facebook twitter Feed RSS
Mercoledì - 19 dicembre 2018
Mappa Cerca Versión italiana
RomaForever.it
HOME NEWS FORUM SQUADRA CAMPIONATO CHAMPIONS LEAGUE EUROPA LEAGUE COPPA ITALIA
 
SHOP AMICHEVOLI CALCIOMERCATO FORMAZIONI PALMARÉS SUPERCOPPA ITALIANA CONTATTACI LAVORO
 

Dzeko corre per la Scarpa d'oro. Segna più lui di tutto il Crotone

Domenica 12 febbraio 2017
In fondo la strada è la stessa, per diventare il settimo re di Roma o il custode internazionale del gol sempre da Crotone devi passare, sempre la luna piena del lungomare devi ammirare. Magna Grecia e chissà se Magna Bosnia, ma questo chiede oggi Edin Dzeko a una trasferta di quelle «occasione o trappola», a seconda della capacità di gestione, a seconda della mentalità per dirla alla Spalletti.

RISPOSTA CERCASI
- Per dirla alla Dzeko, c'è da rispondere con la lingua del gol all'avanzata uruguaiana, Edinson Cavani e Luis Suarez, che nella classifica della Scarpa d'oro hanno messo una marcia alta. Dzeko ora è terzo, il distacco dall'attaccante del Psg è aumentato dopo la doppietta al Bordeaux di venerdì sera, pure Suarez con due gol ha superato l'attaccante di Spalletti. Funziona così, una risposta è necessaria: Cavani è a quota 37,5 (ogni rete in Ligue 1 vale 1,5), Suarez a 36, Edin a 34 (in compagnia di Aubameyang, Messi e Alexis Sanchez): serve una doppietta per andare in testa. Servono i gol di Dzeko alla Roma tutta, così appesa alla necessità di non mollare un centimetro stritolata com'è dalla voglia di rincorsa alla Juventus e dalle manovre assai poco concilianti del Napoli. Di centravanti ce n'è uno, di capocannonieri a fine stagione la Roma ne ha avuti solo sei: Volk, Guaita, Da Costa, Manfredini, Pruzzo e Totti. Se il settimo re sarà davvero bosniaco, sarebbe un inedito e forse la più grande capriola di rendimento di un attaccante giallorosso nella storia. Perché, direbbe Spalletti, «ora sono tutti sul carro di Dzeko». Ma lo stesso allenatore toscano un anno fa teneva Edin a lungo in panchina, a vantaggio dell'attacco piccolo e veloce. È vero allora che il bosniaco ha messo tanto di suo in questa rinascita. Ora la velocità è di pensiero e di esecuzione, del carro (forse) e di un giocatore (sicuro) che ha il divieto assoluto di riposo appeso al collo.

IL PIÙ IMPIEGATO
- Avanti così, allora. Hai visto mai che la serie si allunga: Dzeko va in gol da tre partite di campionato consecutive, solo una volta in questa stagione ha fatto quattro. E ha fatto tanto, altro che storie: 24 gol stagionali, per dire, sono quattro in più delle reti che il Crotone tutto ha segnato in campionato. «Ma non c'è Dzeko senza Roma», ha detto il bosniaco martedì scorso dopo aver steso la Fiorentina. Vero: non c'è calciatore in A che tira più in porta di lui, 62 volte, segno che c'è un lavoro di squadra a supportarlo. Ma funziona come col segno «+», puoi cambiare l'ordine degli addendi e il risultato non cambia. «Non c'è Roma senza Dzeko», è altrettanto vero: con 1.970 minuti il bosniaco è il giocatore di movimento più utilizzato da Spalletti. Magna Bosnia è a Trigoria.
di D. Stoppini
Fonte: Gazzetta dello Sport

News

 
 <<    <      263   264   265   266   267    
 
 Mar. 06 feb 2018 
Verona-Roma 0-1 Le Decisioni del Giudice Sportivo
DECISIONI DEL GIUDICE SPORTIVO
Bruno Peres, super multa e possibile cessione immediata
Dopo l'incidente di ieri, causato da un uso eccessivo di alcolici nella notte post...
CENGIZ, dopo Totti è il marcatore giallorosso più veloce dal 2012
Stando alle statistiche riportate da Opta, Cengiz Ünder oltre a essere il primo...
Roma-Benevento: vieni all'Olimpico con la Promo Studenti!
Sei uno studente? Scopri la promozione dedicata te per assistere alle partite della...
Calciomercato Roma, Pellegrini, clausola da rivedere
Riflettori puntati su Lorenzo Pellegrini. Le buone prestazioni del giovane centrocampista...
Così pochi gol dai tempi di Mazzone
Come è difficile fare gol per la Roma. A Verona gli è bastata la prodezza di Ünder...
E' una Roma al 6 per 100
La Roma attacca al sei per cento. Di Francesco si infuria, i giocatori si interrogano,...
Roma, trasferta di Udine a rischio per i tifosi giallorossi
Dopo gli incidenti di Verona, che hanno portato a 21 fermi, sabato 17 febbraio la squadra di Di Francesco potrebbe affrontare l’Udinese senza il sostegno dei suoi sostenitori
Alisson campione anche di solidarietà
Campione pure di solidarietà. Alisson, insieme al preparatore dei portieri Taffarel,...
Roma, modulo di gruppo
Adesso, ritrovata la vittoria dopo 50 giorni di digiuno, c'è solo da capire che...
Lamela: "La Roma la mia prima esperienza all'estero: mi sono sentito bene"
El Coco è diventato uomo. Erik Lamela ha uno sguardo diverso dai tempi della Roma:...
Dopo Verona Under in Turchia è un eroe
Parlerà oggi (molto duramente) con Bruno Peres, Di Francesco, intenzionato invece...
Spalletti ad alcuni tifosi: "Totti non correva più, gli altri si deprimevano"
Chiacchierando a notte fonda con sei tifosi della Roma, davanti a un ristorante...
Liberati i 21 romanisti fermati. Per tutti scatterà il Daspo
Liberati, ma sotto processo. I 21 tifosi romanisti fermati a Verona perché ritenuti...
La Roma che perde i pezzi ora si aggrappa a Gerson
Un anno fa aveva appena iniziato il periodo di espiazione dopo il rifiuto al Lille...
De Rossi, la chiave per una Roma flessibile
Manca dal 30 dicembre 2017, Roma-Sassuolo 1-1, ma può essere la chiave per rendere...
Tutti pazzi per Gengol
La sfrontatezza di Under, in attesa dell'ennesimo ritorno di Schick. Di Francesco...
Ubriaco alla guida, Bruno Peres si schianta
Tanta paura, per fortuna nessuna conseguenza fisica, ma l'ennesimo colpo a un'immagine...
 Lun. 05 feb 2018 
Totti: "Spalletti non lo conosco!" (VIDEO)
"Batistuta intramontabile, Di Canio brutto"
Lazio-Genoa 1-2: Pandev e Laxalt beffano Inzaghi
Succede tutto nella ripresa. Il Var annulla un gol agli ospiti
 
 <<    <      263   264   265   266   267