facebook twitter Feed RSS
Venerdì - 19 ottobre 2018
Mappa Cerca Versión italiana
RomaForever.it
HOME NEWS FORUM SQUADRA CAMPIONATO CHAMPIONS LEAGUE EUROPA LEAGUE COPPA ITALIA
 
SHOP AMICHEVOLI CALCIOMERCATO FORMAZIONI PALMARÉS SUPERCOPPA ITALIANA CONTATTACI LAVORO
 

Strootman: "Stanchi noi? Macché siamo forti"

Lunedì 20 marzo 2017
Una vittoria indispensabi­le, per mantenere i 2 punti di vantaggio su un Napoli che non perde un colpo, dopo una vittoria inutile, che non è bastata per continuare la corsa in Europa League: il 3-­1 al Sassuolo non ha riportato l'entusiasmo nell'ambiente giallorosso, ma almeno il sorri­so sì. «Dopo la sconfitta (te­stuale, ndr) con il Lione aveva­mo bisogno dei 3 punti - spiega Kevin Strootman a Mediaset Premium - non siamo partiti bene solo perché sono partiti bene loro, hanno fatto un gran primo tempo. Ma noi avevamo qualità, e si vede, nel secondo abbiamo dimostrato che siamo forti, e dobbiamo continuare così». Una vittoria arrivata an­ che grazie al turnover fatto dmenica col Palermo, dando spazio a Mario Rui e Grenier, ieri rimasti in panchina, ma Strootman non accetta l'alibi della stanchezza, per le cose che non sono andata nelle ulti­ me settimane. «Se non sbaglio nessuno di noi ha detto che sia­mo stanchi, l'avete detto voi. Noi siamo professionisti, e dob­biamo far vedere di essere pronti a giocare ogni tre giorni. E dopo la sosta dovremo essere pronti per le ultime partite».

JUVE ADDIO
- Ultime partite in cui, ormai, non sarà più neces­sario informarsi sul risultato di una Juventus che anche ieri con la Sampdoria ha dimostra­to di non accusare cali di ten­sione: Strootman, a precisa do­manda, accenna una risata. «Dobbiamo concentrarci sul se­condo posto, guardare partita per partita e prendere punti». Lui, intanto, la prossima partita non la giocherà: era l'unico dif­fidato della squadra, al 94' ha perso tempo ed è stato ammo­nito. Giallo cercato? Di certo giallo provvidenziale: salterà la partita con l'Empoli in casa, ar­rivando «pulito» a un finale di campionato che prevede tra il 30 aprile e il 14 maggio Lazio, Milan e Juventus.

PAREDES C'È
- La squalifica di Strootman darà continuità a un Paredes che ieri, quando a 3' dalla fine ha lasciato il posto a De Rossi, si è preso gli applausi dell'Olimpico. Quello di ieri è stato il suo terzo gol stagionale, il più importante, visto che gli altri 2, contro un Palermo sem­pre più vicino alla B, erano arri­vati con la Roma in vantaggio, mentre ieri quando ha segnato sul tabellone c'era uno sconfor­tante 0-­1. «Devo migliorare ed essere più continuo, ma sono certo che giocando migliorerò. Ed è bello ogni tanto vedere il presidente: ci ha fatti tanti complimenti». Gli stessi che si è meritato un Emerson Palmieri che sembra aver convinto an­che Giampiero Ventura. «Sarei onorato di vestire la maglia del­ l'Italia», ha detto l'italo­brasi­liano, altro grande protagoni­sta della vittoria col Sassuolo. Che fino a ieri era venuto 3 vol­te all'Olimpico, e ogni volta era si era portato via un punto: la maledizione è finita.

di F. Oddi
Fonte: Gazzetta dello Sport

News

 
 <<    <      263   264   265   266   267    
 
 Gio. 04 gen 2018 
CALCIOMERCATO Roma, contatti del Genoa con Skorupski per giugno
Il Genoa si muove per giugno, quando Perin potrebbe lasciare la porta rossoblu per...
Tutti allo stadio, ora più che mai
Atalanta, Inter, Samp e i biglietti per la sfida europea di Charkiv: i tifosi sono pronti a sostenere la squadra nel momento più difficile della stagione
Calciomercato Roma, vicina la cessione di Bruno Peres
Trattativa avviata per la cessione di Bruno Peres; la Roma sembra intenzionata a...
Roma, stangato Nainggolan: oltre 100mila euro di multa
Il caso Nainggolan apre il dibattito alla Roma. Ieri Monchi, dopo aver trascorso...
L'Atalanta vuole dare una lezione anche a Di Francesco
Riecco l'Atalantamania. Una vittoria di prestigio e la festa tra due ali di folla,...
Pallone sotto l'albero. Il test è riuscito ma stadi più pieni in tutta la stagione
Il calcio sotto le feste è stato un successo? Di sicuro l'esperimento è riuscito...
Governo pronto a pagare l'altro ponte
In principio fu Virginia Raggi che, in campagna elettorale, annunciò a RadioRadio...
Dzeko dipendenti. Edin, che succede? Se non segni tu la Roma si inceppa
Ci sono due classifiche che raccontano tanto del momento che sta vivendo Edin Dzeko....
Fazio nella Top 11 con Messi
Fazio gioca con Messi, Neymar e Dybala nell'undici europeo ideale del 2017. Sono...
Totti e Monchi strigliano DiFra, Radja e la squadra
Così arrabbiato non lo avevano mai visto. Da una parte Monchi, dall'altra la squadra...
Il mercato è giovane ma solo prenotando
Parola d'ordine: prenotare. Perché il mese di gennaio, oltre a riparare, serve a...
Calciomercato Roma, nodo Peres
Il mercato di gennaio della Roma ruota intorno al nome di Bruno Peres. Il brasiliano...
Calciomercato Roma, il nuovo terzino può essere Widmer
La bocciatura quasi definitiva di Bruno Peres ha imposto alla Roma la ricerca di...
Provaci ancora super Kolarov
Tutto cominciò il 20 agosto. Prima giornata di campionato, Di Francesco al debutto...
Tor di Valle, i diktat dei tecnici: "Strade e trasporti insufficienti"
Un piano trasporti falsato da stime «non realistiche»; il traffico che anziché migliorare,...
L'onestà di Alisson: "Ripartiamo subito altrimenti si fa dura"
Senza se e senza ma, una delle note più liete di questa stagione romanista. Doveva...
Defrel fermo da 40 giorni: nuove terapie
Palestra, poi direttamente in campo per svolgere dei lavori atletici, un focus tattico...
Schick torna dietro la lavagna
A «scuola» da Di Francesco continua le lezioni di convivenza con Dzeko, ma sabato...
La prima di Monchi. Roma: e adesso come reagirai?
Mentalità vincente e rispetto delle regole. Non è un manifesto elettorale verso...
 
 <<    <      263   264   265   266   267