facebook twitter Feed RSS
Lunedì - 20 novembre 2017
Mappa Cerca Versión italiana Inglés versión
RomaForever.it
Home News Forum La Squadra Campionato Champions League Europa League Coppa Italia
Shop Amichevoli Calciomercato Le Formazioni Palmarés Supercoppa italiana Contattaci Lavoro
 

Un miliardo in busta paga Juve e Milan, ingaggi boom. E Bonucci aggancia Higuain

Giovedì 07 settembre 2017
In quella ricca cinquina c'è tutto il dominio di Juventus e Milan nella classifica degli ingaggi in Serie A, a conclusione di un mercato che ha visto i due club protagonisti anche nelle spese per i trasferimenti. Un anno fa i 7,5 milioni netti di Gonzalo Higuain apparivano inarrivabili. Poi, strada facendo Paulo Dybala s'è meritato l'aumento dello stipendio a 7 milioni e in estate nei conti bianconeri si sono aggiunti anche i 6 milioni di Douglas Costa. Invece a casa-Milan il nuovo battistrada è Leonardo Bonucci: anche lui a quota 7,5 (con i premi può arrivare a 10), come il Pipita. A ruota, poi, Gigio Donnarumma con i suoi 6 milioni, frutto del rinnovo più rovente dell'estate.

I BILANCI - Nel complesso il boom di Juve (da 145 a 164) e Milan (da 80 a 117) è andato di pari passo con la crescita del Napoli (da 75 a 81) e del Torino (da 32 a 45). Ma è stato temperato dall'atteggiamento virtuoso di club come Inter (scesa da 120 a 82), Fiorentina (da 44 a 35), Genoa (da 30 a 26) e Bologna (da 34 a 29) che hanno abbassato il loro monte stipendi. Tra le big, invece, resta stabile la Roma. Tenendo conto di ciò, il tetto del miliardo (seppur di poco) stavolta è stato sfondato, con la cifra di 1013 milioni di euro relativamente alla parte fissa degli emolumenti al lordo. In questo calcolo sono inclusi anche gli ingaggi dei 20 allenatori di serie A (58 milioni in totale, proprio come un anno fa), ma non è possibile considerare l'effettiva entità dei bonus. È sempre più diffusa, infatti, la consuetudine di rendere cospicua la parte variabile del contratto. Un accorgimento utile per incentivare i calciatori a dare sempre il massimo, ma soprattutto per mettere in sicurezza i bilanci.

PROGRESSI - Il trend appare positivo, visto che in questa sessione si è raggiunta la quota del miliardo anche nei costi per i trasferimenti. Sarebbe stata consequenziale una forte impennata anche negli stipendi, eppure la crescita è stata contenuta. Basti pensare che il nostro campionato nell'ultimo decennio ha raggiunto il top nella stagione 2011-12 con 1 miliardo e 100 milioni e nella successiva aveva toccato quota 1 miliardo e 39,5 milioni. A seguire c'era stato un graduale calo: 912 milioni nella stagione 2013-14, con il punto più basso nel torneo 2014-15 con 849 milioni. Quindi due estati fa l'inizio della risalita con 882 milioni. In definitiva le oscillazioni sono relative, ma ugualmente emblematiche. La sensazione è che le società stiano provando a razionalizzare gli investimenti, prendendo atto anche del fisiologico cambiamento di determinate gerarchie. L'ascesa della Juventus è sotto gli occhi di tutti. Le vittorie in serie del club di Andrea Agnelli hanno determinato un aumento del giro d'affari a cui le rivali faticano a star dietro. In particolare l'Inter e la Roma devono fare i conti con i paletti del Fair-play finanziario: un lacciuolo che impone loro dei sacrifici per molti versi indigesti e che animano il malcontento per questo istituto dell'Uefa ormai anacronistico. Fa corsa a sé evidentemente il Milan che attende il verdetto di ottobre sulla sua proposta di voluntary agreement agli organi di controllo continentali. Nel frattempo l'a.d. rossonero Marco Fassone ha messo tanta carne a cuocere anche alla voce stipendi, con l'obiettivo dichiarato di approdare in Champions e trovare le coperture finanziarie per gli ingenti investimenti estivi. Prospettive In questo elenco hanno una posizione defilata sia il croato Perisic che il brasiliano Alex Sandro: entrambi avrebbero potuto cambiar maglia, considerando le offerte arrivare rispettivamente dal Manchester United e dal Chelsea. Eppure i loro due club hanno avuto la forza per trattenerli e in queste settimane stanno portando avanti le trattative per un cospicuo rinnovo. L'ala interista parte da uno stipendio di circa 3 milioni, ma è già chiaro che arriverà a quota 5 e con i bonus potrà andare anche oltre. Allo stesso modo i bianconeri stanno parlando con il mancino brasiliano che ora guadagna 2,8 milioni di euro ed è fatale che il nuovo stipendio sarà almeno intorno ai 5 milioni. Insomma all'orizzonte ci sono aumenti consistenti, come quello atteso dall'esterno del Napoli Ghoulam. È il felice esito di questa trattativa rappresenta l'atto finale di una campagna acquisti speciale in casa azzurra. Infatti De Laurentiis ha appena accontentato Mertens e lo scugnizzo Insigne con contratti importanti che li legano in maniera forte al patto per lo scudetto.

MORALE - Le dinamiche salariali sono figlie dei risultati e del successo dei professionisti che vanno in campo. Anche per questo motivo le cronache invernali sono ricche di aggiornamenti sul fronte degli stipendi. Nell'anno in cui un po' tutti sembrano d'accordo ad accorciare i tempi del calciomercato, bisogna fare i conti con questa realtà. Chi non si sposterà fatalmente chiederà un aumento e i dirigenti dovranno essere bravi ad evitare pericolose distrazioni. I professionisti vanno incentivati, anche coccolati. Attenzione, però, a viziarli. Il pericolo è sempre dietro l'angolo.
di C. Laudisa
Fonte: Gazzetta dello Sport

Mercato - News

 
 <<    <      2   3   4   5   6   7       >   >> 
 
 Dom. 17 set 2017 
Calciomercato Roma, dall'Inghilterra: il Manchester United è sul giovane Mirko Antonucci
Gli occhi del Manchester United su un giovane talento del vivaio. Il 18enne Mirko...
Perrotta, 40 anni e un monumento: "Ora che ho smesso capisco i tifosi"
Simone Perrotta, campione del mondo nel 2006 e un decennio nella Roma. Oggi compie...
 Sab. 16 set 2017 
MONCHI: "Dopo una settimana un po' strana importante prendere i tre punti. Fiducia a Di Francesco"
ROMA-VERONA LE INTERVISTE PRE-PARTITA MONCHI A MEDIASET PREMIUM Tre punti stasera...
Nuovo aumento di capitale da 120 milioni
Tutto si può dire agli americani, tranne che non stiano mettendo soldi nella Roma....
 Ven. 15 set 2017 
Manolas, l'intoccabile
È come il pezzo del Lego che si usa sempre e si piazza al centro della costruzione,...
Di Francesco: "Mi vogliono per le mie idee"
Alla Roma non si è mai parlato così tanto di moduli tattici e dell'opportunità o...
Pallotta: "C'è un disegno contro la Roma"
Una furia, come spesso gli capita. James Pallotta inizia la giornata leggendo resoconti...
 Gio. 14 set 2017 
MORENO: "Andiamo avanti!" (FOTO)
Hector Moreno è stato il primo acquisto della gestione Monchi, arrivato ad inizio...
Calciomercato Roma, Klaassen osservato speciale
Il suo approdo, a metà giugno, all'Everton, è stato un po' una sorpresa per tutti...
 Mer. 13 set 2017 
Calciomercato Roma, Jesé spiega: "Stoke? L'ho preferito perché..."
L’esterno offensivo è stato a lungo inseguito dai giallorossi, ma non ha mai gradito il trasferimento in Italia
Tavecchio: "Favorevole alla chiusura anticipata del mercato. I tempi del Var? Problema tecnologico"
Tra Italia e Juventus «sul fronte spagnolo, inutile nasconderlo, abbiamo perso contro...
CALCIOMERCATO, ag. Howedes: "Abbiamo tenuto colloqui con Roma, Leicester ed Arsenal"
Volker Struth, agente di Howedes, è stato intervistato ed ha parlato del trasferimento...
CALCIOMERCATO, dalla spagna, sfida tra Roma ed Atletico Madrid per Barella
Ieri il duello sul campo all'Olimpico è finito in pareggio (0-0), ma in futuro Roma...
 Mar. 12 set 2017 
Gandini: "Champions? Fondamentale partire col piede giusto. E' un girone difficile, ma equilibrato"
Umberto Gandini, amministratore delegato della Roma, ha rilasciato alcune dichiarazioni...
Calciomercato, ag. Schick: "Abbiamo capito che la strada che portava a Roma era quella giusta"
Pavel Paska, agente di Patrik Schick, ha rilasciato in mattinata un'intervista al...
Furie rosse con la maglia giallorossa
Tolta la Francia, ancora inarrivabile in termini numerici, la Spagna è il più vasto...
Calciomercato, Ferreira Carrasco: il rimpianto Roma
C'è un rimpianto speciale per la Roma: si chiama Yannick Ferreira Carrasco, è uno...
Roma, contro il laziale Cholo è già determinante
In un momento di grande lazialità (la conquista della Supercoppa italiana contro...
Strootman: "Per gli infortuni ho dovuto cambiare il mio gioco"
Quello di questa sera all'Olimpico contro l'Atletico Madrid (ore 20.45, diretta...
 Lun. 11 set 2017 
Calciomercato Roma, Resende nel mirino
SULLE TRACCE DEL DICIASSETTENNE BRASILIANO CI SONO ANCHE BARCELLONA E ARSENAL
SIMEONE: "Ho rispetto della Roma e ricordo con piacere il mio passato alla Lazio"
ROMA-ATLETICO MADRID LA CONFERENZA STAMPA DI DIEGO SIMEONE
Dall'Inghilterra, sessione di mercato invernale a rischio: i club vorrebbero eliminarla
Il calcio è sempre più in rivoluzione. I club europei sarebbero già d'accordo per...
Calciomercato, dal settembre 2016 la Roma è 15esima in Europa per soldi spesi
La Roma prima di Borussia Dortmund ed Atletico Madrid. Come stilato dal CIES Football...
Calciomercato Manolas, il retroscena: doppio tentativo Juve. Ma la Roma...
Dopo la clamorosa cessione di Leonardo Bonucci al Milan, in molti hanno vociferato...
 Dom. 10 set 2017 
Fiducia Pallotta
Spunta il tipico minivan nero, si aprono le porte scorrevoli, i paparazzi preparano...
Roma, sfida al tabù Champions League
Quando si parla di «calcio sostenibile» si fanno spesso due nomi: Borussia Dortmund...
 Sab. 09 set 2017 
Gimenez, il contatto
Contatto. E obiettivo individuato. C'è Roma-Atletico, c'è un'occasione. La Roma...
Simeone: "Battiamo il Valencia, poi penseremo alla Roma"
Terza trasferta di fila per l'Atletico Madrid, che a tre giorni dalla grande ouverture...
Un piccolo vantaggio per la coppa
Le correnti del Bisagno, che gli stessi genovesi detestano, hanno imposto lo stop...
 Ven. 08 set 2017 
DI FRANCESCO: "Schick ha avuto un problema in allenamento, difficilmente sarà disponibile..."
SAMPDORIA-ROMA LA CONFERENZA STAMPA DI EUSEBIO DI FRANCESCO: "Abbiamo dovuto smaltire la sconfitta immeritata con l'Inter e pulito gli errori. Anche Totti vuole giocare col 4-3-3. Già muove le pedine sulla lavagna. Per Schick cambierò qualcosa tatticamente."
 
 <<    <      2   3   4   5   6   7       >   >>