facebook twitter Feed RSS
Lunedì - 18 giugno 2018
Mappa Cerca Versión italiana Inglés versión
RomaForever.it
Home News Forum La Squadra Campionato Champions League Europa League Coppa Italia
Shop Amichevoli Calciomercato Le Formazioni Palmarés Supercoppa italiana Contattaci Lavoro
 

Pellegrini: "Contro l'Inter l'obiettivo è vincere. Di Francesco è l'uomo giusto per la Roma"

"Contento di essere tornato, giocare per la propria città è fantastico"
Venerdì 25 agosto 2017
Di Francesco non lo ha mai nascosto, sin dal suo arrivo a Roma, Lorenzo Pellegrini "è un giocatore molto interessante, è un ragazzo che è un'ottima mezz'ala e ha avuto un grande percorso di crescita, impressionante". Quindici giorni dopo arriva l'ufficializzazione del ritorno del centrocampista romano in giallorosso, un obiettivo che Pellegrini si era prefissato quando due anni fa aveva lasciato la Primavera. La scorsa domenica a Bergamo ha fatto l'esordio stagionale per pochi minuti.

La Roma è partita con il piede giusto in campionato grazie alla vittoria di Bergamo, lei poi hai anche giocato nei minuti finali; come hai visto la squadra contro l'Atalanta?
"Ho visto una ottima squadra, un ottimo blocco squadra che ha lottato con un unico obiettivo, vincere la partita in un campo non semplice. Sappiamo tutti che l'Atalanta ha fatto bene l'anno scorso e penso che farà bene anche quest'anno. Però abbiamo vinto una partita importantissima...".

Dopo un duro lavoro fatto durante il precampionato ora si inizia a fare sul serio contro una big del nostro calcio: che idea si è fatto dell'Inter?
"Penso che l'Inter ha cambiato molto, proprio come noi. Sono un'ottima squadra, ma lo siamo anche noi. Noi giochiamo in casa e l'obiettivo è vincere, come in tutte le gare che giochiamo. Poi si sa come è il calcio, però partiamo sempre per vincerle tutte, come quella di sabato".

Se dovesse togliere loro un calciatore, chi sceglierebbe? Chi fa più paura?
"Obiettivamente mi piace molto Icardi, ha una grande cattiveria nell'interpretare il suo ruolo. È il giocatore che toglierei all'Inter, ma non credo che lo farei giocare con noi, visto che abbiamo Dzeko che è uno degli attaccanti più forti che ci sono in Italia".

Si è giocata solo una partita per ora, che tipo di campionato si aspetta?
"Sarà un campionato in continua crescita, so come si lavora qui. So che creando dell'entusiasmo ci si possono togliere grandi soddisfazioni. Questo è il nostro primo obiettivo. Noi di Roma sappiamo cosa significhi giocare e vincere qui, per questo impegnarci in ogni partita per vincerla è il nostro primo obiettivo. Poi quello che raccoglieremo lo vedremo alla fine".

Sabato potrebbe scendere in campo all'Olimpico; che sensazioni prova al pensiero di ritrovare i tuoi tifosi in una serata che si annuncia particolarmente "calda"?

"All'Olimpico sono sceso in campo solo da avversario, sicuramente giocare con questo stemma sul petto mi farà effetto. Ci saranno tutti i nostri tifosi ed è una cosa che mi emoziona molto. Non vedo l'ora che arrivi sabato".

Quanto è importante per voi il loro contributo?
"Importantissimo... La piazza di Roma comporta tante responsabilità, ci sono pro e contro. Ci vuole molto poco per sentirsi in alto e molto poco anche per avere delle difficoltà, l'importante è stare sempre sereni e creare intorno a noi quell'entusiasmo che ci possa dare una spinta in più. I tifosi sono più importanti di noi".

Lei e Di Francesco...
"Ci conosciamo molto bene, abbiamo lavorato due anni insieme a Sassuolo e stiamo continuando a farlo qui. Sono molto contento di questo. So bene quello che lui vuole da me, e cerco di farlo sempre meglio. Io penso che il Mister sia l'uomo giusto per questa Roma, e durante l'anno avremmo modo di vedere che è stata la scelta giusta".

Il fatto di conoscere il suo calcio può essere un vantaggio per lei?
"Certamente sì anche se il suo modo di giocare non è facilmente interpretabile all'inizio. Serve un po' di tempo per poterlo assimilare perché è un gioco di movimenti e di tempi e ci vuole un po'. Anche io all'inizio ho fatto un po' fatica, ma poi è talmente bello che ti viene tutto quasi naturale".

Nel suo stesso ruolo ci sono Strootman e Nainggolan? E che cosa ha avuto modo di imparare lavorandoci accanto in queste settimane?
"Sono prima di tutto due ragazzi e poi due calciatori fantastici che mi aiuteranno molto a crescere. Allenandomi con loro penso di poter imparare molto. Cosi come Daniele, Maxim e lo stesso Gerson. Siamo un bel gruppetto di centrocampo e questo ci aiuterà nel corso della stagione. Creare tra noi una sorta di "rivalità" è importante anche per alzare il livello degli allenamenti".

Sono passati un po' di giorni dal 30 giugno ad oggi, data dell'ufficializzazione del suo ritorno in giallorosso, ci fa un primo bilancio?
"Ovviamente sono contentissimo di essere tornato a Roma. Qui mi sento a casa e per me già questo basta. Spero e penso di poter dare molto di più di quanto si è visto fino ad adesso. Nel corso della preparazione non è mai semplice, soprattutto l'inserimento in un nuovo gruppo. Ci vuole un po' per entrare nei meccanismi, ma sono sicuro che questo gruppo ce la farà, spero proprio che riusciremo a toglierci delle soddisfazioni, vogliamo provare a vincere qualche cosa".

Due anni fa ha lasciato la Primavera della Roma per andare a fare esperienza al Sassuolo. Che giocatore era Lorenzo Pellegrini allora e che persona è oggi?
"Era molto meno maturo, più ragazzo anche vista l'età. Non aveva mai vissuto in prima persona il calcio professionistico. Quel ragazzo aveva e ha tanto da imparare. Sono uscito dalla Primavera con degli obiettivi che mi ero dato, e uno era tornare a Roma. Adesso che sono riuscito a realizzare questo primo piccolo obiettivo c'è ancora tanta strada da fare. L'importante è non accontentarsi mai e continuare sempre a migliorare".

Che cosa ricorda del suo esordio a Cesena?
"Il ricordo è bellissimo, un sogno realizzato e inaspettato. Garcia non mi aveva avvisato. Ero andato bene nella rifinitura, mi sentivo bene e il mister mi fermò e mi disse che era molto contento di come stavo crescendo. Il giorno dopo vincevamo 1-0, aveva segnato Daniele. Eravamo in vantaggio, è uscito Salih (Uchan n.d.r.), noi ci stavamo scaldando il mister mi ha chiamato e mi ha fatto entrare. Li per li non ho capito nulla, poi una volta entrato in campo è stato tutto molto più semplice, tante cose quando sei in campo vengono in automatico".

Tornando indietro nel tempo... all'Inter ha già segnato un gol in una gara importante, che significava qualificazione per il Sassuolo...
"Sì una gara importante, essenziale per noi. Tra l'altro legata alla Roma che se avesse battuto il Milan, noi saremmo stati comunque qualificati. Un legame già scritto. Le emozioni intorno alla squadra erano tantissime, tutto faceva capire che quel Sassuolo non avrebbe mai potuto perdere quella partita, mai. Siamo scesi in campo con una determinazione, una cattiveria una voglia di vincere impressionante. Siamo riusciti infatti a portare a casa il risultato e il sesto posto".

La stagione sta per entrare nel vivo, anche con gli impegni di Champions League, si è posto degli obiettivi personali?
"Sicuramente sì, come ho già detto uno dei miei obiettivi è sempre cercare di fare sempre qualche cosa di più, imparare qualche cosa in più rispetto al giorno precedente. Certo sarebbe stupendo togliersi delle soddisfazioni in questa città con questa maglia... Giocare per la propria città è fantastico. Lo ripeto, non vedo l'ora che arrivi sabato, Roma-Inter".
di F.viola
Fonte: AS ROMA MATCH PROGRAM

Primavera - News

 
 <<    <      1   2   3   4   5   6       >   >> 
 
 Dom. 18 mar 2018 
Gonalons guida l'assalto dell'altra Roma
Per molti è un'occasione, un'assicurazione sul futuro. La Roma scava dentro se stessa...
Crotone, quanta Roma. Ricci e Stoian, cresciuti a Trigoria, titolari fissi
Si attende il rientro di Tumminello
Roma, operazione Crotone per restare terza
L'unico accostamento con la prossima tappa in Europa, al momento di scendere in...
 Ven. 16 mar 2018 
Roma-Barcellona: info biglietti
Tutte le informazioni sui biglietti per Roma-Barcellona di Champions League
 Mar. 13 mar 2018 
Eurovisione
L'ultima volta che la squadra azzurra nelle coppe europee finì con quattro pedine...
 Lun. 12 mar 2018 
Roma, l'allungo. Nell'ultima giornata di campionato consolidato il terzo posto su Lazio e Inter
La Roma prende il largo. L'ultima giornata di campionato ha permesso alla squadra...
Roma, la ricchezza è nella Champions
La Champions è la ricchezza della Roma. Da tempo. E ancora di più in questa stagione....
 Sab. 10 mar 2018 
PRIMAVERA 1 TIM - Roma-Udinese 0-0
Nella 23ª giornata del Girone Unico del Campionato Primavera 1 TIM - Trofeo "Giacinto...
 Ven. 09 mar 2018 
Nessuna tregua per Under
Turn over sì, ma non troppo. Di Francesco ha preparato la partita contro il Torino...
Oltre la Samp
Non c'è solo la Sampdoria. Anche se Marassi resterà sempre nel cuore perché «è il...
 Gio. 08 mar 2018 
Rebus centrocampo per Di Francesco
Niente buche, ma tanto traffico. Il centrocampo della Roma torna a pieno regime...
 Mer. 07 mar 2018 
DiFra-Walter, una storia di 31 anni
Venivano da due mari diversi, si trovarono nella stessa operosa provincia: Walter...
 Lun. 05 mar 2018 
TRIGORIA 05/03 - Scarico per chi ha giocato contro il Napoli
ALLENAMENTO ROMA - Individuale per Karsdorp e Luca Pellegrini
 Dom. 04 mar 2018 
Morte di Astori: da Taccola a Morosini, i precedenti che hanno fatto piangere il calcio
Genova - Padre, calciatore, capitano, ragazzo. Di 31 anni. Amatissimo da colleghi,...
Un altro esonero per Zeman: il Pescara verrà affidato a Epifani
Il Pescara, dopo la brutta sconfitta di Cittadella, ha deciso di esonerare Zdenek Zeman: al suo posto potrebbe essere promosso Epifani.
 Sab. 03 mar 2018 
Florenzi per il futuro
Dopo le dure frasi da Boston («Finora ne abbiamo mandate in bancarotta 2, ne mancano altre 7»), arrivano le repliche al presidente della Roma
Jorginho contro De Rossi: due registi a caccia dell'Oscar
Otto anni di differenza sono una vita, specie se fai il centrocampista e devi scattare...
 Ven. 02 mar 2018 
Calciomercato Mourinho, ultimo anno Ibra con United
"Sarà lui a decidere se smettere o continuare altrove"
Pallotta: "Il nuovo Totti lo trovo al computer"
Chi lo critica non lo capisce. Pallotta parla la lingua dei «nerd» e vuole una Roma...
Roma, affidati a SuperDzeko
D'accordo, non è il momento migliore. Per segnare e per sognare. Ma il curriculum...
 Gio. 01 mar 2018 
Tutte le informazioni sui biglietti di Roma-Torino
INIZIATIVE SPECIALE STUDENTI AS Roma dedicherà una promozione speciale...
Pallotta: "Manderò in bancarotta le radio romane. Ecco come troverò il nuovo Totti"
L’intervento integrale del presidente Pallotta alla Sloan Sports Analytics Conference del MIT di Boston: “Ad oggi siamo l’unica squadra in Europa che ha una sua stazione radio, a cui abbiamo dato vita circa due anni e mezzo fa. Credo che nel frattempo ne abbiamo mandate 2 in bancarotta, adesso ce ne mancano altre 7. Abbiamo bisogno di spiegare la nostra versione dei fatti”
 Lun. 26 feb 2018 
Italia, Pellegrini out: domani lascia lo stage ​per un problema muscolare
Dopo i forfait di Kevin Bonifazi e Roberto Inglese, arriva anche quello di Lorenzo...
CIES, la top 100 con più dribbling: ci sono Perotti e Nainggolan
Il CIES Football Observatory, gruppo di ricerca svizzero specializzato nell'analisi...
 Dom. 25 feb 2018 
Roma, una notte Schick
La Champions, almeno per questa notte e anche per gli altri 12 match di campionato...
 Sab. 24 feb 2018 
A. De Rossi: "Le 600 panchine di oggi un traguardo emozionante"
PRIMAVERA ROMA-TORINO 1-0 LE INTERVISTE POST-PARTITA ALBERTO DE ROSSI: "Raggiungere le fasi finali è il nostro obiettivo. Il gruppo è forte e omogeneo"
PRIMAVERA - Roma-Torino 1-0
Nella 21ª giornata del Girone Unico del Campionato Primavera 1 TIM - Trofeo "Giacinto...
Romagnoli è un rimpianto?
Affare o rimpianto? La risposta dipende dai gusti, come per il gelato da consumare...
Edin e Flo: che notte a Milano. La Roma ha bisogno di un bis
Il gol di Dzeko, più di rabbia che di tecnica. E quello di Florenzi, il primo dopo...
 Ven. 23 feb 2018 
Schick gran riserva
Si è scaldato due volte, in due secondi tempi diversi. Ha pensato due volte: stavolta...
 
 <<    <      1   2   3   4   5   6       >   >>