facebook twitter Feed RSS
Lunedì - 16 luglio 2018
Mappa Cerca Versión italiana Inglés versión
RomaForever.it
Home News Forum La Squadra Campionato Champions League Europa League Coppa Italia
Shop Amichevoli Calciomercato Le Formazioni Palmarés Supercoppa italiana Contattaci Lavoro
 

Chiamatelo Super-sub. Per Dzeko due panchine e due gol in 8 giorni

Lunedì 20 marzo 2017
Quel soprannome non l'ha mai digerito, ma non s'offenderà mica Edin Dzeko se lo ritiriamo fuori. Super-sub, lo chiamavano così a Manchester perché era il dodicesimo uomo di Roberto Mancini al City: entrava dalla panchina e bum bum, un gol dopo l'altro, una partita decisa dopo l'altra, una risata e una sofferenza dimenticata dopo l'altra. «Ma no, non mi piaceva essere chiamato così, perché io in realtà soffrivo a stare fuori, preferivo essere il titolare». Però ci sono i momenti. Le situazioni. E le settimane. Prendi questa qui: da Palermo al Sassuolo, otto giorni, due panchine, due gol entrando in campo e spaccando match che - prima del suo ingresso - vivevano sul filo sull'equilibrio. Gioco, partita, incontro: serve Dzeko, ace del bosniaco e tutti a casa.

REGALO DI COMPLEANNO
- Ventuno gol in campionato, 31 stagionali, Super-sub o no poco cambia. Però, com'è diverso il suo impatto sulla Roma. Tanto per dire: ha giocato solo un terzo di partita, eppure ha fatto in tempo a risultare il giocatore che ha tirato di più in porta dei suoi. Non è più tipo da «musino» lui, quella definizione che Spalletti accosta a chi entra in campo a partita in corso un po' così, con l'animo triste e il piedino moscio. Papà Edin s'è fatto una risata: Sofia e Una, le due figlie, gli hanno preparato una torta grande così venerdì 17, che porta sfortuna solo a chi alla sfortuna crede. Era il suo compleanno, venerdì, il giorno dopo il Lione: 31 anni e tante risate. Magari ha festeggiato meglio l'«happy father's day» di ieri, se è vero che a casa Dzeko spesso e volentieri si guardano le partite con il sottofondo dell'inno di Venditti. Ieri no. Ieri Una e Sofia erano allo stadio e a fine partita si sono infilate nel tunnel degli spogliatoi, perché una festa del papà con gol annesso non è roba per tutti. Romanisti si può diventare, anche se vieni dalla Bosnia e i trofei li ha già alzati in Germania e in Inghilterra. Manca l'Italia, a Edin. C'è la Roma, che gli sta dando una continuità che forse neppure lui immaginava, alla fine di una stagione passata un po' così, la scorsa: otto gol nelle ultime nove partite di campionato. Aspettando l'inserimento della Roma nella volata per la lotta scudetto - Spalletti dixit -, Dzeko una volata a suon di gol l'ha già lanciata, meno uno da Belotti, per un titolo individuale che non è dipinto di giallo e rosso dal 2007, l'anno della Scarpa d'oro di Francesco Totti.

CONVIVENZA
- Eppure qui Dzeko vive un'altalena di emozioni che non avrebbe senso di esistere. Come se fosse al centro di un giudizio perennemente sospeso: non sono e non saranno i gol, l'infinità dei 31 gol segnati, a tirare una linea definitiva. Sono bastate invece un paio di partite un po' al di sotto della media e una prestazione insufficiente contro il Lione per far tornare d'attualità i mugugni, i dubbi, i «siamo sicuri che sia proprio lui il centravanti giusto?». Giro di valzer, Dzeko entra e segna con il Sassuolo: vale almeno un paio di settimane di tranquillità. Il cambio di passo, però, è tutto qui: un anno fa di questi tempi erano solo «musini», ora sono solo gol.
di D. Stoppini
Fonte: Gazzetta dello Sport

News

 
 <<    <      263   264   265   266   267    
 
 Lun. 02 ott 2017 
Chelsea, nulla di grave per Morata: contro la Roma ci sarà
I tifosi del Chelsea possono tirare un respiro di sollievo. Come riporta il quotidiano...
Bollettino Medico: Strootman
Kevin Strootman al momento non risponderà alla chiamata della nazionale olandese....
CHELSEA-ROMA, tifosi in fila per il biglietto
Alle 9:00 di questa mattina è iniziata la prima fase della prevendita dei biglietti...
Milan-Roma 0-2: Le Pagelle dei Quotidiani
SERIE A: MILAN-ROMA 0-2 LE PAGELLE DEI MAGGIORI QUOTIDIANI NAZIONALI ITALIANI
Pelle di lupo
Protagonista a sorpresa. Entrato dopo poco più di mezz'ora del primo tempo, al posto...
Milan-Roma 0-2: La Moviola
A partire da questa stagione, l'arbitro potrà avvalersi del VAR (video assistant...
Il trionfo di Alessandro
Per Alessandro Florenzi è la fine di un incubo. Nello stadio che per lui ha...
Bollettino Medico: De Rossi
Daniele De Rossi ha riportato una gonalgia (infiammazione) al ginocchio destro....
Sì, la Roma c'è e non si ferma
E' vero che perdere la partita mentre stai pensando di vincerla fa male, tanto male....
Strootman e De Rossi k.o. Alisson felice: "C'è fiducia"
Sorrisi e preoccupazio­ni. Cominciamo dalla fine, con Daniele De Rossi (infiammazione...
DiFra sbanca San Siro: "Stiamo crescendo. Titoloni meritati"
Aveva chiesto: «I titoloni se vinciamo». E Di Francesco si è conquistato le copertine...
Ale, un gol per mettere in ginocchio anche la malasorte
Alla fine, il calcio è strano. E ti ritrovi a terra per colpa di un amico. Vatti...
Di Francesco: "Vinto di testa". E Pallotta gode "fantastici"
Finisce col torello giallorosso, con gli «olé» dei quasi duemila romanisti sugli...
Totti, anche in giacca vale la standing ovation
«Vittoria importantissima che ci fa crescere come gruppo! Forza Roma». Così Totti...
Il diavolo è Dzeko
Se il Milan è questo, altro che Champions. Il fatto che sia soltanto la settima...
 Dom. 01 ott 2017 
Atalanta-Juventus 2-2: Caldara e Cristante rimontano, Dybala sbaglia rigore
Succede di tutto: 2-0 Juve con Bernardeschi e Higuain, poi segnano Caldara e Cristante, prima dell'errore dal dischetto della Joya
TRIGORIA, Mercoledì la ripresa degli allenamenti con una doppia seduta
Dopo la bella vittoria contro il Milan, molti dei nazionali lasceranno Trigoria...
BOLLETTINO MEDICO - Kevin Strootman e Daniele De Rossi
Sostituito al 33' di Milan-Roma da Lorenzo Pellegrini, Kevin Strootman ha riportato...
La Roma di Di Francesco oltre gli infortuni
MILANO Una botta, anzi due. Se anche il guerriero Strootman deve arrendersi,...
PELLEGRINI: "Vinta una partita importante: meglio di così non c'è nulla"
MILAN-ROMA 0-2 LE INTERVISTE POST-PARTITA PELLEGRINI IN ZONA MISTA E' stato difficile...
 
 <<    <      263   264   265   266   267