facebook twitter Feed RSS
Domenica - 16 dicembre 2018
Mappa Cerca Versión italiana
RomaForever.it
HOME NEWS FORUM SQUADRA CAMPIONATO CHAMPIONS LEAGUE EUROPA LEAGUE COPPA ITALIA
 
SHOP AMICHEVOLI CALCIOMERCATO FORMAZIONI PALMARÉS SUPERCOPPA ITALIANA CONTATTACI LAVORO
 

La Roma fa surf sull'onda slava: "Ora guai a fermarsi"

Venerdì 20 ottobre 2017
A volte, per guidarci nella testa delle persone servono le parole. C'è un modo di dire slavo - sembra nato in Serbia - che racconta il modo di approcciarsi allo sport dei campioni di quelle terre vicine ma diversissime. «Morire nella bellezza», si dice, quando il fascino del gesto tecnico supera persino quello della vittoria. Edin Dzeko e Aleksandar Kolarov, mercoledì scorso, sono andati ad un passo dall'accoppiata, perché il pareggio funambolico col Chelsea alla fine un retrogusto amarognolo lo lascia. Ma di bellezza, però, ce n'è stata tanta, visto che i due grandi sinistri del centravanti e del terzino hanno proiettato la partita nell'album di famiglia della Roma.

INSEPARABILI - Viste le loro radici il feeling tra i due, fra l'altro, è forte. Con le famiglie dividono spesso il tempo libero, ma il meglio lo danno sul campo. Un dato su tutti: dei 19 gol segnati finora dalla squadra di Di Francesco, 14 li coinvolgono in maniera diretta o indiretta: se non è la rete, è l'ultimo passaggio. Come dire, il 73,6% delle gioie giallorosse surfa sull'onda slava.

IL TOP IN CARRIERA - Se nell'undici titolare della settimana di Champions la Uefa ha inserito Kolarov ma non Dzeko, il capolavoro balistico dell'attaccante ha rubato la vetrina in tutta Europa, scomodando paragoni con gol simili di Van Basten, Batistuta, Totti e Del Piero. In attesa di far coppia con Schick (che oggi forse potrebbe tornare in gruppo), il bosniaco non cerca solo la bellezza, ma anche la prolificità, certificata dalle 59 reti segnate in 100 partite giallorosse. «Il primo gol di Kolarov è stato molto importante ci ha dato fiducia - ha detto subito Dzeko a Roma Tv -. Poi è venuto il mio. La palla l'ho presa benissimo e ne è venuto fuori forse il gol più bello della mia carriera. Ora però occorre dare continuità ai risultati. Dobbiamo avere più fiducia perché siamo forti, ma la prossima gara col Torino potrebbe essere anche più difficile».

LA RINASCITA - La concretezza che spira dalle parole del centravanti può essere che nasca anche dai primi, difficili momenti romani. «Nessuno vuole vincere più di me - ha raccontato al "Guardian"- . Le critiche quando gioco male non sono un problema. Lo sono invece gli insulti, quelli fanno male. Questo è il tempo dei social, ognuno ha la possibilità di dire in pubblico cosa pensa, non importa quanto illogica o stupida sia. Tutti possono avere un'opinione, tutti possono insultarti perché non hai giocato bene. Le persone pensano che a loro importi più che a me, ma non è vero. Non è mai facile leggere cose come queste o sentire i tifosi urlare certe cose. Sai di essere meglio di così, ma a volte è difficile cambiare le cose. Le persone non capiscono che anche noi siamo esseri umani, che abbiamo problemi anche noi».

PALLOTTA FELICE A proposito di problemi: in campo si cercano con lo sguardo e con l'istinto, sarà che per Kolarov vien naturale alzare la testa e cercare l'amico, sarà che per l'altro è statisticamente assai più probabile che un'assistenza possa arrivare dalla sinistra che non dalla (barcollante) destra. È fuori Trigoria che è più difficile trovarsi,se è vero che Dzeko vive a Casalpalocco mentre Kolarov ha deciso di godersi la sua seconda storia romana in centro. Traffico o no, Di Francesco s'è innamorato di un terzino sinistro di quelli che «vorrei farvi vedere come si allena, la sua professionalità è un esempio per i più giovani». Lui ed Edin sono le facce internazionali di una Roma che internazionale mai è stata, nell'era dei dollari. Con questi due Di Francesco ha centrato un piccolo record: è il primo tecnico della Roma ad aver chiuso il girone d'andata di Champions imbattuto. Acquisti benedetti e politicamente corretti. Prendi Kolarov, di gran lunga finora il colpo migliore dell'ultimo mercato. Walter Sabatini lo tirò via da Belgrado per 850 mila euro. Il direttore sportivo Monchi l'ha riportato qui per 5 milioni, metà dei quali già rientrati in cassa coi 5 punti Champions. Sarà per questo che, nella notte di Londra, James Pallotta il secondo abbraccio particolare dopo Edin («hai fatto un gol fantastico») l'ha riservato proprio ad Aleksandar.
di D. Stoppini
Fonte: Gazzetta dello Sport

Trigoria - News

 
 <<    <      1   2   3   4   5   6       >   >> 
 
 Mer. 05 dic 2018 
CAGLIARI-ROMA, venerdì la conferenza stampa di Di Francesco
Venerdì 7 dicembre, alle 12:45, Eusebio Di Francesco incontrerà i giornalisti a...
PELLEGRINI si ferma di nuovo: ricaduta al flessore. Domani nuovi controlli
Eusebio Di Francesco aveva riabbracciato oggi Lorenzo Pellegrini in gruppo ma rischia...
Zaniolo e Pellegrini sono l'esempio e ora tocca a Schick. Il futuro accelera
Sui social network sta diventando virale un video: lo slalom gigante con assist...
Zaniolo, la bella "svista" che fa felice la Roma
Ci sono tante persone che ogni mattina si svegliano e dicono: «Da oggi cambio vita»....
 Mar. 04 dic 2018 
Roma, il volo di Justin Kluivert: è il terzo miglior Under 21 d'Europa
L’esterno olandese dei giallorossi è salito sul podio del Trofeo Kopa, il Pallone d’oro dei giovani. A precederlo sono stati Mbappé e Pulisic
TRIGORIA 04/12 - Individuale per Pellegrini, De Rossi, Fazio e Karsdorp
ALLENAMENTO ROMA - Terapie per Dzeko, El Shaarawy e Coric
Roma, fischiata al passaggio del turno, ora goditi gli applausi
Con una partita tutto cuore la squadra giallorossa rimonta due volte l'Inter. Un pareggio che sa di svolta
La lista della Roma: mancano già otto punti
Roma, ecco i rigori non concessi o dubbi e fischiati contro. A Trigoria contano: alla squadra giallorossa mancano già 8 punti
Nicolò è l'uomo nuovo della Roma
È sulla bocca di tutti, non solo perché è il protagonista del discusso episodio...
 Lun. 03 dic 2018 
Totti e arbitro, Spalletti fuori di testa
Tornare all'Olimpico contro la Roma non è cosa semplice per Luciano Spalletti. Il...
Spalletti: "Francesco racconta tante bugie"
Stadio Olimpico, è Luciano Spalletti show. Perché questo stadio, per lui, non è...
 Dom. 02 dic 2018 
TRIGORIA, domani mattina la ripresa degli allenamenti in vista del match contro il Cagliari
Dopo il pareggio per 2-2 contro l'Inter, la Roma inizierà la preparazione in vista...
SPALLETTI: "Rocchi per me ha arbitrato bene. Non ho fatto smettere Totti e non l'ho cacciato..."
ROMA-INTER 2-2, LE INTERVISTE POST-PARTITA LUCIANO SPALLETTI: "Non ho fatto smettere Totti e non l'ho cacciato da Trigoria, c'erano tre testimoni. La Roma sapeva da un anno che non avrei firmato il rinnovo"
Roma, se ci sei batti un colpo
Toccato (si spera) il fondo del barile, si può soltanto risalire. Giusto? Non resta...
Spalletti, storia di un nemico
I pronostici non sono mai stati il suo forte. Come del resto la comunicazione. Ottimo...
Altro che plusvalenza, Zaniolo è il vero Radja nella Roma dei giovani
Quando all'inizio di giugno l'Inter decise di assicurarsi Radja Nainggolan, dalla...
 Sab. 01 dic 2018 
Bayram Tutumlu: "Monchi soffre ma resterà"
Martedì, ora di pranzo, la sera si gioca Roma-Real Madrid di Champions League all'Olimpico,...
Dal suo Eur fino al mare e i caffè pagati
Spalletti a Roma è una mappa ben definita, una città attraversata di notte, magari...
Roma-Inter: da Santon a Politano, la sete di rivincita alla fiera dell'ex
Doveva essere la partita di Nainggolan. Potrebbe diventare quella di Zaniolo. Due...
 Ven. 30 nov 2018 
Roma, quanti indisponibili: spazio a Nzonzi-Cristante in mediana
A centrocampo con gli uomini contati, Di Francesco prova a recuperare almeno per la panchina Lorenzo Pellegrini. Spezzone per Pastore?
Da Santon e Zaniolo a Spalletti e Nainggolan: Roma-Inter è la sfida degli ex
Domenica sera all'Olimpico saranno in tanti gli ex che avranno voglia di prendersi una rivincita
ROMA-INTER, domani la conferenza stampa Di Francesco
Domani alle ore 14:30 si terrà, nella sala stampa Champions di Trigoria, la...
Tutti in fila per costruire davanti al nuovo stadio
Lo Stadio della Roma è in dirittura d'arrivo ma ancora non ha avuto il semaforo...
Il colpo è Zaniolo
Alla fine l'affare l'ha fatto la Roma. Se cinque mesi fa la Capitale era in lutto...
Pallotta torna al passato: la nuova sede all'Eur
Sarà la decima sede ufficiale della Roma e già solo per questo sembra poter essere...
Nainggolan costretto a saltare la sfida contro gli ex compagni
Quando Nainggolan ha lasciato il campo di Wembley al 44' del primo tempo, per un...
 
 <<    <      1   2   3   4   5   6       >   >>