facebook twitter Feed RSS
Mercoledì - 22 novembre 2017
Mappa Cerca Versión italiana Inglés versión
RomaForever.it
Home News Forum La Squadra Campionato Champions League Europa League Coppa Italia
Shop Amichevoli Calciomercato Le Formazioni Palmarés Supercoppa italiana Contattaci Lavoro
 

DI FRANCESCO: "Questa vittoria non la chiamerei sporca. La linea difensiva si è mossa bene"

ROMA-BOLOGNA 1-0 LE INTERVISTE POST-PARTITA EUSEBIO DI FRANCESCO: "E' mancata la lucidità sotto porta"
Sabato 28 ottobre 2017
DI FRANCESCO A MEDIASET

Cosa ha detto ai ragazzi dopo questo ennesimo 1-0?
"Ho detto ai ragazzi di concentrarsi sul nostro modo di giocare. Abbiamo battuto 78 angoli senza gol e sono stato accontentato."

Tre vittorie pesantissime...
"Sporca non la chiamerei. Abbiamo creato tanto con i presupposti per fare male. Abbiamo trovato un buon Bologna che si è venuto a giocare la partita ci hanno creato difficoltà nei tagli. La linea difensiva si è mossa bene, nonostante il Bologna con le grandi ha sempre fatto buone prestazioni."

Lei non ha paura di cambiare formazione spesso...
"C'è un obiettivo comune. Stanno cercando di portare avanti il mio pensiero, di lavorare con la palla. Abbiamo sbagliato troppo nella loro metà campo e la lucidità sotto porta. Tanti presupposti positivi ma dovevamo essere più cinici per andarla a chiudere, un po' come a Crotone."

Come giudica suo figlio? Lo vorrebbe alla Roma?
"Quando va via papà può venire. E' maturato tanto e ci ha creato i più grandi problemi. Avevo difficoltà a chiamarlo Di Francesco con la squadra. Dovevamo essere bravi ad accompagnarlo o mollarlo."

Parlava dei pregi o dei difetti?
"In campo non si guarda nessuno, lui faceva la sua partita e bene. Florenzi mi ha detto che è un "rompi pallone", non si può dire. Lavori sulle qualità degli altri, Federico era un avversario e dopo la partita tornerà ad essere mio figlio (ride ndr)."

Il lavoro migliore lo hai fatto sulla linea difensiva...
"Grazie, condivido pienamente. Nulla nasce per caso, ma da alcuni concetti. Ci sono state difficoltà iniziali, come la scuola. Dal facile al difficile la squadra sta migliorando i suoi meccanismi in tutti i movimenti."

C'è grande disponibilità, corrono tutti. Strootman può fare di più?
"Dal punto di vista fisico è uno dei migliori. Ha bisogno di trovare un gol, un assist che gli dia fiducia e consapevolezza. Sono contento, il lavoro più grande per la linea difensiva lo fanno centrocampisti e attaccanti. Lo stesso Dzeko va a pressare gli uomini, sono grandi soddisfazioni. Kevin è un leader in allenamento e mi aiuta, si può migliorare, ma io sono contento."

Tre settimane intense...
"Io so solo che c'è il Chelsea martedì e servono energie. Ho fatto le scelte per arrivare a queste gare con freschezza. Non voglio guardare avanti, valuteremo partita per partita. Giocheremo col Chelsea per mantenere viva la qualificazione e magari vincere, perché noi giochiamo per quello."

*** *** ***


DI FRANCESCO A SKY

La Roma dimostra concretezza. Soddisfatto?
"Sì, abbiamo tenuto sotto controllo la partita. In particolar modo più nel primo che ne secondo, dovevamo essere più incisivi."

Fase difensiva ottima...
"Noi lavoriamo facendo credere ai ragazzi di essere importanti. Lavoriamo sulla linea difensiva, anche se non sono velocissimi sanno leggere bene le situazioni."

Dzeko non segna da quattro partita...
"Ha giocato benissimo, se lo tiene per martedì il gol (ride ndr)."

Atteggiamento ottimo, si vede il lavoro di copertura preventiva...
"Siamo stati bravi con giocatori veloci che attaccano bene gli spazi. Quando si riesce a togliere spazio e tempo agli attaccanti vuol dire che c'è lavoro anche del centrocampo e dell'attacco."

Per migliorare la fase offensiva hai in mente qualcosa per creare più occasioni?
"Cerco sempre di lavorare sul metodo, ma ultimamente ho lavorato molto sull'idea di blocco squadra, nell'attaccare tutti insieme. Lo stesso Defrel oggi ha giocato molto bene, magari può migliorare nelle ultime scelte."

Ha visto mai giocatori segnare al volo di piatto come El Shaarawy? Era uno schema?
"Lo schema era quello dell'azione prima, che pensavo potesse riuscire un po' meglio. Si fa sempre fatica a prendere i palloni spioventi sul secondo palo e ho voluto lavorarci."

Bisogna crescere sulle conclusioni dei centrocampisti?
"Spesso quando tiriamo da lontano prendiamo il palo (ride, ndr). Nel mio gioco le catene esterne sono fondamentali, siamo la seconda squadra per cross dalle fasce dopo l'Inter. Certo, ci mancano i gol dei centrocampisti."

*** *** ***


DI FRANCESCO ALLA RAI

Terza vittoria con il minimo scarto per la Roma, soddisfatto in vista del grande match con il Chelsea?
"Soddisfatto della tenuta, della ase difensiva, dell'attenzione avuta in tutta la gara. Avremmo voluta chiuderla prima, abbiamo avuto delle occasioni che dovevamo sfruttarle meglio. ma su questo dobbiamo lavorare."

Bravo suo figlio Federico, Florenzi lo ha definito un ‘rompi palloni' usando un eufemismo...
"Ha fatto una gran partita, si è disimpegnato bene ha avuto anche qualche opportunità meno male che l'ha sbagliata. Facevo fatica a chiamarlo Di Francesco a lui prima della partita con i mei ragazzi."

Quindi tiri, undici dei quali all'interno dell'area di rigore ma solo un gol. Perché?
"E' successo anche con il Crotone nella quale abbiamo calciato in porta forse di più Dobbiamo essere più precisi e cinici sotto porta, dobbiamo lavorarci di più. E' normale che è un dato che preoccupa meno quando si vince, ma quando le partite rimangono bloccate questo dato va migliorato. Vi assicuro però che sono contento della crescita della mia mia squadra che, cambiando molto riesco ad avere tanto equilibrio, squadra rimasta compatta coesa che riesce a correre sempre nelle due fasi. Sono contento."

Quando Schick sarà pronto giocherà con il doppio centravanti?
"Vedremo, ma non credo che sarà così almeno in partenza. Mi piacciono i giocatori in movimento, giocherà accanto a Edin ma non da prima punta."

Fate poco possesso palla e cercate la profondità, eppure non offrite occasioni agli avversari siete equilibrati.
"Nelle altre gare abbiamo fatto tanto possesso palla, oggi un molto meno. Abbiamo sbagliato qualche cosa nella metà campo avversaria. Il fatto che si tende a verticalizzare un po' di più sono molto contento. Il possesso lascia il tempo che trova. Ma il dato del possesso spero che rimanga con maggiori verticalizzazioni."

Un voto alla prestazione di suo figlio?
"Di consigli calcistici gliene ho dati pochi, di vita tanti. E' cresciuto tanto come uomo e questo mi a molto piacere. L'ha portato ad arrivare in Serie A con le sue forze, senza sentire il peso di essere figlio di un ex giocatore. Può fare ancora meglio non si deve accontentare, questo lo sa. Gli do un sette perché non ha segnato altrimenti gli davo 5."

Ora il Chelsea, partita decisiva.
"Partita moto importante nella quale cerchiamo di fare risultato e portare a casa i tre unti. Questo è il nostro obiettivo."

*** *** ***


DI FRANCESCO A ROMA TV

Sono arrivati i punti chiesti...
"Grande solidità difensiva, abbiamo concesso poco, nella scelta finale poi dobbiamo migliorare per concretizzare le situazioni."

Otto cambi, stesso risultato. Il livello non si abbassa mai?
"Sapevamo di affrontare una partita difficile, oggi ne avevamo davanti una con giocatori che ti mettono in difficoltà. Noi siamo stati bravi a rimediare a qualche errore, abbiamo concesso solo un'occasione al Bologna."

La vittoria sofferta dà soddisfazione?
"Dal punto di vista del gioco abbiamo sbagliato qualcosa. Abbiamo lavorato tanto nell'ultimo periodo sul salire alti e lavorare di squadra con tutti gli effettivi, cioè tutta la rosa. Loro credono in quello che sto proponendo, sapendo che qualcosa si può rischiare."

Scelta tattica di forzare all'inizio?
"Sì ma non lo volevo in maniera eccessiva. Per allungare alcune squadra gli devi mettere paura cercando di andare dietro la linea, qualche giocata di troppo è stata forzata ma sono contentissimo di questo. Hai portato una mentalità che a Roma mancava? Ho lavorato sulla testa e sul campo. Il giocatore deve credere in certe cose, e partita dopo partita abbiamo dimostrato qualcosa a partire dalla reazione del primo tempo col Napoli. A seguire poi la partita col Chelsea e tutto il resto dà più forza a tutto quello che sto proponendo."

Ha ricevuto il messaggio dalla mamma? Poi disse che la partita col Chelsea era un punto di partenza.
"Lei avrebbe voluto la vittoria della Roma con gol di Federico ma io sono contento così perché ne avevamo bisogno. Questa squadra sta crescendo. La partita di Londra ci ha dato tanta consapevolezza giocando nella loro metà campo, questa dev'essere l'identità contro qualsiasi squadra. Dobbiamo sempre cercare di dominare gli avversari."

*** *** ***


DI FRANCESCO IN CONFERENZA STAMPA

Vincere con la difesa?
"Avevo sottolineato l'importanza di non prendere gol e di essere la miglior difesa. Dobbiamo cercare di mantenere questa cosa. Per quello che creiamo un gol di più non guasterebbe, ma mi tengo stretto questa fase difensiva, riusciamo a essere abbastanza corti, qualcosa abbiamo concesso sulle ripartenze ma fondamentalmente concediamo poco e creiamo qualcosina di più. Dobbiamo migliorare negli ultimi metri."

"Era un problema alla caviglia, mi ha chiesto il cambio. Nonostante abbia sbagliato qualcosina stava disputando un'ottima gara."

Manolas martedì?
"Lo valuteremo domani e dopodomani."

Squadra compattata dalla sfortuna?
"Secondo me il gruppo lo crei nell'identità e mentalità che do io, con la voglia di fare insieme un percorso in cui non ci sono individualità ma un collettivo, sono tutti partecipi e la squadra recepisce questo tipo di atteggiamento. In questo momento della stagione ho ritenuto giusto fare diversi cambi, per poter far riposare Kolarov che ha tirato la carretta, aveva bisogno di staccare un pochino."

Palloni persi?
"Abbiamo perso qualche palla di troppo nella metà campo avversaria, nel primo tempo abbiamo fatto meglio in fase offensiva sbagliando nella scelta finale. Chi non fa non sbaglia, qualche errore ci può stare, l'importante è rimediare. Questa squadra sbaglia e se la va a riprendere."

Sua madre in tribuna?
"Sono venuti per la prima volta a vedere la partita, avevano piacere di vivere questo momento familiare e credo siano rimasti soddisfatti a metà, credo preferissero il 2-1 con gol di Federico. Mio padre è tifoso del Bologna."

Timido a parlare di tuo figlio?
"Siamo umili, guardiamo ai fatti, Sono cose che a volte si dicono quando si è a casa. Sono molto felice di Federico come uomo."

Serie A - News

 
 <<    <      1   2   3   4   5   6       >   >> 
 
 Lun. 13 nov 2017 
Strakosha, l'ex per una notte
Guantoni in alto. Già passata l'angoscia, può esultare Strakosha. E anche la Lazio...
Fermi, c'è la Roma
Prende pochi gol quando la palla è in movimento, non ne prende mai sui calci piazzati....
La difesa è schierata. Bastos, De Vrij e Radu pronti per il derby
Iniziano le grandi manovre, la difesa è pronta. Non c'è nessun allarme Strakosha,...
L'esame
La settimana è più corta ma viene dopo un'attesa quasi snervante per Eusebio Di...
Il sapore della Champions e un Olimpico quasi pieno. Roma-Lazio qualità Dop
Premesse di un buon der­by e di un derby buono. No, non è il gioco di parole...
Kolarov è già a Roma, Ninja lavora e spera
I sei giorni che separano la Roma dal derby, hanno come immagine di copertina Radja...
DiFra 3.0. Riscrivere la sua storia con la Roma
Oggi è cominciata una settimana diversa. Una di quelle speciali, che ti restano...
 Dom. 12 nov 2017 
Un derby da 55 punti: Roma e Lazio mai così in alto
Le due squadre non si erano mai sfidate con un bottino così ricco in comune dopo undici partite. La media è di 27,5 e per entrambe c'è anche un match da recuperare
Il derby mai così in alto
In ventitre anni di derby da tre punti, esattamente dalla stagione 1994-95, non...
I tecnici bocciano lo Stadio della Roma
Uffici tecnici capitolini l'un contro l'altro armati sul progetto dello Stadio della...
Roma, Dzeko si ricarica per spezzare il digiuno
Per uno che in carriera, tra squadre di club e nazionale, ha realizzato 297 reti,...
La pax dei tifosi da tutta Italia, uniti e commossi per "Gabbo"
Tra le corone di fiori arrivate da tutta Italia, ce ne era una giallorossa del gruppo...
Roma, rinnovi in vista per Florenzi e Manolas. Arriva il sì di Pallotta
Prima Manolas, poi subito dopo anche Florenzi. Sono i due rinnovi contrattuali su...
Felipe e Nani ci sono: la Lazio se la ride con due grandi novità
E' il weekend dei redivivi e lungodegenti. Tutti si sentono pronti a rientrare e...
Pellegrini avanza aspettando Radja
Non è il tipo che fa polemiche ma rimanere fuori dalla lista dei convocati di Ventura...
 Sab. 11 nov 2017 
Lazio in ansia: si ferma Strakosha
C' è un allarme anche nella Lazio a una settimana dal derby. Riguarda Thomas Strakosha,...
Kolarov aria di festa. È già pronto per la Roma
La giornata di Eusebio Di Francesco non era iniziata nel migliore dei modi, con...
All'Olimpico già prenotati 50mila posti
La vendita dei biglietti per il derby viaggia a mille all'ora, anzi al giorno. In...
Un derby senza il Ninja
Maledetta nazionale, maledetti muscoli. Radja Nainggolan passa in un attimo dal...
Nainggolan e la Nazionale maledetta. Per il derby ci vorrebbe un miracolo
La buona notizia è che, il giorno del suo trentaduesimo compleanno, Aleksandar Kolarov...
 Ven. 10 nov 2017 
Totti... un dirigente in forma. Dal gelato alla palestra: i suoi segreti
Lo storico capitano della Roma va in una palestra vicino casa e gioca a paddle, si rilassa alle terme con Ilary e rimane in forma con una dieta equilibrata. Ai dolci rinuncia con fatica, ma il pallone è (quasi) solo un ricordo
Pellegrini punta un altro pezzo di Roma. E Jesus c'è
Il lavoro sul campo, gli esercizi ripetuti, le ore di sonno, il riposo fisico e...
Schick-DiFra: chiarimento ma l'attaccante sarà multato. Ninja si ferma, Lazio a rischio
Il conto alla rovescia in vista del derby è iniziato ieri. Ma fra i giallorossi...
Sosta d'oro per Dzeko. E per Manolas il rinnovo è più vicino
Una sosta a misura di centravanti, incastrata perfettamente a metà strada tra la...
 Gio. 09 nov 2017 
Acquisti low cost, garanzie in campo: la Top11 dei giocatori per rapporto prezzo/rendimento
Il calciomercato vive di operazioni a basso costo. Fair Play Finanziario, pareggi...
Caso Ljajic, la Roma fa ricorso al Coni contro Fiorentina, FIGC e Lega
Premio rendimento calciatore Ljajic, l'AS Roma ricorre contro C.F. Fiorentina, FIGC e LNPA
Roma, Juan Jesus: "Possiamo battere chiunque". Schick a colloquio con Di Francesco
Questa mattina la Roma ha ripreso gli allenamenti a Trigoria dopo i tre giorni di...
Verso un altro rinvio. Lo Stadio è una barzelletta a cinque stelle
Roma. La chiamano "la battaglia dei ponti", ma Nassiriya non c'entra. Lo scontro,...
Torno subito
Operazione Kolarov. E' una missione riservata, da sviluppare lontano dal clamore...
Sarà un derby olimpico. Oltre 50 mila tifosi: mai così dal 2015
Dall'ultima volta con più di 52mila spettatori reali sono passati oltre quattro...
 
 <<    <      1   2   3   4   5   6       >   >>