facebook twitter Feed RSS
Mercoledì - 26 settembre 2018
Mappa Cerca Versión italiana
RomaForever.it
HOME NEWS FORUM SQUADRA CAMPIONATO CHAMPIONS LEAGUE EUROPA LEAGUE COPPA ITALIA
 
SHOP AMICHEVOLI CALCIOMERCATO FORMAZIONI PALMARÉS SUPERCOPPA ITALIANA CONTATTACI LAVORO
 

Perotti: "Stiamo lavorando bene, migliorerò con Di Francesco. I messaggi di Instagram? Si scherzava"

Lunedì 10 luglio 2017
Diego Perotti interviene in conferenza stampa. Dopo Gonalons e Karsdorp, l'attaccante giallorosso è il giocatore designato per l'appuntamento con la stampa del quarto giorno di ritiro. Questo il suo intervento:

Sei partito forte, si costruiscono così le stagioni vincenti?
"Stiamo lavorando molto bene, il mister è stato chiaro, i preparatori ci fanno lavorare fisicamente per una stagione lunga. Dobbiamo essere tutti al 100%, ci stiamo allenando molto bene, anche i giovani."

Il ruolo è nellle tue caratteristiche?
"Il mister mi chiede di non essere sempre aperto, mi piace prendere palla, mi chiede di accentrarmi, di prendere palla tra le linee, di mettermi vicino all'attaccante. Mi farà migliorare nel modo di giocare, farò meglio per la squadra."

Similitudini e differenze con Spalletti?
"Sicuramente è presto per fare un'analisi. Quello che sento è che gli allenamenti sono intensi, chiede molta velocità, non tenere la palla e perdere tempo. Gli piace molto attaccare, lo facevamo anche con Spalletti, vedo un'intensità simile negli allenamenti."

Monchi?
"Lo conosco bene, al Siviglia ha fatto acquisti incredibili, facendo diventare importanti giocatori quasi sconosciuti. Ho molta fiducia in lui. Magari questa città è diversa da Siviglia e non si aspetta tanto, ma se gli danno il tempo necessario farà una squadra competitiva e completa, sarà importante per questo lungo anno. Ci serve una rosa forte. lo conosco bene e farà gli acquisti giusti."

I messaggi dei tuoi compagni sui social, sei preoccupato?
"Conoscete Radja, sono solo battute, non dobbiamo fare drammi. Sono scherzi che si fanno, magari è sbagliato farlo pubblicamente. Conosco bene Monchi, deve avere il suo tempo. So che farà una squadra forte, abbiamo la Champions, non sarà come l'anno scorso e ci serve avere una roccaforte. siamo tranquilli, abbiamo già una squadra forte, sono andati via giocatori importanti ma ne sono arrivati altri come Karsdorp e Gonalons."

Ti sei reso conto che quel gol al Genoa sposta molto del futuro della Roma? Monchi ha detto che sei stato il suo acquisto più difficile...
"Sono consapevole di quello che rappresenta arrivare in Champions, a Siviglia ho fatto un gol uguale, il mio primo gol in carriera è stato al minuto 90 e siamo arrivati in Champions League, so cosa significa per la società, per i soldi e per ciò che rappresenta. È tutto diverso. Abbiamo fatto un anno positivo, potevamo fare di più, vincere la Coppa Italia e arrivare in finale in Europa League, mi brucia sempre perché penso che eravamo abbastanza forti. Abbiamo rischiato di non arrivare neanche secondi, ma abbiamo vinto con Juventus, Milan e Genoa alla fine. Stagione molto positiva. Penso che lui abbia scherzato, mi ha preso da una squadra di C argentina per pochi soldi e sono arrivato nella Primavera del Siviglia prima di andare in Prima Squadra. Non è stato niente di strano."

Cosa manca per colmare il gap con la Juventus? Ti stimola la concorrenza con El Shaarawy?
"Ci stiamo avvicinando, i primi sei mesi abbiamo finito 10 punti dietro di loro e l'anno scorso 4. Quando giochi con squadre di classifiche non così buone si mettono dietro e rischi di pareggiare o perdere. La Juventus lì fa la differenza, non lascia tanti punti, quando le squadre si chiudono vincono 1-0, non hanno vinto tante partite con grosso scarto ma le hanno vinte, noi abbiamo pareggiato col Cagliari e l'Empoli, quelle partite sono i punti che ti mancano e ti fanno perdere lo scudetto. Con Stephan abbiamo un bel rapporto anche se giochiamo nella stessa posizione, anche se qualcuno pensa che non sia così. Ha fatto un bel finale di stagione, sia per lui che per me avere questa competizione è positiva, non ti puoi rilassare, se sbagli hai un compagno dietro che gioca al tuo posto, è un bene per te e per la squadra."

A marzo si disse deluso dalla mancata convocazione in nazionale, con Sampaoli può cambiare qualcosa?
"Il mondiale è una motivazione, è da quasi sei anni che non vado in nazionale ed è difficile. Quando l'allenatore cambia la speranza un po' torna, ma quando mi hanno detto che sarei andato e poi non sono stato chiamato ho perso un po' di speranza. Se farò una buona stagione, avrò più possibilità. Onestamente, non ho la stessa speranza di 2-3 anni fa."

Perché hai giocato di meno lo scorso anno? speri di trovare più spazio?
"Ho giocato quasi sempre nei primi sei mesi di stagione, poi dopo Natale mi sono fatto male e il mister ha cambiato modulo, la verità è che chi ha giocato, come Radja, lo ha fatto bene. Questo ha fatto si che giocassi di meno, ma ero sempre il primo o il secondo cambio, penso di aver giocato abbastanza. Devo pensare prima alla squadra, che siano 90 minuti o 10. Ogni volta che sono entrato in campo ho fatto bene, anche se mi farebbe piacere giocare titolare sempre. Ora c'è un nuovo allenatore e dobbiamo tutti dimostrare di poter essere dei titolari."

Sarà sempre il rigorista?
"La verità è che non sono io il rigorista, avevo chiesto di poter calciare il rigore contro l'Udinese alla prima giornata, non c'è questa responsabilità di calciare per forza. Abbiamo qualità, sicuramente il rigorista cambierà ma finora la palla è sempre entrata... Spero di continuare così."

Hai pensato di chiedere la maglia numero 10?
"Mi piacerebbe, ma quella maglia sarà sempre di Francesco Totti, non so se qualcuno potrebbe mai indossarla. Non la chiederei mai, sarebbe una mancanza di rispetto."

Che obiettivi avete per la stagione?
"Dobbiamo puntare a tutto, non possiamo pensare a una o due competizioni. Sarà una stagione lunga, dura e difficile, ma bella, di quelle che ogni giocatore vuole giocare. Le altre stanno facendo acquisti e penso che quest'anno tornerà a essere una di quelle stagioni di quando ero piccolo, con tanti giocatori importanti."

Primavera - News

 
 <<    <      2   3   4   5   6   7       >   >> 
 
 Dom. 29 apr 2018 
CHIEVO, esonerato Maran. Decisiva la sconfitta contro la Roma. Al suo posto D'Anna
Una stagione decisamente sotto le aspettative, e lo spettro della Serie B sempre...
 Sab. 28 apr 2018 
PRIMAVERA 1 TIM - Roma-Napoli 3-2
Nella 27ª giornata del Girone Unico del Campionato Primavera 1 TIM - Trofeo "Giacinto...
 Gio. 26 apr 2018 
TRIGORIA 26/04 - Squadra divisa in due gruppi: tattica e partitella in vista del Chievo
ALLENAMENTO ROMA - Individuale per Perotti, Strootman, Defrel e Karsdorp
 Mar. 24 apr 2018 
Roma, è la prima notte per sognare
La maglia bianca, come nella notte dell'unica finale di Coppa dei Campioni del club...
 Sab. 21 apr 2018 
Viviani: "Roma mia, perchè m'hai abbandonato?"
Innamorato perso della sua ex, la Roma, Federico Viviani. E oggi la affronterà con...
 Ven. 20 apr 2018 
Roma, Eusebio vota Schick centravanti
Alla ricerca dell'equilibrio. Non è semplice preparare una gara, fondamentale per...
 Mer. 18 apr 2018 
Florenzi lo specialista. Tre gare con il Genoa all'Olimpico e tre gol
Arriva il Genoa e per Florenzi è come l'aria di Primavera. Questa sera Alessandro...
 Mar. 17 apr 2018 
Calciomercato Roma, UFFICIALE: Luca Pellegrini
"Volevo fortemente la Roma". Monchi: "È un esempio di dedizione al lavoro"
 Ven. 13 apr 2018 
La tentazione di Di Francesco: Schick con Dzeko e Under fuori
Di Francesco passerà altre notti insonni. Perché in vista del derby il dubbio tra...
 Gio. 12 apr 2018 
Champions, Roma e Juventus: quei 180' che hanno rilanciato le squadre italiane
L'impresa dei giallorossi contro il Barcellona e quella quasi sfiorata dai bianconeri contro il Real Madrid restituiscono lustro alla Serie A. Un risultato che arriva nel giorno più nero per il nostro calcio: l'Italia è 20/a nel ranking per Nazionali, mai così in basso nella storia
Roma, concetrazione in vista della Lazio: Under tornerà titolare, Schick cerca la conferma
Non è facile tenere a bada gli animi dopo aver conquistato la semifinale di Champions...
Il Day After. La festa della città non solo dei giallorossi
Perfino nella sala d'attesa di un oculista, è bastato attendere un paio di minuti....
 Mar. 10 apr 2018 
Missione impossibile? Proviamoci
Quest'anno tra Champions e nazionale non li abbiamo ancora battuti, dobbiamo provarci...
 Lun. 09 apr 2018 
Roma-Chievo: Info Biglietti
L'AS Roma comunica che a partire dalle ore 12.00 di lunedì 9 aprile sarà possibile...
 Sab. 07 apr 2018 
A. De Rossi: "Non siamo all'altezza di Inter e Atalanta"
PRIMAVERA - ATALANTA-ROMA 2-0 LE INTERVISTE POST-PARTITA
PRIMAVERA 1 TIM - Atalanta-Roma 2-0
Nel recupero della 22ª giornata del Girone Unico del Campionato Primavera 1 TIM...
 Ven. 06 apr 2018 
PIOLI: "La gara di andata ci ha insegnato molto. Il 4-1 di Barcellona non rende giustizia..."
ROMA-FIORENTINA, LA CONFERENZA STAMPA DI STEFANO PIOLI: "Il 4-1 di Barcellona non rende giustizia alla prestazione della Roma. Thereau non ci sarà”
 Dom. 01 apr 2018 
L'impianto porterà alla società un tesoretto da almeno 50 milioni l'anno
Alla città, i circa 25 km di fogli di carta che costituiscono il progetto Stadio...
 Gio. 29 mar 2018 
Okaka si racconta: "Io, Conte, Conti e Ranieri. Ho un messaggio per Schick"
Londra e Roma non sono così distanti quando questo spazio è attraversato dai ricordi....
Pellegrini out? Nainggolan sanzionato
Ieri a Trigoria, nel giorno in cui Alberto De Rossi ha rinnovato per altri due anni...
Cambi mirati, Di Francesco vara un turnover prudente
Riecco la vera Trigoria. Dopo dieci giorni di spopolamento un po' malinconico, Eusebio...
 Mer. 28 mar 2018 
Calciomercato Roma, UFFICIALE: Alberto De Rossi
Alberto De Rossi rinnova il contratto da allenatore della Primavera
Ore 17.42: così nasce il calcio secondo Francesco
«Mamma, lasciami i soldi per la merenda». «Va bene, ma non comprare le solite schifezze»....
Rieccolo. Karsdorp vede la luce: calcia il pallone. Guarigione vicina, la Roma lo aspetta
Ha ricominciato a dare calci al pallone con la gioia negli occhi del bambino che...
Trigoria torna a riempirsi: Dzeko il più stanco
Pausa ma non troppo. Al netto del recupero di Defrel, oggi Di Francesco riavrà nuovamente...
 Lun. 26 mar 2018 
Santiago, Sarajevo, e Dzeko è diventato della Roma
Santiago aveva dieci anni, gli occhi intelligenti, il cuore romanista, lo sguardo...
 Dom. 25 mar 2018 
Senza l'azzurro ora De Rossi corre soltanto per la Roma
Infortuni, squalifiche e codice etico permettendo, dal 2004 non osservava periodi...
 Sab. 24 mar 2018 
Alberto De Rossi: "Ho detto no alla prima squadra e alla B, ecco i più forti che ho cresciuto"
“Mi sono sempre rifiutato di allenare Daniele sia nelle giovanili che in prima squadra. Tumminello è fortissimo”
 
 <<    <      2   3   4   5   6   7       >   >>