facebook twitter Feed RSS
Venerdì - 27 aprile 2018
Mappa Cerca Versión italiana Inglés versión
RomaForever.it
Home News Forum La Squadra Campionato Champions League Europa League Coppa Italia
Shop Amichevoli Calciomercato Le Formazioni Palmarés Supercoppa italiana Contattaci Lavoro
 

Unai, quel passato che ha fatto Storia

Venerdì 21 aprile 2017
Nonno portiere, per inciso il primo ad incassare un gol nell'ormai lunga storia della Liga. Padre anche lui portiere. E, per non farci mancare proprio nulla, pure uno zio calciatore. Unai Emery, basco di Hondarribia, si è visto, così, quasi obbligato a intraprendere la carriera del giocatore professionista. Un cammino piuttosto frustrante, compromesso in partenza da un serio infortunio al ginocchio, ai tempi della cantera della Real Sociedad, che alla fine gli ha permesso di assaporare appena 124 minuti di Primera Division, prima di affogare nei baratri di seconda e, poi, di terza serie iberiche. «Vedevo bene il gioco e avevo un buon sinistro, però mi mancavano forza e potenza», l'ammissione del diretto interessato. «La verità è che ero poco competitivo, perché non mi sentivo in grado di potermi affermare ad alti livelli». Un cruccio che l'ha accompagnato per tutta la carriera e che ha fatto sì che, una volta divenuto allenatore, abbia assunto un abito agonistico mentale che gli permettesse di diventare, come tecnico, l'esatto contrario di quello che era stato come giocatore. Ecco spiegato l‘atteggiamento da predatore che lo caratterizza, rendendolo un autentico animale da combattimento. Rispetto al fischio d'inizio, arriva con largo anticipo sul prato verde, che percorrere in lungo e in largo con fare ipnotico, annusando a pieni polmoni il profumo dell'erba appena tagliata. Una volta iniziata la gara, la metamorfosi. Frenetico fino all'inverosimile, si accoscia, si rialza, scatta, frena, dimena le braccia, si fossilizza in improbabili pose. Spettacolo nello spettacolo, e i risultati lo accompagnano.

ASCESA LAMPO - La vita di Emery cambia all'improvviso a cavallo del Capodanno del 2004. Da qualche tempo è ai box, sempre per colpa di quel maledetto ginocchio, e il presidente del Lorca, terza serie, decide di cacciare in fretta e furia l'allenatore Quique Yogue, per offrire la panchina all'abbacchiato Unai. Perché no? Il tempo di un girone di ritorno e la squadra passa dai bassifondi della classifica alla promozione nella serie cadetta. La rosa a disposizione lascia oggettivamente a desiderare, eppure riesce a lottare per la seconda promozione consecutiva fino all'ultima giornata della temporada successiva, anche se stavolta il finale non è lieto. L'ottimo lavoro gli regala la panchina dell'Almeria, a cui restituisce subito l'ebbrezza della Primera Division dopo 27 anni di vacche magre, il tutto attraverso un calcio fatto soprattutto d'intensità indiavolata, in entrambe le fasi, verticalità e valorizzazione delle grandi individualità. Ne traggono giovamento, il giovane pararigori Diego Alves, il solido Felipe Melo, lo scatenato Alvaro Negredo, anche se l'elemento più caratterizzante è, forse, la mezzapunta Fernando Soriano, incaricato della doppia missione di difendere e attaccare senza posa. Vittime importanti come Real, Villarreal e Siviglia, in uno storica Liga terminata all'ottavo posto, lo proiettano al timone del Valencia.

IL SODALIZIO - Estate del 2008. I vari David Villa, David Silva, Mata e compagnia iniziano a conoscere in prima persona il lavoro ossessivo del tecnico. «Ho lavorato con Unai tre anni, il quarto me ne sono andato perché avevo finito tutta la scorta di popcorn della città a furia di visionare video», il commento scanzonato dell'ex viola Joaquin. La dissestata economia del club porta al sacrificio annuale delle principali stelle, ma la squadra si afferma comunque per tre anni di fila come trionfatrice dell'altra Liga, alle spalle di Barça e Real. Tre terzi posti, il rammarico di nessun titolo conquistato, poi la fugace esperienza allo Spartak, prima della chiamata del Siviglia. Inizia il fruttuoso sodalizio con Monchi, che sceglie Emery proprio per la sua capacità di valorizzare giocatori che permettono di sollevare trofei, prima di ripartire lasciando colme le casse del club. Stakanovista, aperto anche a drastici cambi di rotta («Non muoio per un'idea, posso anche cambiarla»), sull'asse Fazio-Rakitic-Carlos Bacca costruisce la prima delle tre Europa League consecutive regalate al Siviglia. Poi il salto al Paris Saint Germain, il trauma del 6-1 di Champions al Camp Nou dopo il trionfale 4-0 del Parco dei Principi, ma anche le conquiste di Supercoppa di Francia e Coppa di Liga.
di A. De Pauli
Fonte: Corriere dello Sport

Le Ultime News

 
    1   2   3   4   5   6       >   >> 
 
 Gio. 26 apr 2018 
BRUNO PERES: "Champions? Ci crediamo, pronti a un altro miracolo"
Bruno Peres ha parlato ai microfoni di Sky Sport 24. Cosa è rimasto della notte...
El Shaarawy: "Liverpool? Servirà la partita perfetta, un'altra impresa"
Alla Parrocchia San Giuseppe Artigiano, verrà presentata la tappa romana della Junior...
TRIGORIA 26/04 - Squadra divisa in due gruppi: tattica e partitella in vista del Chievo
ALLENAMENTO ROMA - Individuale per Perotti, Strootman, Defrel e Karsdorp
Tifosi Roma rinviati a giudizio, negata libertà su cauzione. La difesa: "Non siamo stati noi"
Negata la libertà su cauzione: i due resteranno in carcere fino all'inizio del processo, il prossimo 24 maggio.
Roma, Nainggolan spera, De Rossi è prudente: tutti pensano al Liverpool
Il belga: "Difficile, ma abbiamo già fatto una grande rimonta". Il capitano: "Molti non si rendono conto di quanto siano forti". Strootman dovrebbe recuperare, dubbio Perotti
Calciomercato Salah, il Liverpool fa il prezzo anti-Real: "Via solo a 230 milioni"
Salah potrà andare via dal Liverpool solo per non meno di 200 milioni di sterline....
Liverpool, incriminati i due tifosi romanisti. Ma l'accusa non è più tentato omicidio
I due italiani, tifosi romanisti, arrestati a Liverpool per le violenze fuori dallo...
Roma-Chievo Le Probabili Formazioni
35ªGiornata di Serie A
LIVERPOOL-ROMA, indagini della Digos su striscione pro De Santis: "DDS con noi"
'"DDS con noi": è uno striscione esposto da tifosi giallorossi durante la semifinale...
SCHICK: "Per giocare la Champions anche il prossimo anno dobbiamo restare concentrati"
L'attaccante della Roma Patrick Schick sta vivendo il momento migliore della sua...
Bayern-Real: bandiera anti-Uefa dei tifosi tedeschi all'esame della Commissione disciplinare
La protesta dei tifosi tedeschi del Bayern Monaco, che hanno ieri sera esposto una...
SCONTRI LIVERPOOL, Il Giudice ha imposto a Ranalli una multa di 300 sterline
Ore critiche per le condizioni di Sean Cox, il tifoso irlandese rimasto vittima...
ROMA-CHIEVO, domani la conferenza stampa di Eusebio Di Francesco
La Roma si rituffa in campionato dopo la sonora sconfitta rimediata contro il Liverpool,...
Scontri Liverpool-Roma: i Reds all'Olimpico con la maglia di Sean Cox negli spogliatoi
Il Liverpool ha deciso di appendere nello spogliatoio dell'Olimpico, in occasione...
De Rossi: "La partita col Barcellona la più epica degli ultimi 20 anni"
Intervistato dall'ex compagno Olivier Dacourt, Daniele De Rossi ha rilasciato alcune...
Designazioni arbitrali 35ª giornata di Serie A
Si rendono noti i nominativi degli Arbitri, degli Assistenti, dei IV Ufficiali,...
Malagò: "Io troppo romanista? La Lazio da quando sono qui non ha perso un ricorso, e la Roma..."
Giovanni Malagò, presidente del Coni, ha rilasciato un'intervista a Il Tempo a proposito...
Liverpool, Wijnaldum: "Possiamo essere contenti del risultato"
Dopo la gara di Champions tra Liverpool e Roma, ai microfoni del sito ufficiale...
Tensione alle stelle per l'arrivo dei Reds. Città blindata
Mancano sei giorni al 2 maggio. Sei giorni che sembrano minuti, troppo pochi per...
DiFra, nuovo processo
Il 5-2 di Liverpool riapre le polemiche sul tecnico. Sotto accusa la difesa a 3
Dall'Uefa rischio multe e trasferte negate ai tifosi
La sanzione più probabile, visti i precedenti Uefa in casi simili, sarebbe il divieto di vendere biglietti ai tifosi per una o più trasferte
A Kiev in tre mosse: modulo, Schick, cuore. Roma, si può
Di Francesco ha bocciato la squadra per il comportamento nella sfida di Anfield, ma anche i calciatori sono delusi dal loro allenatore
Con il Chievo senza Perotti e Strootman. Gonalons ok
Col Chievo con ogni probabilità non ci saranno, perché il momento è delicato e Eusebio...
Roma, Nainggolan vuole la Champions: "Un altro 3 a 0, ci credo". Mezza Premier sul Ninja
"Abbiamo iniziato bene la partita, ma poi abbiamo commesso troppi errori e regalato...
Lo studente e l'impiegato, quasi omicidi
Sugli autori dell'aggressione a Sean Cox, il tifoso irlandese del Liverpool preso...
Arriva il Chievo, obbligatorio ripartire ma Perotti deve saltare veneti e Reds
Un rigore per tenere viva una flebile speranza, alla quale non sa nemmeno se potrà...
Roma, anatomia di un suicidio
«Chi non ci crede, resti a casa o sugli spalti». Di Francesco, dopo aver incassato...
Tra Concertone e Champions allerta sicurezza nella Capitale
Martedì e mercoledì, due giorni di fuoco per la Capitale. Il primo maggio ci sarà...
L'ultimo degli extraterrestri Salah, l'Egyptian king che unisce Messi e Ronaldo
Non è giusto che la bellezza sublime di una partita, e di un campione dentro quella...
 
    1   2   3   4   5   6       >   >>