facebook twitter Feed RSS
Mercoledì - 17 ottobre 2018
Mappa Cerca Versión italiana
RomaForever.it
HOME NEWS FORUM SQUADRA CAMPIONATO CHAMPIONS LEAGUE EUROPA LEAGUE COPPA ITALIA
 
SHOP AMICHEVOLI CALCIOMERCATO FORMAZIONI PALMARÉS SUPERCOPPA ITALIANA CONTATTACI LAVORO
 

Un miliardo in busta paga Juve e Milan, ingaggi boom. E Bonucci aggancia Higuain

Giovedì 07 settembre 2017
In quella ricca cinquina c'è tutto il dominio di Juventus e Milan nella classifica degli ingaggi in Serie A, a conclusione di un mercato che ha visto i due club protagonisti anche nelle spese per i trasferimenti. Un anno fa i 7,5 milioni netti di Gonzalo Higuain apparivano inarrivabili. Poi, strada facendo Paulo Dybala s'è meritato l'aumento dello stipendio a 7 milioni e in estate nei conti bianconeri si sono aggiunti anche i 6 milioni di Douglas Costa. Invece a casa-Milan il nuovo battistrada è Leonardo Bonucci: anche lui a quota 7,5 (con i premi può arrivare a 10), come il Pipita. A ruota, poi, Gigio Donnarumma con i suoi 6 milioni, frutto del rinnovo più rovente dell'estate.

I BILANCI - Nel complesso il boom di Juve (da 145 a 164) e Milan (da 80 a 117) è andato di pari passo con la crescita del Napoli (da 75 a 81) e del Torino (da 32 a 45). Ma è stato temperato dall'atteggiamento virtuoso di club come Inter (scesa da 120 a 82), Fiorentina (da 44 a 35), Genoa (da 30 a 26) e Bologna (da 34 a 29) che hanno abbassato il loro monte stipendi. Tra le big, invece, resta stabile la Roma. Tenendo conto di ciò, il tetto del miliardo (seppur di poco) stavolta è stato sfondato, con la cifra di 1013 milioni di euro relativamente alla parte fissa degli emolumenti al lordo. In questo calcolo sono inclusi anche gli ingaggi dei 20 allenatori di serie A (58 milioni in totale, proprio come un anno fa), ma non è possibile considerare l'effettiva entità dei bonus. È sempre più diffusa, infatti, la consuetudine di rendere cospicua la parte variabile del contratto. Un accorgimento utile per incentivare i calciatori a dare sempre il massimo, ma soprattutto per mettere in sicurezza i bilanci.

PROGRESSI - Il trend appare positivo, visto che in questa sessione si è raggiunta la quota del miliardo anche nei costi per i trasferimenti. Sarebbe stata consequenziale una forte impennata anche negli stipendi, eppure la crescita è stata contenuta. Basti pensare che il nostro campionato nell'ultimo decennio ha raggiunto il top nella stagione 2011-12 con 1 miliardo e 100 milioni e nella successiva aveva toccato quota 1 miliardo e 39,5 milioni. A seguire c'era stato un graduale calo: 912 milioni nella stagione 2013-14, con il punto più basso nel torneo 2014-15 con 849 milioni. Quindi due estati fa l'inizio della risalita con 882 milioni. In definitiva le oscillazioni sono relative, ma ugualmente emblematiche. La sensazione è che le società stiano provando a razionalizzare gli investimenti, prendendo atto anche del fisiologico cambiamento di determinate gerarchie. L'ascesa della Juventus è sotto gli occhi di tutti. Le vittorie in serie del club di Andrea Agnelli hanno determinato un aumento del giro d'affari a cui le rivali faticano a star dietro. In particolare l'Inter e la Roma devono fare i conti con i paletti del Fair-play finanziario: un lacciuolo che impone loro dei sacrifici per molti versi indigesti e che animano il malcontento per questo istituto dell'Uefa ormai anacronistico. Fa corsa a sé evidentemente il Milan che attende il verdetto di ottobre sulla sua proposta di voluntary agreement agli organi di controllo continentali. Nel frattempo l'a.d. rossonero Marco Fassone ha messo tanta carne a cuocere anche alla voce stipendi, con l'obiettivo dichiarato di approdare in Champions e trovare le coperture finanziarie per gli ingenti investimenti estivi. Prospettive In questo elenco hanno una posizione defilata sia il croato Perisic che il brasiliano Alex Sandro: entrambi avrebbero potuto cambiar maglia, considerando le offerte arrivare rispettivamente dal Manchester United e dal Chelsea. Eppure i loro due club hanno avuto la forza per trattenerli e in queste settimane stanno portando avanti le trattative per un cospicuo rinnovo. L'ala interista parte da uno stipendio di circa 3 milioni, ma è già chiaro che arriverà a quota 5 e con i bonus potrà andare anche oltre. Allo stesso modo i bianconeri stanno parlando con il mancino brasiliano che ora guadagna 2,8 milioni di euro ed è fatale che il nuovo stipendio sarà almeno intorno ai 5 milioni. Insomma all'orizzonte ci sono aumenti consistenti, come quello atteso dall'esterno del Napoli Ghoulam. È il felice esito di questa trattativa rappresenta l'atto finale di una campagna acquisti speciale in casa azzurra. Infatti De Laurentiis ha appena accontentato Mertens e lo scugnizzo Insigne con contratti importanti che li legano in maniera forte al patto per lo scudetto.

MORALE - Le dinamiche salariali sono figlie dei risultati e del successo dei professionisti che vanno in campo. Anche per questo motivo le cronache invernali sono ricche di aggiornamenti sul fronte degli stipendi. Nell'anno in cui un po' tutti sembrano d'accordo ad accorciare i tempi del calciomercato, bisogna fare i conti con questa realtà. Chi non si sposterà fatalmente chiederà un aumento e i dirigenti dovranno essere bravi ad evitare pericolose distrazioni. I professionisti vanno incentivati, anche coccolati. Attenzione, però, a viziarli. Il pericolo è sempre dietro l'angolo.
di C. Laudisa
Fonte: Gazzetta dello Sport

Mercato - News

 
 <<    <      2   3   4   5   6   7       >   >> 
 
 Mer. 05 set 2018 
Monchi da rimonta, risponde la sua storia
Da queste parti ormai è diventato un cretino, causa mercato sbagliato, ma in tre stagioni con il Siviglia, dopo un pessimo inizio ha vinto altrettante coppe europee
I frutti dei vivai sacrificati alle facili plusvalenze
La Serie A non crede più nel vivaio, o se ci crede è bravissima a nasconderlo. Esattamente...
Bufera Monchi. Schick: "Confusi dal mercato". Strootman: "Taccio per rispetto"
Confusa, ma di certo poco felice. La Roma continua a vivere con poca serenità la...
Laboratorio Roma. Eusebio al lavoro
Lavoro e basta. Di Francesco, anche se con la rosa dimezzata per la partenza di...
 Mar. 04 set 2018 
Garcia: "Resto tifoso della Roma. Contro la Lazio mi mancherà la Sud"
«Sono felicissimo di ritornare a Roma, dove ho ancora tanti amici, anche se, ovviamente,...
STROOTMAN: "Non parlo del trasferimento, ho troppo rispetto per la Roma"
Il nuovo centrocampista del Marsiglia, Kevin Strootman, ha parlato del suo trasferimento...
Calciomercato Roma, al via i lavori per il rinnovo di Under
Con il suo milione netto a stagione, Cengiz Ünder è uno dei calciatori meno pagati...
Fabio Capello alla Roma: "Gioca con il 9-1 e dai tutto"
I consigli dell'ex allenatore giallorosso: "I moduli sono solo numeri, serve aggressività. Giocare con tre difensori è stato uno spreco, La squadra ha grande potenziale"
Calciomercato: Roma nona in Europa per investimenti fatti ma terza per soldi incassati
Il CIES, l'osservatorio calcistico europeo, ha stilato una nuova classifica prendendo...
Monchi lui e noi allora?
Questa Roma è costruita male, molto male e gestita peggio. Smontata pezzo a pezzo nella sua anima forte e farcita di doppioni
Roma, giovani e anziani non sono ancora un blocco
La squadra è stata profondamente rinnovata. Deve trovare la sua dimensione, ma in quanto tempo?
Roma, 4 frecce verso il bersaglio
El Shaarawy, Perotti, Kluivert e Under vivono un momento difficile. Ma DiFra li rilancerà col 4-3-3
Monchi e l'amarezza per i processi sprint. Con Barcellona e United già alla finestra
Lo spagnolo non rinnega quanto ha detto al termine del mercato: “Se non vinco me ne vado”. Ma è pronto ad aggiungere anche altro: se non vado bene, me ne vado
Schick: "Il mercato? C'è un po' di confusione, ma credo che la squadra sia buona"
Impegnato con la sua Repubblica Ceca per la Nations League, l'attaccante della Roma...
Roma, i giovani alla maturità
Tre partite di campionato, zero minuti per Ante Coric; zero minuti Luca Pellegrini;...
I gol degli ex: Roma in crisi e i tifosi rimpiangono chi non c'è più
Super Strootman e il Ninja Nainggolan. La Roma assiste da lontano alle imprese degli...
 Lun. 03 set 2018 
Ferrero: "Schick non era pronto per Roma, non è stato aiutato dalla tifoseria. Defrel farà 20 gol"
Il presidente della Sampdoria: "Schick ha bisogno di tempo. Ricordatevi il gol che ha fatto alla Roma, quello è Shick. Ho voluto fortemente Defrel"
CALCIOMERCATO Zenit, UFFICIALE: Marchisio
Dopo la rescissione consensuale del contratto con la Juventus, Claudio Marchisio...
Samp, Sabatini: "Defrel ha trovato l'ambiente giusto. Roma? I Tifosi devono fidarsi di Di Francesco"
Sampdoria, Sabatini: "Vogliamo essere una squadra forte. Quagliarella? Nostro campione e leader"
Liste Champions League: guida alle rose
Il calciomercato ha chiuso i battenti in buona parte d'Europa: dunque, le squadre partecipanti alla UEFA Champions League sono chiamate a indicare la loro rosa per la fase a gironi. Quali sono le scadenze, chi possono inserire e quali sono le limitazioni? Ecco una guida completa.
Caso Malcom, il racconto ex compagno Cafù: "Alle 18 era della Roma e gli feci i complimenti, poi..."
"Poi alle 20 la chiamata dell'agente per dirgli del Barcellona..."
Fifa chiude caso Modric, nessuna indagine
Comunicazione a Inter 'non ci sono elementi per procedere'
Calciomercato Roma, quanti rimpianti per Monchi
C'è un'altra Roma in giro per il mondo che segna e fa esultare i tifosi: è quella...
DEL PIERO: "Per la Roma non sarà facile sopperire all'assenza di Nainggolan"
Il calciomercato estivo ha portato via da Roma giocatori come Strootman, Nainggolan...
MARSIGLIA, Strootman eletto Man of the match nella gara di campionato contro il Monaco
Kevin Strootman ha lasciato subito il segno in Ligue 1, conquistando in poco tempo...
Calciomercato Roma, per gennaio spunta il nome di Herrera
È ancora in piedi la trattativa per il centrocampista messicano. Non ha prolungato il contratto che andrà in scadenza il prossimo trenta giugno
Ziyech: "Avevo l'accordo con la Roma, Monchi non con l'Ajax"
La Roma voleva Ziyech. L'ha contattato, corteggiato, ne aveva ottenuto anche il...
Roma, la cinquina di big costata quasi 100 milioni finora è un (mezzo) flop
Dovevano essere dei top, finora si sono rivelati dei (mezzi) flop. Pastore, Nzonzi,...
 Dom. 02 set 2018 
Mamma, ho perso la Roma
Dalla semifinale di Champions alla crisi di avvio campionato, ecco il nostro forum imperiale
Roma: numeri da paura
Più brutta di così non si può. In tre partite la Roma ha cancellato qualsiasi tipo...
 
 <<    <      2   3   4   5   6   7       >   >>