facebook twitter Feed RSS
Mercoledì - 12 dicembre 2018
Mappa Cerca Versión italiana
RomaForever.it
HOME NEWS FORUM SQUADRA CAMPIONATO CHAMPIONS LEAGUE EUROPA LEAGUE COPPA ITALIA
 
SHOP AMICHEVOLI CALCIOMERCATO FORMAZIONI PALMARÉS SUPERCOPPA ITALIANA CONTATTACI LAVORO
 

Kolarov, l'insostituibile. Di Francesco: "Un esempio per i giovani"

Venerdì 20 ottobre 2017
«Abbiamo indovinato un acquisto e trovato un grande uomo, un professionista vero. Vorrei farvi vedere come si allena. È un esempio per i giovani, ha una costanza di prestazione unità a una qualità impressionante. A chi è venuto in mente di prenderlo? È stata un'idea di tutti, siamo una squadra in tutto». Eusebio Di Francesco ha fatto saltare ad Aleksandar Kolarov 17 minuti su 630 in campionato (contro l'Udinese, sul 3-0 per la Roma) e gli ha fatto giocare 270 minuti su 270 in Champions League. Il difensore serbo ha risposto con prestazioni sempre convincenti e con due gol pesantissimi, contro Atalanta e Chelsea. Il commissario tecnico della Serbia, Slavoljub Muslin, non è stato da meno: 360 minuti su 360 in stagione, accompagnati da due gol contro Irlanda e Moldavia fondamentali per la qualificazione diretta al Mondiale di Russia 2018. Aleksandar Kolarov è, a conti fatti, il miglior acquisto del campionato italiano 2017- 2018: la Roma ha dovuto spendere 5 milioni di euro (più uno di bonus) finiti nelle casse del Manchester City, garantendo al giocatore un contratto triennale da 2,5 milioni a stagione. Soldi benedetti. Come ha detto il direttore sportivo Monchi: «Con Kolarov sono bastati cinque minuti per metterci d'accordo».

Quello che colpisce è la personalità del giocatore, che è molto di più di un semplice terzino. Nella Roma è una specie di regista offensivo aggiunto, oltre che un grande lavoratore. Contro il Chelsea è il giallorosso che ha toccato più palloni (99) ed è in testa in altre quattro statistiche: più cross effettuati (4), più intercetti (2), più contrasti vinti (3) e più dribbling positivi (4, con il 100% di riuscita). Per la prima volta in carriera ha segnato e servito un assist nella stessa gara di Champions League. Il gol è la traduzione sul campo del motto serbo «Lako cemo», traducibile con «Ce la facciamo facile». Con la Roma sotto 0-2, Kolarov si è praticamente fatto un auto-assist, superando Azpilicueta e lanciandosi da solo verso la porta avversaria per poi scaricare un sinistro imprendibile. Chi fa da sé, fa per tre. L'assist è arrivato, su calcio di punizione, per l‘amico Edin Dzeko: una traiettoria perfetta per il colpo di testa del centravanti bosniaco, che con Kolarov aveva già giocato nel Manchester City. Un'amicizia che dimostra come le nuove generazioni siano riuscite a convivere dopo la guerra dei Dieci anni nei Balcani. Non ci sono più tracce, intanto, dei contestatori di Kolarov per il suo passato nella Lazio (82 e 6 gol in serie A). Il romanista numero uno, Francesco Totti, è stato il primo a dare il benvenuto a Kolarov a Trigoria. «Che cosa ci fai qui?», gli ha detto ridendo e dandogli una pacca sulla spalla. Sapeva già che Aleksandar avrebbe risposto sul campo.
di L. Valdiserri
Fonte: Corriere della Sera

Trigoria - News

 
 <<    <      1   2   3   4   5   6       >   >> 
 
 Sab. 01 dic 2018 
La Roma sta con Eusebio Di Francesco: garantisce Monchi
Il direttore sportivo giallorosso ha voluto l'allenatore abbruzzese e continua a sostenerlo con una fiducia che ufficialmente rimane immutata
Bayram Tutumlu: "Monchi soffre ma resterà"
Martedì, ora di pranzo, la sera si gioca Roma-Real Madrid di Champions League all'Olimpico,...
Dal suo Eur fino al mare e i caffè pagati
Spalletti a Roma è una mappa ben definita, una città attraversata di notte, magari...
Roma-Inter: da Santon a Politano, la sete di rivincita alla fiera dell'ex
Doveva essere la partita di Nainggolan. Potrebbe diventare quella di Zaniolo. Due...
 Ven. 30 nov 2018 
Roma, quanti indisponibili: spazio a Nzonzi-Cristante in mediana
A centrocampo con gli uomini contati, Di Francesco prova a recuperare almeno per la panchina Lorenzo Pellegrini. Spezzone per Pastore?
Da Santon e Zaniolo a Spalletti e Nainggolan: Roma-Inter è la sfida degli ex
Domenica sera all'Olimpico saranno in tanti gli ex che avranno voglia di prendersi una rivincita
ROMA-INTER, domani la conferenza stampa Di Francesco
Domani alle ore 14:30 si terrà, nella sala stampa Champions di Trigoria, la...
Perotti e Karsdorp, quanti infortuni: ma il peggio è passato
In due hanno collezionato solo 237 minuti in questa stagione. Un calvario che li ha afflitti negli ultimi mesi ma ora l'argentino e l'olandese rivedono la luce
Tutti in fila per costruire davanti al nuovo stadio
Lo Stadio della Roma è in dirittura d'arrivo ma ancora non ha avuto il semaforo...
Il colpo è Zaniolo
Alla fine l'affare l'ha fatto la Roma. Se cinque mesi fa la Capitale era in lutto...
Pallotta torna al passato: la nuova sede all'Eur
Sarà la decima sede ufficiale della Roma e già solo per questo sembra poter essere...
Nainggolan costretto a saltare la sfida contro gli ex compagni
Quando Nainggolan ha lasciato il campo di Wembley al 44' del primo tempo, per un...
Roma, l'attacco è Under: contro l'Inter spazio in avanti ai giovani
Il momento della verità non riguarda soltanto Di Francesco. È chiaro che il tecnico...
 Gio. 29 nov 2018 
TRIGORIA 29/11 - Individuale per De Rossi, Coric, Dzeko, Pellegrini e El Shaarawy
ALLENAMENTO ROMA - Pastore e Perotti di nuovo in gruppo.
Pallotta pensa solo allo stadio e non c'è mai
Le attuali difficoltà della Roma hanno ragioni assai serie e riguardano in primo...
Romascapocchia. Infortuni, critiche e k.o.: la squadra perde pezzi e Pallotta si chiede perché
Romascapocchia. Infortuni, critiche e k.o.: la squadra perde pezzi e Pallotta si...
Roma, ultima chiamata
Dentro o fuori: è il significato più semplice e più diretto che si possa dare alla...
Tanti (troppi) stop muscolari. Altra stagione nera a Trigoria
Più che un'emergenza, si tratta di un'ecatombe. Difficile trovare un termine diverso...
Flessori e polpacci: ecatombe Roma
Qualcosa che non va c'è, non solo nella testa. Le spine della Roma sono anche nelle...
 Mer. 28 nov 2018 
Roma, infermeria piena per l'Inter: ma Pastore e Perotti ci provano
Di Francesco contro i nerazzurri dovrà fare a meno di Dzeko, El Shaarawy e De Rossi. I due argentini proveranno almeno a strappare una convocazione. Si ferma anche Coric
CORIC ko, fastidio al polpaccio
La Roma continua a perdere pezzi a causa di infortuni muscolari: ora anche Ante...
TRIGORIA 28/11 - Lavoro di recupero per chi ha giocato ieri
ALLENAMENTO ROMA - Terapie per Pellegrini, Dzeko ed El Shaarawy; individuale per De Rossi, Perotti e Pastore. Gli argentini vicini al rientro in gruppo
ElSha e Dzeko finiscono ko: mezza squadra in infermeria
La squadra di Di Francesco continua a perdere pezzi per strada e si ritrova in emergenza...
TRIGORIA, domani la ripresa degli allenamenti in vista del match contro l'Inter
La Roma, dopo il ko contro il Real Madrid, riprenderà gli allenamenti alle 14:45....
FLORENZI: "Ci tireremo fuori da questo brutto periodo. Non colpevolizziamo Cengiz"
ROMA-REAL MADRID 0-2, LE INTERVISTE POST-PARTITA FLORENZI A SKY Quanto fa male questa...
 Mar. 27 nov 2018 
Il paradosso di Eusebio: giocarsi il posto contro i più forti d'Europa
Eusebio Di Francesco cammina spedito, altro che passettini incerti sul filo del...
Roma e Real, l'oasi Champions contro i dolori del campionato
A parte la maledizione di Dzeko e quel dolore che potrebbe tenerlo fuori, la grande...
 Lun. 26 nov 2018 
Olsen: "Qui mi sento da Dio. Che peso l'eredità di Alisson"
Lo svedese ha raccolto il testimone del collega brasiliano ed è convinto di aver fatto la scelta giusta trasferendosi in Italia: “Città e tifosi sono meravigliosi”
 
 <<    <      1   2   3   4   5   6       >   >>