facebook twitter Feed RSS
Giovedì - 22 febbraio 2018
Mappa Cerca Versión italiana Inglés versión
RomaForever.it
Home News Forum La Squadra Campionato Champions League Europa League Coppa Italia
Shop Amichevoli Calciomercato Le Formazioni Palmarés Supercoppa italiana Contattaci Lavoro
 

La Roma fa surf sull'onda slava: "Ora guai a fermarsi"

Venerdì 20 ottobre 2017
A volte, per guidarci nella testa delle persone servono le parole. C'è un modo di dire slavo - sembra nato in Serbia - che racconta il modo di approcciarsi allo sport dei campioni di quelle terre vicine ma diversissime. «Morire nella bellezza», si dice, quando il fascino del gesto tecnico supera persino quello della vittoria. Edin Dzeko e Aleksandar Kolarov, mercoledì scorso, sono andati ad un passo dall'accoppiata, perché il pareggio funambolico col Chelsea alla fine un retrogusto amarognolo lo lascia. Ma di bellezza, però, ce n'è stata tanta, visto che i due grandi sinistri del centravanti e del terzino hanno proiettato la partita nell'album di famiglia della Roma.

INSEPARABILI - Viste le loro radici il feeling tra i due, fra l'altro, è forte. Con le famiglie dividono spesso il tempo libero, ma il meglio lo danno sul campo. Un dato su tutti: dei 19 gol segnati finora dalla squadra di Di Francesco, 14 li coinvolgono in maniera diretta o indiretta: se non è la rete, è l'ultimo passaggio. Come dire, il 73,6% delle gioie giallorosse surfa sull'onda slava.

IL TOP IN CARRIERA - Se nell'undici titolare della settimana di Champions la Uefa ha inserito Kolarov ma non Dzeko, il capolavoro balistico dell'attaccante ha rubato la vetrina in tutta Europa, scomodando paragoni con gol simili di Van Basten, Batistuta, Totti e Del Piero. In attesa di far coppia con Schick (che oggi forse potrebbe tornare in gruppo), il bosniaco non cerca solo la bellezza, ma anche la prolificità, certificata dalle 59 reti segnate in 100 partite giallorosse. «Il primo gol di Kolarov è stato molto importante ci ha dato fiducia - ha detto subito Dzeko a Roma Tv -. Poi è venuto il mio. La palla l'ho presa benissimo e ne è venuto fuori forse il gol più bello della mia carriera. Ora però occorre dare continuità ai risultati. Dobbiamo avere più fiducia perché siamo forti, ma la prossima gara col Torino potrebbe essere anche più difficile».

LA RINASCITA - La concretezza che spira dalle parole del centravanti può essere che nasca anche dai primi, difficili momenti romani. «Nessuno vuole vincere più di me - ha raccontato al "Guardian"- . Le critiche quando gioco male non sono un problema. Lo sono invece gli insulti, quelli fanno male. Questo è il tempo dei social, ognuno ha la possibilità di dire in pubblico cosa pensa, non importa quanto illogica o stupida sia. Tutti possono avere un'opinione, tutti possono insultarti perché non hai giocato bene. Le persone pensano che a loro importi più che a me, ma non è vero. Non è mai facile leggere cose come queste o sentire i tifosi urlare certe cose. Sai di essere meglio di così, ma a volte è difficile cambiare le cose. Le persone non capiscono che anche noi siamo esseri umani, che abbiamo problemi anche noi».

PALLOTTA FELICE A proposito di problemi: in campo si cercano con lo sguardo e con l'istinto, sarà che per Kolarov vien naturale alzare la testa e cercare l'amico, sarà che per l'altro è statisticamente assai più probabile che un'assistenza possa arrivare dalla sinistra che non dalla (barcollante) destra. È fuori Trigoria che è più difficile trovarsi,se è vero che Dzeko vive a Casalpalocco mentre Kolarov ha deciso di godersi la sua seconda storia romana in centro. Traffico o no, Di Francesco s'è innamorato di un terzino sinistro di quelli che «vorrei farvi vedere come si allena, la sua professionalità è un esempio per i più giovani». Lui ed Edin sono le facce internazionali di una Roma che internazionale mai è stata, nell'era dei dollari. Con questi due Di Francesco ha centrato un piccolo record: è il primo tecnico della Roma ad aver chiuso il girone d'andata di Champions imbattuto. Acquisti benedetti e politicamente corretti. Prendi Kolarov, di gran lunga finora il colpo migliore dell'ultimo mercato. Walter Sabatini lo tirò via da Belgrado per 850 mila euro. Il direttore sportivo Monchi l'ha riportato qui per 5 milioni, metà dei quali già rientrati in cassa coi 5 punti Champions. Sarà per questo che, nella notte di Londra, James Pallotta il secondo abbraccio particolare dopo Edin («hai fatto un gol fantastico») l'ha riservato proprio ad Aleksandar.
di D. Stoppini
Fonte: Gazzetta dello Sport

Trigoria - News

 
 <<    <      1   2   3   4   5   6       >   >> 
 
 Sab. 10 feb 2018 
Fair play, Alisson a rischio: "Penso solo al Benevento"
I dubbi legati a squalifiche e acciacchi — con Di Francesco proiettato alla gara...
Roma, è mal di gol. Trazione anteriore per guarire subito
Ricordate il classico atto d'accusa verso le statistiche? Se un tipo mangia due...
De Rossi, ultimo test. Peres invitato a lezioni di guida
La Roma è fiduciosa, ma i tempi saranno lunghi. Ieri a Nyon la delegazione formata...
De Rossi out, ecco Marcucci e Riccardi
Se, come sembra, Eusebio Di Francesco confermerà domani contro il Benevento il 4-2-3-1,...
 Ven. 09 feb 2018 
Ottimismo Roma per la decisione della Uefa sul bilancio. A giugno altra cessione per il pareggio
I dirigenti di rientro dopo la riunione sul Fair Play Finanziario
Alisson: "La crisi non è entrata a Trigoria, dobbiamo usare la testa. Futuro? Penso solo alla Roma"
Il portiere brasiliano non si scompone quando si parla di mercato: “Sono concentrato sul mio momento. Il mio lavoro è fare sempre il massimo”
Proibito tifare, così parlò balaustra
Se gli americani ieri sono riusciti a portare Castro a Trigoria (17 anni, Fidel...
Calciomercato Roma, ecco Castro e piace tanto pure l'altro Marquinhos
Si allena con la Primavera e spera. Nicolas Castro è a Trigoria, la Roma vuole valutarlo...
La difesa tiene in piedi la Roma
Se il problema più evidente della Roma è nella fase offensiva, e le ultime 11 partite...
Pallotta porta la Roma a Roma
La Roma cerca di riprendersi Roma. E allora: Campo Testaccio, la nuova sede dell'Eur...
Oggi il confronto con l'Uefa a Nyon
L'appuntamento è fissato nel pomeriggio a Nyon. La Roma, rappresentata dal dg Baldissoni,...
C'è l'Olimpico da espugnare
La zona Champions, da domenica al 20 maggio, va conquistata all'Olimpico. La Roma,...
 Gio. 08 feb 2018 
TRIGORIA 08/02 - Squadra tra palestra e tattica: a parte De Rossi, Schick, Gonalons e Silva
ALLENAMENTO ROMA - Doppietta per Cengiz in partitella
Calciomercato dall'Argentina: accordo col Newell's Old Boys per Castro. Il giocatore è a Trigoria
Primo acquisto per il prossimo anno: preso il 18enne Castro
Defrel, ancora niente gol con la Roma? Come Voeller, Vucinic e...
Il francese non è l’unico nella storia della Roma a dover dire “scusate il ritardo” e che al primo anno ha trovato difficoltà
Calciomercato Roma, Pellegrini fa gola a mezza Europa: contratto da rifare
La clausola fa gola a molti, il club non vuole perderlo
Non c'è Roma senza Florenzi
A volte basta un capriccio per far saltare il banco, un'attesa troppo lunga, un...
Roma in punta di svolta
Il precedente non può certo incidere sul risultato di domenica sera. Ma la Roma,...
Alisson terzo portiere in Europa per rendimento: Perotti gli chiede i guanti, la Spagna lo osserva
Con una certa apprensione i romanisti si godono il talento che si muove tra i pali...
Florenzi e la Roma senza sosta né rinnovo
La strada è lunga, verso la Champions e verso il rinnovo. Faticose tutte e due,...
Uefa, giallorossi all'esame Financial Fair Play
Domani la Roma sarà ricevuta a Nyon dalla Uefa: sul tavolo lo sforamento dei paletti...
 Mer. 07 feb 2018 
Calciomercato, la Roma blinda Pellegrini
Le vacanze post mercato sono già finite. Da oggi Monchi tornerà a lavoro a Trigoria...
La Roma va dall'Uefa: attesa per la sentenza
La Roma vola a Nyon. Stavolta però i sorteggi di Champions League non c'entrano....
Dzeko è rimasto per l'Europa, servono gol... Anche per i conti
Non c'è calciatore della Serie A che tiri di più in porta, non c'è altra fac­ cia...
 Mar. 06 feb 2018 
Roma, venerdì di fronte all'Uefa per il fair play finanziario
Tra 72 ore la Roma volerà in Svizzera per l'appuntamento fissato in agenda con l'Uefa...
Peres si scusa. Col Benevento emergenza in mezzo
Emergenza a centrocampo per la sfida col Benevento per la squalifica di Pellegrini e Nainggolan. In attacco la certezza resta Dzeko. Prezzi popolari per provare a riempire l'Olimpico
 
 <<    <      1   2   3   4   5   6       >   >>