facebook twitter Feed RSS
Lunedì - 15 ottobre 2018
Mappa Cerca Versión italiana
RomaForever.it
HOME NEWS FORUM SQUADRA CAMPIONATO CHAMPIONS LEAGUE EUROPA LEAGUE COPPA ITALIA
 
SHOP AMICHEVOLI CALCIOMERCATO FORMAZIONI PALMARÉS SUPERCOPPA ITALIANA CONTATTACI LAVORO
 

Roma, sporca ma non cattiva: miglior difesa e squadra più corretta della serie A

Venerdì 27 ottobre 2017
In attesa di Schick e del risveglio dell'attacco che oggi vive di solo Dzeko (o quasi), la Roma si sente comunque una roccia. Solida nell'atteggiamento e robusta anche negli interpreti. Perché, dopo 9 partite (ce n'è sempre una da recuperare a Marassi contro la Sampdoria), la sua difesa è la migliore della serie A: 5 gol subiti (nei principali campionati d'Europa è la terza, dietro al Barça e il Leganes che ne hanno incassati 3 e al City e allo United fermi a 4). Meglio del Napoli primo e dell'Inter seconda che, in questo turno infrasettimanale, hanno preso 2 reti a testa, con passivo per entrambe di 7 in 10 gare. La Juventus, per la cronaca, ne ha già incassati 10, cioè il doppio dei giallorossi, la Lazio addirittura 11. Di Francesco non si preoccupa per i pochi gol realizzati, 16 in campionato (8 in casa e 8 fuori) e 21 totali contando la Champions (10 di Dzeko, 7 in A e 3 in coppa): sarebbero stati di più senza gli 11 legni colpiti. Esuebio vede, invece, premiato il suo lavoro quotidiano: è l'organizzazione e non il singolo a incidere sulla compattezza che ha permesso i 7 clean sheet in 12 partite, compreso lo 0 a 0 contro l'Atletico Madrid. Alisson, insomma, è uscito dal campo 7 volte, 6 in campionato (4 su 4 fuori casa), senza prendere gol. Conta, dunque, il modo di stare in campo, prima ancora di distribuire i meriti al portiere o agli altri giocatori che, già 22 quelli utilizzati, cambiano in ogni partita (solo in 2 casi, gli stessi titolari).

DOLCE STIL NOVO - Spesso i successi della Roma sono stati etichettati come sporchi. La metà: 4 su 8. Le 3 vittorie in campionato per 1 a 0, in trasferta contro l'Atalanta e il Torino e all'Olimpico mercoledì sera contro il Crotone. E l'unica in Champions, sempre fuori casa, il 2 a 1 contro il Qarabag. Sporche, ma fino a un certo punto. Oltre che meritate, sono state soprattutto pulite. Senza rischiare di contraddirsi: pulite, cioè corrette. Perché il dato più significativo che accompagna i giallorossi sono i 10 cartellini gialli in 12 partite. Nessuna ammonizione in 4 match: quelli vinti contro il Benevento e l'Udinese (consecutivi) più l'ultimo con il Crotone. E nella partita di Londra contro il Chelsea, agonisticamente la più impegnativa. Solo a Bergamo (prima di campionato), 2 gialli: Nainggolan e Defrel. Poi al massimo 1: Jesus contro l'Inter, Perotti contro l'Atletico, De Rossi contro il Verona, Gonalons contro il Qaraba, Dzeko contro il Milan, Fazio e ancora De Rossi contro il Napoli e Alisson contro il Torino. Sanzionati, dunque, il portiere (perdita di tempo) e 8 giocatori. E nessun diffidato. Solo De Rossi (comportamento scorretto nei confronti di un avversario), fin qui, ha concesso il bis.

SERENITA' RITROVATA - La Sampdoria, stesse gare giocate (9), ha commesso meno falli della Roma (media di 10,4 a partita): 87/94. Ma nessuna squadra di A ha ricevuto 8 gialli (quella di Giampaolo, ad esempio, è già a 12, come il Napoli e peggio del Crotone che conta fino a 11). Disciplinati, quindi. Tatticamente, però. Ordinati e anche tosti. Solo il Napoli, tra le prime 5 della classifica, va in tackle come la Roma (media identica: 15, 8 a match). Di solito i contrasti aumentano nelle formazioni che devono fermare la qualità di avversarie migliori. Non a caso il Crotone è in testa nella speciale classifica (21 di media). E l'Atalanta subito dietro (19,4) perché Gasperini difende uno contro uno. Di Francesco e Sarri, invece, scelgono l'equilibrio. Che a Trigoria, a quanto pare, è anche mentale.
di Ugo Trani
Fonte: Il Messaggero

Trigoria - News

 
 <<    <      1   2   3   4   5   6       >   >> 
 
 Mar. 09 ott 2018 
De Rossi come Kolarov, guerriero con frattura
Scherzandoci su, forse un pochino se l'è tirata da solo. Ed è successo esattamente...
Adesso la Roma scopre Olsen, svedese di ghiaccio
Qualche settimana fa, a Trigoria, nessuno davvero voleva essere Robin. C'entra poco...
Malcom, quando la vita è una questione di scelte (sbagliate)
C'è chi lo attribuisce ad una questione di Karma. Altri se la cavano più semplicemente...
Roma, anche il gol fa turn over
Se segna Edin Dzeko, siamo tranquilli. Avviso ai naviganti: ci pensa lui, il bomber....
De Rossi si rompe il dito del piede. La Serbia rimanda a casa Kolarov
Ennesima tegola per Eusebio Di Francesco: al 6' della partita contro l'Empoli Daniele...
 Lun. 08 ott 2018 
PASTORE a Trigoria per un programma di lavoro personalizzato
Il centrocampista giallorosso, Javier Pastore, si è presentato regolarmente a Trigoria...
La Roma dei Pellegrini. Gli ultimi due prodotti della Cantera giallorossa
Luca e Lorenzo con tanto in comune tra loro, non solo il cognome. Un papà “calcistico”, sono ex attaccanti e hanno messo k.o. la sfortuna
Kolarov resta in Nazionale "part time"
Kolarov non si ferma. Il terzino giallorosso risponderà oggi alla convocazione della...
La nuova arma della Roma
«Quando salgono in area i più piccoli sono De Rossi e Manolas». Così Aurelio Andreazzoli...
La parabola del polpo maratoneta: Nzonzi è diventato di corsa leader
A Forse non tutti sanno che i polpi hanno tre cuori. Due pompano sangue venoso nelle...
 Dom. 07 ott 2018 
Dal 31 agosto al 6 ottobre: da una sosta all'altra passando per un ritiro
Tutto è cambiato. Una sconfitta che ci costrinse a due settimane senza sorrisi. Una vittoria (la quarta consecutiva) che di sorrisi ne regalerà molti
 Sab. 06 ott 2018 
Roma, lo spettro Andreazzoli. L'uomo che non bucava il video
Il suo "pacchetto" Roma si bucò il 26 maggio del 2013 con quel derby. "Fu un'esperienza...
Luca Pellegrini, baby fenomeno con la fascia tosta
Da Lorenzo a Luca il passo è breve. Fanno entrambi di cognome Pellegrini ma non...
 Ven. 05 ott 2018 
Roma, ecco Luca Pellegrini: il nuovo "vice-Kolarov" che disse no al Liverpool
Gli inizi da attaccante, gli infortuni, il rinnovo fino al 2022 grazie a Mino Raiola e i no alle big d'Europa. Di Francesco lo lancerà dal primo minuto contro l'Empoli
Steven Nzonzi, il leader silenzioso del centrocampo
Con lui è cresciuta tutta la squadra. Ha dimostrato di poter giocare anche insieme a De Rossi, garantendo solidità piuttosto che effetti speciali
Da Brighi a Uçan: Empoli crocevia dei doppi ex
L'ultima volta che la Roma ha vinto un trofeo, il 24 maggio 2008, Matteo Brighi...
Roma, riecco Aurelio: nemico fatto in casa
Per un periodo Aurelio Andreazzoli, avversario domani della Roma, a Trigoria fece...
 Gio. 04 ott 2018 
Calciomercato Roma, Dzeko punta il futuro: rinnovo e ruolo dirigenziale
Edin Dzeko torna a segnare, e lo fa con una tripletta da Champions che fa il giro...
Il piccolo Tommy canta l'inno dall'ospedale. Totti e De Rossi promettono... (VIDEO)
Dopo Daniele De Rossi anche l’ex numero dieci giallorosso spedisce un video messaggio al ragazzo affetto da sindrome di Down diventato famoso in questi giorni per il video di lui che canta l’inno della Roma
Roma, il futuro è in casa: ecco i ragazzi del '99
In Champions con il Viktoria Plzen erano tutti in campo. Di Francesco sta iniziando a lanciare tre 19enni che l’Europa ci invidia. E Ünder ne ha 21...
Calafiori, è scontro tra club e Raiola
La sofferenza prepara a nuove gioie: facile a dirsi. Eppure, a dispetto dell'età...
Pellegrini, simbolo della rivoluzione
Dai senatori ai giovani, il testimone è passato di mano nel derby. Il simbolo è...
Gli equivoci e alibi eliminati da Trigoria
Il comportamento da squadra e non l'interesse per il singolo. Di Francesco, senza...
Kolarov, la nazionale passa per Empoli: Luca Pellegrini pronto a giocare titolare
«Da adesso in poi, proverò a cambiare il meno possibile». La riflessione post-Plzen...
Una settimana da DiFra
Jim Carrey in un film record d'incassi del 2003 riceveva da Dio il dono di poter...
 Mer. 03 ott 2018 
Dzeko nella top 10 dei bomber giallorossi. E la media gol è da record
Per il bosniaco 77 reti complessive dopo le tre al Plzen: ora insegue Da Costa, Delvecchio e Balbo. Segna 0,5 gol a partita, meglio fecero solo Manfredini e Volk (0,6): nella Roma "moderna" nessuno come lui
TRIGORIA 03/10 - Scarico per chi ha giocato ieri. Individuale per Pastore, Perotti e De Rossi
Gli uomini di Di Francesco tornano ad allenarsi questa mattina alle ore 11:30 dopo...
EMPOLI-ROMA, Venerdì la conferenza stampa di Di Francesco
Eusebio Di Francesco, in vista della partita di Empoli di sabato sera, risponderà...
 
 <<    <      1   2   3   4   5   6       >   >>