mercato di gennaio del 2016, era appena arrivato Spalletti che spinse per definire l'affare. Non si chiuse sempre per una questione di soldi. Fino, appunto, al luglio del 2016, quando con un comunicato la società giallorossa ne ufficializzò l'arrivo con la formula del prestito oneroso a due milioni, più l'obbligo di riscatto a otto a determinate condizioni. Che poi condizioni non erano perché l'obbligo scattava a salvezza raggiunta dai giallorossi. Appunto, Jesus era un giocatore della Roma.

Furono pernacchie per la società subito dopo l'acquisto del giocatore. Subito etichettato come uno scarto dell'Inter, giocatore scarso, inutile per un progetto che voleva essere vincente. Jesus non ha fatto una piega. Conquistato subito dalla città, felice di viverci e di veder nascere qui il suo secondo figlio. Ma la bocciatura era stata fatta e, con la complicità anche di parecchi organi di informazione non solo cartacei, non c'era verso almeno di aspettare di vedere le prestazioni in campo. Eppure già nella stagione con Spalletti, il brasiliano qualche risposta positiva l'aveva data, basti pensare alla vittoria sul campo del Napoli, con Jesus spostato sulla corsia sinistra capace di annullare un giocatore come Callejon. Niente da fare, bocciato era stato, bocciato rimaneva.

Nel suo ritorno a una considerazione perlomeno onesta, un ruolo decisivo l'ha avuto l'arrivo di Di Francesco in panchina. Il tecnico con il brasiliano ha cominciato a lavorarci sin dal ritiro a Pinzolo, facendogli capire che ci sarebbe stato spazio pure per lui. Jesus ha risposto nel modo migliore possibile, mettendosi a disposizione della squadra. Ha perso le staffe solo in un'occasione, dopo la partita contro l'Inter del 27 agosto quando, con grande disponibilità, accettò di giocare esterno destro difensivo perché tutti i compagni di ruolo erano in infermeria. La Roma la perse quella partita, Perisic a destra fu decisivo, e ripartirono gli insulti via social. Jesus ci rimase male. Soprattutto dopo aver letto quello scritto da un minorenne, in cui gli insulti andavano ben oltre la decenza. Rispose querelando i genitori. E tornando a lavorare sodo in campo e a trascorrere il tempo libero in famiglia, coccolandosi il figlio e giocando con i suoi due cani. E, quando ce ne è bisogno, facendo le cose di casa, montare un mobile, curare il giardino, cucinare.

Chi l'avrebbe mai detto? Ora per lui è arrivato il tempo delle rivincite. Ha risposto con una serie di prestazioni da voto alto in pagella, ultima quella contro il Chelsea in cui, in coppia con Fazio, ha rappresentato un muro invalicabile per gli attaccanti del Chelsea. È migliorato sotto tutti i punti di vista, in particolare in quello della concentrazione che troppo spesso in passato è stato il suo tallone d'Achille. È diventato un titolare in più nella miglior difesa del campionato. L'augurio è che se ne siano accorti tutti. Anche se la mamma degli imbecilli è sempre incinta.
di P. Torri
Fonte: Il Romanista

Comunicato - Le Ultime News

 
    1   2   3   4   5   6       >   >> 
 
Notizie di Oggi
 Gio. 23 nov 2017 
Pareri positivi, lo stadio si può fare
Domani arriverà il «sì» e lo Stadio della Roma di Tor di Valle passerà da progetto...
 Lun. 20 nov 2017 
Quell'urlo internazionale. Da Roma a New York e in Australia: i romanisti di tutto il mondo esultano
L'urlo Roma è trasversale, internazionale. E' partito dai boati dell'Olimpico per...
 Gio. 16 nov 2017 
Roma, accordo con Uber. Tassisti in rivolta e sabato c'è il derby...
La partnership della società giallorossa ha scatenato i tassisti, che ora minacciano una manifestazione in coincidenza col derby
 Mer. 15 nov 2017 
Tavecchio: "Per la nazionale al vaglio nomi importanti"
Lunedì Consiglio federale
Fallimento Italia, Tommasi abbandona il vertice in Figc: "Tavecchio non si dimette"
Il presidente incontra tutte le componenti con una proposta anticrisi: niente dimissioni, ma un progetto di rinascita da condividere.
 Mar. 14 nov 2017 
Torna la Roma e i tifosi si preparano: derby, arriviamo. Poi Metropolitano
Sarà pienone. Con la Lazio c'è posto solo in Tribuna. Da mercoledì mattina la vendita libera dei biglietti per la trasferta contro l'Atletico Madrid
Calciomercato Roma, il Betis ha il controllo di Sanabria
"L'AS Roma comunica di aver sottoscritto con il Real Betis Balompié il contratto...
 Sab. 11 nov 2017 
Nainggolan e la Nazionale maledetta. Per il derby ci vorrebbe un miracolo
La buona notizia è che, il giorno del suo trentaduesimo compleanno, Aleksandar Kolarov...
 Ven. 10 nov 2017 
Uefa, Evra squalificato fino al 30 giugno 2018 Il Marsiglia ha rescisso il contratto
Il calcio al tifoso prima della gara della scorsa settimana contro il Vitoria Guimarãescosta...
Bollettino medico: Nainggolan
La nazionale belga ha comunicato che Radja Nainggolan ha riportato una lesione all'adduttore...
 Gio. 09 nov 2017 
Caso Ljajic, la Roma fa ricorso al Coni contro Fiorentina, FIGC e Lega
Premio rendimento calciatore Ljajic, l'AS Roma ricorre contro C.F. Fiorentina, FIGC e LNPA
 Dom. 05 nov 2017 
Genoa esonera Juric, arriva Ballardini
Come successore è indicato Ballardini, attesa per annuncio
Franchi, oggi c'è il pienone. Sciopero in curva Fiesole contro le multe agli ultrà
Una domenica d'altri tempi. Non solo per l'orario, quello delle 15 per una sfida...
 Sab. 04 nov 2017 
Monchi: "Juve, Napoli e Inter da titolo, ma la mia Roma c'è. Ve lo dice un ds con la tuta"
L'ambizione, la cura dei rapporti, la vicinanza, il lavoro, la passione. A Siviglia...
 Gio. 02 nov 2017 
Lazio-Udinese, riapre la curva Sud per gli abbonati della Nord a 8 euro
L'iniziativa è simile a quella di Lazio-Cagliari, all'indomani della quale vennero rinvenuti gli adesivi antisemiti
 Ven. 27 ott 2017 
Craksdorp, la maledizione crociati ha colpito l'olandese
La maledizione del crociato colpisce ancora. E pure stavolta per la Roma è una mazzata....
 Gio. 26 ott 2017 
Karsdorp shock, rottura del legamento crociato: "Un sogno che si è trasformato in incubo"
Domani il calciatore si sottoporrà a un intervento di chirurgia artroscopica
 Mer. 25 ott 2017 
Insulti antisemiti, gli Irriducibili rinunciano alla trasferta di Bologna
Nessun match da tifare a Bologna per gli ultrà della Lazio. Dopo il caso del fotomontaggio...
 Mar. 24 ott 2017 
Roma-Crotone I Convocati
I convocati di Di Francesco per Torino-Roma
Biglietto speciale da 1 euro. Così sono entrati gli ultrà
Assenti per squalifica dal solito posto, presenti per un escamotage dall'altra parte...
Anna Frank romanista. L'ultimo oltraggio degli ultras della Lazio
Il primo anticipo di derby romano, previsto per il prossimo 18 novembre, è un gesto...
 Sab. 21 ott 2017 
Torino-Roma I Convocati
I convocati di Di Francesco per Torino-Roma: non c'è Fazio
Da Ljajic a Iago fino a Mihajlovic: il Torino punta sulla fiera dell'ex
Nel Torino non ci sarà Belotti, ma non mancheranno i pericoli che hanno i volti...
 Sab. 14 ott 2017 
Partnership tra la Roma e l'Ente del Turismo Egiziano in Italia
Di seguito il comunicato: L'Ente del Turismo Egiziano in Italia e AS Roma annunciano...
 Gio. 12 ott 2017 
Pellegrini recuperato, ma El Shaarawy è out
Non c'è pace per Di Francesco. Nemmeno il tempo di gioire per il rientro in gruppo...
 Mar. 10 ott 2017 
La curva Primavera annuncia lo sciopero del tifo per Torino-Roma
Nei primi trenta minuti della partita contro la Roma, in programma il prossimo 22...
 Lun. 09 ott 2017 
Chelsea-Roma: ESAURITI i biglietti del settore ospiti
L'AS Roma informa che i biglietti per il settore ospiti messi a disposizione dal...
 Sab. 07 ott 2017 
Raddoppia il tesoro di Pallotta e Monchi: così la rosa è passata da 255 a 444 milioni
Nella ricerca del main sponsor che da qualche anno latita sulla maglietta della...
 
    1   2   3   4   5   6       >   >>