facebook twitter Feed RSS
Sabato - 18 novembre 2017
Mappa Cerca Versión italiana Inglés versión
RomaForever.it
Home News Forum La Squadra Campionato Champions League Europa League Coppa Italia
Shop Amichevoli Calciomercato Le Formazioni Palmarés Supercoppa italiana Contattaci Lavoro
 

Roma, ultimo treno Peres. Karsdorp pronto al cambio

Sabato 21 ottobre 2017
A Torino ha vissuto forse le sue emozioni più belle in Italia, cominciando da quel coast to coast del 30 novembre 2014, quando dopo 78 metri di galoppata Bruno Peres insaccò il pallone dell'1-1 nel derby con la Juventus (poi vinto dai bianconeri in pieno recupero con un gol di Pirlo). Quel giorno l'Italia (quasi) intera si accorse di lui e la Roma gli mise gli occhi addosso. Tanto che l'allora d.s. Walter Sabatini provò a portarlo nella Capitale già nel 2015 («Sembrava tutto fatto, ma la trattativa non si chiuse», disse il terzino brasiliano), per poi riuscirci nel 2016. Quel Bruno Peres lì, quello di Torino, a Roma si è visto poco. Prorompente nella fase offensiva, sconclusionato e tatticamente indisciplinato in quella difensiva. Ora Peres torna nel suo primo stadio italiano da avversario per la seconda volta. La prima andò male, con la Roma sconfitta 3-1 e Spalletti che parlò di «menti malate», rivolgendosi ai suoi giocatori. Per Peres ci sarà un motivo in più per far bene: respingere l'imminente assalto di Rick Karsdorp, oramai in rampa di lancio.

LA STAFFETTA - Domani il brasiliano sarà ancora titolare, anche se sulla carta potrebbe essere una delle ultime volte. Almeno a stretto giro di posta. Proprio perché il presunto titolare, Karsdorp appunto, viene da due convocazioni consecutive (Napoli e Chelsea) e Di Francesco conta di buttarlo dentro la prossima settimana, in una delle due sfide con Crotone e Bologna. E se poi Karsdorp dovesse davvero essere quello che promette di essere, allora per Bruno Peres potrebbero arrivare giorni amari. A meno che il brasiliano già domani non dia un segnale importante, un colpo di coda, una prestazione d'autore come in giallorosso non ha mai mostrato. «Giocare nel Torino e nella Roma è completamente diverso, la scorsa stagione ho sofferto un po', in granata non c'è la stessa pressione - ha detto all'inizio di questa sua seconda avventura romanista -. Me lo avevano detto che Roma sarebbe stata una piazza bella ma difficile. E io voglio tornare ad essere presto quel Bruno di cui tutti si erano innamorati. Sono certo che questo sarà un anno totalmente diverso». Quelle certezze lì, però, per ora si sono in parte dissolte ed in parte rimaste proprio tra le Dolomiti, dalle parti di Pinzolo, dove Peres rilasciò queste dichiarazioni. Poi sono iniziate le partite e l'impressione di rivedere il Bruno Peres di Torino non si è mai avuta davvero. Tanto che qualche tifoso si è anche divertito ad affibbiargli soprannomi poco eleganti (Bruno Ceres su tutti, facendo riferimento alle voci sulle sue serate notturne).

ANELLO DEBOLE - Anche perché oramai gli avversari hanno capito che Bruno Peres è l'anello debole della difesa giallorossa e spesso e volentieri vanno ad insistere proprio lì. Come il Napoli, ad esempio, che nella vittoria colta all'Olimpico «lavorava» spesso e volentieri sulla sua fascia, la sinistra, quella dove il brasiliano, con l'aiuto a volte di Florenzi, provava ad arginare la catena formata da Insigne e Ghoulam. Ed anche a Londra, contro il Chelsea, del resto non è andata poi meglio. Ed allora per provare ad uscire con il bottino pieno domani da Torino c'è bisogno di un Bruno Peres diverso. Non solo bravo nell'attaccare gli spazi, ma anche capace di essere utile in fase difensiva. Altrimenti tutto quello che fa dalla cintola in su risulta vanificato da quello che non gli riesce dalla cintola in giù. Insomma, domani è anche un'occasione di riscatto per il brasiliano, la possibilità di cancellare dubbi e luoghi comuni. Anche perché fuori casa la Roma in campionato finora ha fatto benissimo, con tre vittorie su tre e neanche un gol subito. Di Francesco vuole continuare così, Bruno Peres anche iniziare una sua storia tutta nuova.
di A. Pugliese
Fonte: Gazzetta dello Sport

Serie A - News

 
 <<    <      1   2   3   4   5   6       >   >> 
 
 Gio. 02 nov 2017 
Tutti i "buchi" della mobilità per lo stadio di Tor di Valle
Mobilità e sicurezza dei tifosi e dei mezzi di soccorso ed emergenza sono a rischio...
I due volti di Gerson
Da qualche parte, in qualche tempo doveva pure essere andato disperso Gerson Santos...
I tabloid inglesi contro Conte: "Umiliato nella sua Italia"
Leggendo i tabloid inglesi di ieri, viene da sorridere quando i ‘nostri' tecnici...
 Mer. 01 nov 2017 
Manolas torna titolare contro la Fiorentina
In campo nell'ultimo quarto d'ora ieri sera, Kostas Manolas tornerà titolare domenica...
ElSha e Perotti liquidano il Chelsea. E Di Francesco passa al comando
La Roma schianta il Chelsea e mette un piede negli ottavi di Champions. Oggi sembra...
 Mar. 31 ott 2017 
La spinta e il sogno dei 55.000
È la notte dei lupi. La Roma contro il Chelsea si gioca la qualificazione agli ottavi...
Stadio, nuovo scontro sui ponti
Il messaggio è tutto fuorché criptico: «L'apertura dello Stadio di Tor di Valle...
Roma, record di infortuni. Di Francesco: "Non credo alla casualità"
«Io non credo assolutamente nella casualità, anche se in qualche situazione lo è»....
 Lun. 30 ott 2017 
Ancelotti: "Mi vedo bene su qualsiasi panchina. Anche su quella della Roma"
Carlo Ancelotti promuove a pieni voti l'impiego della video assistenza agli arbitri....
Roma, la rivincita di Di Francesco contro gli inadeguati a tassametro
Il tecnico, Alisson e la difesa stanno stravincendo il confronto con chi li aveva criticati senza un valido motivo
Roma, quella difesa dalle molte facce e pochi gol
Solo Barça e United in Europa hanno subìto meno reti della Roma. Non importa chi sia in campo: Di Francesco ha ruotato 20 giocatori
 Dom. 29 ott 2017 
Roma, partenza sprint: con Di Francesco difesa bunker
Il rendimento difensivo dei giallorossi di questa stagione è superiore a quello della squadra scudetto di Capello. Fazio rinnova fino al 2020
Calciomercato Roma, UFFICIALE: Fazio rinnova fino al 2020
L'AS Roma è lieta di annunciare che Federico Fazio ha rinnovato il proprio contratto...
Roma, notte magica per El Shaarawy: gol da sogno e cena con Totti e Del Piero
Un compleanno da ricordare quello di El Shaarawy (25 anni compiuti venerdì): il...
Stadio, il nodo dei ponti: spunta l'asse tra Pd e M5S
Le "larghe intese" Pd-M5S nasceranno in quel di Tor di Valle? La controversa operazione...
Roma-Bologna 1-0 Le Pagelle dei Quotidiani
SERIE A: ROMA-BOLOGNA 1-0 LE PAGELLE DEI MAGGIORI QUOTIDIANI NAZIONALI ITALIANI...
DiFra: "Bella prova. Mio figlio qui? Sì, quando andrò via..."
Che sia un tecnico in fiducia, lo dimostra l'audacia di un turnover che stavolta...
Stadio Olimpico. La partita ora si vede in diretta
Una svolta epocale allo Stadio Olimpico. Ieri sera, in occasione di Roma-Bologna,...
Di Francesco zittisce anche i sostenitori del "No Turn"
Maxi turnover? Macché. Di più, molto di più. Otto (otto!) cambi rispetto alla partita...
Di Francesco: "Questo 1-0 non è "sporco": Roma sempre in controllo"
Ancora una vittoria di misura per 1-0. È la terza consecutiva, la quarta in campionato....
Faraone super, la magia "alla Totti" manda in visibilio anche Francesco
Mamma che gol! Si è alzato in piedi pure Francesco Totti, che una roba come quella,...
Roma, basta ancora un gol
Un gol e via: la Roma è implacabile. In 6 giorni segna 3 reti che in classifica...
 Sab. 28 ott 2017 
DI FRANCESCO: "Questa vittoria non la chiamerei sporca. La linea difensiva si è mossa bene"
ROMA-BOLOGNA 1-0 LE INTERVISTE POST-PARTITA EUSEBIO DI FRANCESCO: "E' mancata la lucidità sotto porta”
TOTTI dopo il gol dl El Shaarawy: "Pure io li facevo così"
Dalle riprese della Lega Serie A, dopo il gol di Stephan El Shaarawy si è colto...
Roma-Bologna Le Formazioni UFFICIALI
11ªGiornata si Serie A
Rigore su Kolarov? Giusto non usare la Var
A Roma, Firenze e Benevento i rigori vengono concessi senza rivedere il replay....
Normalità Nainggolan. La Roma e il mistero di un guerriero al ribasso
Nella Roma che insegue il treno scudetto c'è un interrogativo irrisolto. Che fine...
 Ven. 27 ott 2017 
Roma, sporca ma non cattiva: miglior difesa e squadra più corretta della serie A
In attesa di Schick e del risveglio dell'attacco che oggi vive di solo Dzeko (o...
Una Roma più tosta
Sei cambi di qua, altri cinque di là. In una giornata bruciata dalla solidarietà...
Ecco Gonalons: finalmente top
Una delle prestazioni più convincenti viste tra i giallorossi nell'ultima partita...
 
 <<    <      1   2   3   4   5   6       >   >>