facebook twitter Feed RSS
Sabato - 24 febbraio 2018
Mappa Cerca Versión italiana Inglés versión
RomaForever.it
Home News Forum La Squadra Campionato Champions League Europa League Coppa Italia
Shop Amichevoli Calciomercato Le Formazioni Palmarés Supercoppa italiana Contattaci Lavoro
 

DI FRANCESCO: "È stata una prova importante, anche dal punto di vista mentale"

MILAN-ROMA 0-2 LE INTERVISTE POST-PARTITA EUSEBIO DI FRANCESCO: "Scudetto? Dobbiamo rimanere con i piedi per terra"
Domenica 01 ottobre 2017
DI FRANCESCO A MEDIASET

Grande personalità...
"Anche dal punto di vista mentale, era psicologica la parte importante. In alcune fasi della gara potevamo far meglio, siamo stati bravi ad accelerare nel momento opportuno."

La Roma c'è?
"Siamo venuti qui per prendere i tre punti e non perdere la corsa. Abbiamo una partita in meno, il che cambia dal punto di vista mentale, non aiuta, ma abbiamo vinto in Champions, a Milano e le altre, come dicevano, erano tutte facili. Sono felice che trovano i giusti automatismi."

Per lo scudetto?
"Ci teniamo volentieri dietro. Si butta tutto il lavoro per 90 minuti, contro l'Inter abbiamo perso per 20 minuti. Dobbiamo rimanere con i piedi per terra. Nonostante le numerose assenze, la squadra ha risposto bene. Tanti hanno giocato tre partite ed hanno fatto 5 ore di volo per Baku."

Quanto ti dà fastidio non aver giocato contro la Sampdoria?
"Sì, dici bene. E' solo l'aspetto mentale. Quel periodo lì ci ha fatto comodo per affrontare l'Atletico Madrid, e venivamo dalla sconfitta per l'Inter. Ci ha fatto bene per qualcosa e male per altro. Guardo la crescita della squadra che si è messa dietro. Per competere a grandi livelli bisogna essere corti e cinici al momento giusto."

Vuole salutare Montella?
"Lo scorso anno è stato il contrario. E' un amico, l'affetto va oltre. Gli auguro ogni bene."

*** *** ***


DI FRANCESCO A SKY

Il titolo è "La Roma c'è", lei che articolo scriverebbe?
"Che abbiamo dimostrato di essere squadra in una settimana in cui c'è stato qualche infortunio di troppo, dove abbiamo fatto un viaggio lunghissimo che un pochino poteva pesare sulle nostre gambe e abbiamo perso Strootman nel primo tempo. Un insieme di cose che ho detto anche alla mia squadra prima della gara, questa partita andava giocata più che col fisico e con la tecnica, con la testa. Abbiamo dato prova di consapevolezza, maturità da parte di ragazzi che hanno concesso pochissimo agli avversari. Ci sono stati periodi in cui hanno avuto un po' più il pallone di noi ma abbiamo colpito al momento giusto e siamo stati bravissimi a portare a casa un risultato importantissimo."

Può essere la partita della svolta?
"E' giusto quanto diceva Vincenzo, bisogna credere nel proprio lavoro, è normale che poi a volte il campo dice altro. Io dico che anche noi facendo questo lavoro cerchiamo di trasmettere tutto quello che dicevo prima, poi tante volte gli episodi o altre cose che fanno parte delle partite possono cambiare le gare. Vincenzo è innanzitutto un amico e gli auguro ogni bene."

Un applauso particolare a Florenzi?
"A me non serviva il gol per capire che giocatore è, che mentalità ha, che voglia e che testa abbia. Dove lo metti sta, ma in senso positivo perché accetta ogni cosa e sa fare un po' tutto, ma lo sa fare bene. Quando oggi mi hanno chiesto che ruolo sa fare bene, lui mi ha detto "sono un terzino fortissimo" ma io gli ho detto che lo limitava definirsi così perché da terzino ha altre qualità e ne perde qualcuna, da esterno è un grande giocatore perché tempi di inserimento come un giocatore unico."

Quasi compari con Montella...
"E' rispetto per un lavoro che non è facile e per i colleghi che trasmettono determinate cose. A volte ci s attacca a qualcosa che un allenatore deve dire giustamente e deve crederci."

Gli infortuni li hai trasformati in vantaggi...
"La difficoltà maggiore, lo dicevamo anche coi ragazzi, era andare a prender Biglia. Quando si gioca col 4-3-3 contro un 3-5-2 è un giocatore con cui fai fatica. Nel secondo tempo ad un certo punto ho chiesto ai giocatori di alternarsi nel ruolo di mezz'ale ma facevano un po' fatica,allora ho messo Radja fisso su di lui in fase difensiva, quasi un 4-2-3-1 ma era quello che un po' volevo quando difendevamo. Non siamo stati bravi, questo faceva abbassare gli esterni perché non andavamo in aggressione giusta. Negli ultimi 20 minuti abbiamo rubato 5-6 palle nella loro metà campo che era quello che abbiamo preparato. E' mancata un po' di continuità nell'aggressione ma se ci pensate può essere normale, ci sono anche giocatori di alt qualità dall'altra parte."

Siete un po' mancati nel rifornire l'attacco...
"E' normale che quando giochi con tre attaccanti, questi devono fare giocate di qualità cercando spesso l'uno contro uno, cosa che Stephan oggi ha fatto meno ed è stato meno determinante in quello che io volevo. E' stato troppo poco tra le linee ed era un po' isolato, per questo ho fatto la scelta di mettergli vicino un centrocampista che ci permetteva di essere più aggressivi. Quando giochi 4-3-3 e giochi contro i 5 il rischio è di abbassarti, non volevamo ma il Milan è stato bravo e noi meno nell'aggressione. Stiamo lavorando e mi auguro che miglioreremo più avanti."

La marcatura di Nainggolan su Biglia ha dato impulso all'attacco, si potrà rivedere?
"Sicuramente sì, non cambia la filosofia o la ricerca di attaccare ma cambia pochissimo. Mi interessa che le mezz'ali siano brave ad alternarsi e girare, oggi è valso la pensa farlo. Dipende anche dalla partita , cambiare tanto non è giusto perché togli certezze ai calciatori."

*** *** ***


DI FRANCESCO IN CONFERENZA STAMPA

Una vittoria ricercata, un parere sulla partita...
"Squadra matura perché venivamo da una settimana particolare. Ai miei ragazzi ho detto che contava la testa, la squadra ha rischiato poco, ad un certo punto ho cambiato dal punto di vista tattico alzando Nainggolan."

Questa è la giornata più bella e importante della tua carriera? Ti dispiace poter aver messo in difficoltà Montella?
"Dopo la partita siamo grandissimi amici ma durante è una guerra e questa volta l'ho vinta io. È stata una vittoria importante ma non la più bella. La più importante è stata quella in Champions. Roma meno arrembante delle altre volte."

Il Milan è stato superiore in alcune fasi...
"Se guardiamo i numeri quando uno è superiore tira tanto in porta e il mio portiere para ma ne ha fatta una sola. Tiri nello specchio ne abbiamo fatto di più."

Roma meno arrembante delle altre volte. Il Milan è stato superiore in alcune fasi...
"Se guardiamo i numeri quando uno è superiore tira tanto in porta e il mio portiere para ma ne ha fatta una sola. Tiri nello specchio ne abbiamo fatto di più."

Si aspettava un Milan simile? Quanto è vicina la Roma che stai cercando?
"Sei vuoi essere aggressivo devi alzare gli esterni e noi non ci siamo riusciti. Le partite non si possono dominare per 90 minuti, con l'Inter abbiamo dominato per 70 minuti e abbiamo perso. Il Milan ha Silva che è molto interessante. Il Milan ha grandi potenzialità. A noi mancano tanti giocatori che darebbero maggior valore nelle alternative, siamo carenti davanti ora."

Strootman come sta? Il campionato, se potessi far sparire una squadra, Juve o Napoli?
"Non voglio dire il Napoli ma lo penso, la Juventus è sempre arrivata anche se il Napoli è una squadra che è una sinfonia e vorrei che anche la mia squadra cresca così. Dobbiamo migliorare nel gioco. Strootman ha preso una botta forte forte che non gli permetteva di correre."

Il pericolo maggiore che corre la Roma?
"L'esaltazione, è giusto esaltarsi che buttarsi giù. I ragazzi stanno crescendo, io sono un martello anche se non lo dimostro."

*** *** ***


DI FRANCESCO A ROMA TV

Vittoria importante, si da una sterzata?
"Sì, la squadra mi è piaciuta perché ha giocato con la testa, venivamo da un lungo viaggio ed era tutto particolare. Abbiamo saputo soffrire, riuscendo a concedere pochissimo agli avversari, e abbiamo sfruttato al meglio le occasioni."

La gara era stata preparata così? Per alzare il ritmo verso la fine?
"Assolutamente no, direi una bugia. Volevamo essere aggressivi ma c'era difficoltà nell'andare a prendere Biglia. Poi quando ho chiesto di andare prima alle mezzali, ho messo Nainggolan fisso su Biglia e la squadra ha cambiato le sorti della gara. Ci siamo difesi bene, compatti come linea."

Strootman in che zona si trova meglio?
"Non lo so, lui spesso vuole adattarsi alle caratteristiche di Radja. Poi in base alle partite hanno disponibilità, ci sta che si invertano i due. Oggi in partenza volevo che stessero in quel modo, col piede di parte."

In certe situazioni Nainggolan è stato passivo nell'intercettare?
"Sì, è il rischio del 4-3-3, è quello che non mi piace, quando si appiattiscono i centrocampisti. Questo crea poca pressione, loro arrivano con gli esterni guadagnando campo e il terzino era sempre nei guai."

Al gol di Dzeko si è tolto il blocco mentale?
"Ho chiesto ai ragazzi la capacità di saper restare in partita, potevamo partire male in certe situazioni. Nel primo tempo abbiamo comunque recuperato 4-5 palle determinanti ma non lo siamo stati. Oggi mi serviva partita di testa, e i ragazzi l'hanno fatta."

Quanti giocatori conti di recuperare dopo la sosta?
"Spero di portare Schick e Karsdorp in gruppo, non saranno al meglio ma mi danno soluzioni. Abbiamo recuperato al meglio Florenzi, che è un'arma in più, ha dimostrato di essere importante da esterno alto."

Strootman?
"Non era in forse, ieri aveva avuto un fastidio ma niente di particolare. Ha preso una brutta botta che non gli ha permesso di continuare, la classica "vecchietta" che non gli consentiva di correre."

Conferenza Stampa - News

 
 <<    <      1   2   3   4   5   6       >   >> 
 
 Sab. 10 feb 2018 
DI FRANCESCO: "Ottimista per convocazione di De Rossi e Schick. Gli attaccanti si devono sbloccare"
ROMA-BENEVENTO LA CONFERENZA STAMPA DI EUSEBIO DI FRANCESCO: "Gerson deve migliorare la capacità di leggere prima le giocate e innamorarsi meno della palla. Gonalons difficile che potrà essere recuperato con lo Shakhtar. Bruno Peres? Mi auguro sia l'ultimo episodio"
 Mer. 07 feb 2018 
ROMA-BENEVENTO, Sabato la conferenza stampa di Di Francesco
Il tecnico giallorosso Eusebio Di Francesco parlerà sabato 10 febbraio alle ore...
 Mar. 06 feb 2018 
Trigoria, il calendario degli allenamenti in vista del Benevento
In vista della gara di domenica alle 20.45 contro il Benevento, la Roma ha iniziato...
Spalletti ad alcuni tifosi: "Totti non correva più, gli altri si deprimevano"
Chiacchierando a notte fonda con sei tifosi della Roma, davanti a un ristorante...
 Lun. 05 feb 2018 
Roma, un piccolo passo fuori dalla crisi. E Di Francesco si traveste da Spalletti
Il tecnico respira dopo il successo di Verona, al Bentegodi si sono viste cose buone (Under) ma anche vecchi difetti. Il cambio di modulo, con il ritorno al 4-2-3-1, ha dato maggiore fluidità alla manovra
 Dom. 04 feb 2018 
DI FRANCESCO: "E' un periodo che la squadra crea tanto, ma ha sofferto meno"
VERONA-ROMA 0-1 LE INTERVISTE POST-PARTITA EUSEBIO DI FRANCESCO: "In 10 non abbiamo subito tiri in porta, abbiamo equilibrio. Ero convinto che Under venisse fuori"
Roma, tre punti d'oro in 10 e senza gambe
Il primo gol del turco consegna i tre punti ai giallorossi e riporta la zona Champions League a un passo, ma preoccupa la tenuta fisica del gruppo, mai brillante
Più un jolly che un Ninja
La cura dei particolari è confermata dal fatto che ieri Di Francesco ha fatto svolgere...
 Sab. 03 feb 2018 
DI FRANCESCO: "Il Verona si è rinforzato, sarà diverso rispetto all'andata. De Rossi non convocato"
VERONA-ROMA LA CONFERENZA DI EUSEBIO DI FRANCESCO: "Dzeko? L’ho trovato disponibile prima e molto più convinto adesso"
 Ven. 02 feb 2018 
Nazionale azzurra, ecco i quattro candidati per la panchina
Sono tutti profili di alto livello, vi sveliamo le percentuali che hanno di allenare la nuova Italia che sta nascendo dopo il fallimento di Ventura
VERONA-ROMA, domani la conferenza stampa di Eusebio Di Francesco
Domani sarà vigilia della 4a giornata di campionato che vedrà la Roma impegnata...
Uefa, niente pareggio di bilancio e la Roma va a giudizio
Entro la metà del mese, la Roma si recherà a Nyon dove dovrà rispondere per non...
 Gio. 01 feb 2018 
MORENO: "Successo tutto velocemente, non pensavo di lasciare la Roma"
Hector Moreno, ex difensore della Roma trasferitosi in Spagna nell'ultimo giorno...
Figc: il commissario è Fabbricini, Costacurta e Clarizia i vice. Durerà sei mesi
In serie A Malagò, Nicoletti e Corradi
MONCHI: "Abbiamo fatto le cessioni che servivano. Dobbiamo stare più zitti e lavorare di più"
LA CONFERENZA STAMPA DI PRESENTAZIONE DI JONATHAN SILVA - MONCHI: "Il primo responsabile del momento della squadra sono io. Devo migliorare anche io come tutti”
JONATHAN SILVA: "La Roma è un club importante. Non sono in grado di dare i tempi di recupero"
LA CONFERENZA STAMPA DI PRESENTAZIONE DI JONATHAN SILVA: "Sono qui per cercare di integrarmi al meglio possibile con la squadra. Totti? Ho avuto il piacere e la fortuna di incontrarlo ieri e salutarlo"
Roma, Silva e l'oscuro
La sorpresa è arrivata ma non è quella che si attendeva. Il tentativo della Roma...
 Mer. 31 gen 2018 
JONATHAN SILVA, domani la conferenza stampa di presentazione
Avrà luogo domani alle 13:30 la conferenza stampa di presentazione di Jonathan Silva,...
 Mar. 30 gen 2018 
CALCIOMERCATO Roma, Conte: "Non ricordo bene Palmieri, ha giocato in Serie A solamente un anno"
Affare fatto: Emerson Palmieri è un giocatore del Chelsea. In questo momento l'italobrasiliano...
Trigoria, il programma degli allenamenti
La Roma continua ad allenarsi in vista della sfida contro il Verona. Domani la squadra...
Di Francesco è solido, ma...
I giorni passano e la crisi si allunga sempre più. Il termine non è...
La squadra. Da Dzeko stralunato a Radja irriconoscibile
Dzeko stralunato, Nainggolan irriconoscibile e compassato, Florenzi tramortito,...
 Lun. 29 gen 2018 
La Roma si ribalta. In ballo c'è Dzeko ma anche Di Francesco
Andando avanti così, nel nuovo stadio di Tor di Valle — l'unica cosa che sembra...
 Dom. 28 gen 2018 
Eusebio va all'attacco
Quando a Di Francesco ieri, durante la consueta conferenza stampa di vigilia, è...
 Sab. 27 gen 2018 
Roma-Sampdoria, i convocati
Roma-Samp: De Rossi tra i convocati
DI FRANCESCO: "Dzeko ed Emerson sono a disposizione e potrebbero giocare tutti e due se..."
ROMA-SAMPDORIA LA CONFERENZA STAMPA DI EUSEBIO DI FRANCESCO: "Perotti ed El Shaarawy saranno convocati, uno dei due dovrebbe giocare la partita. De Rossi lo valuteremo. Quella settimana di pausa ha creato molti problemi, qualcosa non ha funzionato. Anche l'attenzione da parte di tutti non c'è stata, ci deve far riflettere"
Con palate di sterline il Chelsea fa la spesa al supermarket Italia
Un lungo e costoso amore, dalle radici antiche, che spesso ha avuto in cambio vittorie...
 Ven. 26 gen 2018 
ROMA-SAMPDORIA, domani la conferenza stampa di Di Francesco
Sabato 27 gennaio 2018, alle ore 13.45, il tecnico Eusebio Di Francesco incontrerà...
 Mer. 24 gen 2018 
DI FRANCESCO: "Sarebbe stata una sconfitta immeritata. Dzeko? Se ce l'ho, domenica gioca"
SAMPDORIA-ROMA 1-1 LE INTERVISTE POST-PARTITA EUSEBIO DI FRANCESCO: "La squadra è andata in svantaggio in una situazione irregolare"
La sera dei mancini
I mancini all'attacco. Aspettando di chiarire il dubbio sull'impiego di Dzeko, che...
 
 <<    <      1   2   3   4   5   6       >   >>