facebook twitter Feed RSS
Mercoledì - 22 novembre 2017
Mappa Cerca Versión italiana Inglés versión
RomaForever.it
Home News Forum La Squadra Campionato Champions League Europa League Coppa Italia
Shop Amichevoli Calciomercato Le Formazioni Palmarés Supercoppa italiana Contattaci Lavoro
 

Il doppio mondo di Dzeko. "Ballerino" tra gol e fischi

Lunedì 09 ottobre 2017
Da Bascarsija arrivi a Grbavica in sette minuti di taxi, dieci massimo all'ora di punta. Domenica mattina, la Bosnia qualche ora prima ha lasciato per terra le ultime speranze di check-in per la Russia. Otto e mezza, il sole se la batte ma niente da fare, proprio come per Dzeko contro il Belgio. Vincono le nuvole, perde Edin. Di fronte allo stadio palazzoni alti alti che puzzano ancora di kalashnikov, i segni li vedi ancora, fori grandi così sulle facciate di un quartiere che di nuovo ha poco, pochissimo. Lo stadio è vuoto, ancora i segni della delusione, cartelloni tirati giù e la serranda dello shop tristemente abbassata. Dieci, venti metri più in là c'è vita. C'è un campetto dove nascono i nuovi Dzeko. È l'ora della colazione, ma la formazione giovanile dello Zeljeznicar è già lì che sgomita, amichevole di fine settimana. Sembra di vederlo, Dzeko, nelle facce di questi ragazzi. Uno di loro, Amar, è stato scelto dal Bayern Monaco per un periodo di prova. Il chiodo fisso dopo il sogno, quello di fare carriera. «Per me Edin è un punto di riferimento, magari riuscissi a fare come lui», dice Benjamin, 12 anni. «Di lui mi piace tutto, il suo modo di stare in campo, la sua tecnica, sì, tutto», sorride Tarik, mentre guarda i coetanei giocare.

DUE FACCE - Edin l'hanno pure nominato ambasciatore del calcio giovanile, a Grbavica. Lo «Zeljo» la squadra del popolo. E qui il popolo si divide. Sì, anche qui, a Sarajevo e non solo a Roma. È calcio, non è altro, pure dentro una città che fa convivere ogni mattina che si alza etnie e religioni diverse. C'è chi ce l'ha con Edin, capitano ma non condottiero di una nazionale che ha mancato il Mondiale. Incredibile a dirsi, non bastano i numeri che ne fanno il giocatore che ha segnato di più (51 gol in 86 presenze) nella storia della Bosnia. «Quando viene in nazionale non mette lo stesso impegno che mostra nei club, il Manchester City prima e la Roma ora», spiega un altro Edin, che di lavoro fa il tassista e pure lui ha gli occhi fissi sul campetto. «In Serie A è forte, duro nei contrasti, cattivo - racconta l'amico -. Qui con la Bosnia gioca in punta di piedi, a volte sembra un ballerino». Scappa una risata, sembra quasi di ascoltare Luciano Spalletti, che del Dzeko poco «strong» ne ha fatto un ritornello. Lo raccontano pure a Sarajevo, un episodio dello scorso anno, giusto dopo un Napoli-Roma. Dzeko fa doppietta, il giorno dopo a Trigoria Spalletti lo incrocia e gli chiede: «Edin, quanti gol hai fatto ieri?». E il bosniaco: «Solo due, mister». E Luciano: «Bravo, "solo" due». Ecco, chi lo critica a Sarajevo lo fa perché pretende dal centravanti quello che questo centravanti non può dare e non può fare, vincere le partite da solo. Non è Ronaldo, non è Messi, avrebbe bisogno di una squadra intorno e invece se non è un deserto è un paesino, la nazionale di Mehmed Bazdarevic.

CON PAPÀ - I brusii dello stadio Grbavica sul gol mangiato a fine primo tempo e il mancato 3-3 della ripresa raccontano questo. L'urlo al suo nome, all'annuncio delle formazioni, faceva capire altro. Due facce di una medaglia. La faccia di Edin, invece, ieri mattina all'aeroporto era triste. Solitario, ha fatto il check-in per l'Estonia e s'è rifugiato al bar del primo piano per una chiacchierata con papà Midhat. «Ho già detto tutto dopo la partita, cos'altro devo aggiungere?», ha sospirato. E sì che non s'era mica risparmiato: «C'è bisogno di professionalità, dobbiamo esserlo di più, dobbiamo imparare dai nostri errori se vogliamo crescere», ha accusato, prima di rispondere all'ennesima domanda sul futuro. «Se lascerò la nazionale dopo le qualificazioni? No, non è il momento, sono ancora giovane». Una, due, tre volte. Poi via verso Tallinn. E un po' di testa pure al Napoli. Sabato Mertens gli concederà la rivincita, Edin progetta a breve termine. Vuole un trofeo con la Roma. Più avanti, confida Sarajevo, sarà ritorno al Wolfsburg oppure Stati Uniti.
di D. Stoppini
Fonte: Gazzetta dello Sport

Trigoria - News

 
 <<    <      1   2   3   4   5   6       >   >> 
 
 Mer. 25 ott 2017 
Roma in fascia protetta. Di Francesco sale sul K2
Dunque: il K2 non è la vet­ta più alta del mondo, ma è certamente...
 Mar. 24 ott 2017 
TRIGORIA 24/10 - Sala video e tattica in vista del Crotone. Fazio in gruppo
ALLENAMENTO ROMA - Individuale programmato per Emerson Palmieri
Roma camaleonte. È una specialità di casa Di Francesco
Tre intoccabili, che partono sempre dal primo minuto: notte e giorno, sabato o domenica,...
Fazio verso il recupero. Manolas migliora, Schick c'è
Di Francesco sorride, la Roma sta per ritrovare i ministri della difesa. Fazio ha...
 Lun. 23 ott 2017 
TRIGORIA 23/10 - Palestra, lavoro tattico e doppia partitella
ALLENAMENTO ROMA - Emerson in gruppo, individuale per Fazio e Manolas
TRIGORIA, domani la conferenza stampa di Di Francesco alla vigilia della partita contro il Crotone
Archiviata la partita contro il Torino è già ora di tornare in campo. La Roma giocherà...
 Dom. 22 ott 2017 
NAINGGOLAN: "La squadra è costruita per vincere. Scudetto? Siamo lì e siamo ambiziosi"
Radja Nainggolan è intervenuto da Trigoria nel corso della trasmissione televisiva...
Roma, il ritorno di Moreno e degli altri
Il primo ad arrivare, non l'ultimo ad esordire. Moreno ha dovuto aspettare tre mesi...
 Sab. 21 ott 2017 
 Ven. 20 ott 2017 
TRIGORIA, domani la conferenza stampa di Eusebio Di Francesco
Eusebio Di Francesco tornerà a parlare in conferenza stampa alla vigilia della sfida...
Fiero dei lupi
Sono orgoglioso di voi. Con queste parole, dopo una partita bellissima ed emozionante,...
Kolarov, l'insostituibile. Di Francesco: "Un esempio per i giovani"
«Abbiamo indovinato un acquisto e trovato un grande uomo, un professionista vero....
La Roma fa surf sull'onda slava: "Ora guai a fermarsi"
A volte, per guidarci nella testa delle persone servono le parole. C'è un modo di...
 Gio. 19 ott 2017 
Trigoria, il programma della settimana
Dopo il pirotecnico pareggio contro il Chelsea per la Roma è arrivato il momento...
Allenamento Roma, si riprende domani pomeriggio con una sessione defaticante
Dopo il pareggio scoppiettante tra Chelsea e Roma, mister Di Francesco ha fissato...
 Mer. 18 ott 2017 
MONCHI: "Rüdiger? Trovato prezzo giustio, siamo tutti contenti. Se firmerei per il pareggio? No"
CHELSEA-ROMA LE INTERVISTE PRE-PARTITA MONCHI A MEDIASET L'Atletico ha pareggiato...
Effetto Eusebio
Una vigilia anomala in vista della partita contro il Chelsea a Stamford Bridge....
Flo e l'amico Cesc
Voleva essere Fabregas: «Il mio idolo da bambino». Stasera lo affronta a Stamford...
Missione Champions, Roma a casa di Conte
L'Inghilterra dove non si vince mai, il Chelsea fortissimo e ferito, la rabbia di...
Pallotta e Totti da Baldini, il consulente che muove i fili
Il messaggio subliminale che questa serata angloromanista è pronta a raccontarci,...
Due date per la sfida con la Samp
Un recupero ancora in bilico, e due (quasi) recuperati che vedono la luce. La Roma...
 Mar. 17 ott 2017 
CHELSEA-ROMA - La Roma è atterrata a Londra, Di Francesco subito allo Stamford Bridge.
Terminata la rifinitura a Trigoria, la Roma si è messa in moto per raggiungere Londra...
SCHICK, si avvicina il rientro: gli allenamenti del ceco con Defrel a Trigoria
Il colpo del mercato estivo della Roma è senza dubbio Patrik Schick, ma a parte...
Chelsea-Roma, nel 2008 finì 1-0: dove sono oggi i romanisti in campo?
Doni fa l'imprenditore, Menez gioca in Turchia: cosa fanno oggi i calciatori della...
TRIGORIA 17/10 - Riscaldamento atletico e partitella nella rifinitura
ALLENAMENTO ROMA - In gruppo El Shaarawy e Strootman
La mossa anti infortuni: niente rifinitura a Londra
Se gli infortuni «preoccupano», come dice anche il d.g. Mauro Baldissoni, allora...
 Lun. 16 ott 2017 
TRIGORIA 16/10 - Sala video e tattica in vista del Chelsea
ALLENAMENTO ROMA - El Shaarawy in gruppo, individuale in campo per Defrel e Schick
Chelsea-Roma, il programma dei giallorossi per la trasferta in Inghilterra
La Roma si prepara ad affrontare la terza gara di Champions League in programma...
E' invasione! La Curva Sud vola a Londra
Preparate una giacca a vento e l'immancabile ombrellino: si parte. La delusione...
 
 <<    <      1   2   3   4   5   6       >   >>