facebook twitter Feed RSS
Sabato - 18 novembre 2017
Mappa Cerca Versión italiana Inglés versión
RomaForever.it
Home News Forum La Squadra Campionato Champions League Europa League Coppa Italia
Shop Amichevoli Calciomercato Le Formazioni Palmarés Supercoppa italiana Contattaci Lavoro
 

Lazio sparita Inizia il processo

Oggi i dirigenti a colloquio con Pioli Tare: "Non c'è più voglia di vincere"
Giovedì 12 novembre 2015
La terza sconfitta consecutiva, la sesta in campionato, il tracollo nel derby. Tutti colpevoli, non si salva nessuno: Pioli, giocatori e società. A Formello scatta la settimana dei confronti, inizieranno oggi pomeriggio, Lotito e Tare parleranno attentamente con l'allenatore. Il direttore sportivo sogna il riscatto, crede nella rosa costruita in estate, ha analizzato il momento attraverso le frequenze di Lazio Style Radio: «Il momento è negativo, non ci sono dubbi. Bisogna fare delle valutazioni a 360 gradi: ora si parla di catastrofe, ma solo 3 settimane fa si parlava di una squadra in lotta per lo scudetto. Non mi esaltavo prima e non mi butto giù adesso».
Atteggiamento sbagliato e calciatori scontenti, serve una reazione immediata, non c'è più tempo da perdere. Alla ripresa del campionato all'Olimpico si presenterà il Palermo del neo allenatore Ballardini, la Lazio non può più sbagliare: «Mancano grinta e determinazione - ha spiegato Tare - non vedo la voglia di vincere le partite a tutti i costi, ma comunque c'è tanta qualità. Il derby è stato deciso purtroppo da episodi sfavorevoli, la Roma ha avuto subito l'occasione di impostare la gara a suo piacimento, giocando esclusivamente in contropiede».
Sul banco degli imputati anche Stefano Pioli, la situazione è delicata. Il tecnico non è in bilico, resta aggrappato alla panchina, ma saranno decisive le prossime tappe: «Parlerò bene con Pioli - ha confermato il diesse - c'è ancora tanta strada da fare, attualmente siamo nella posizione di chi rincorre. Ma se remiamo tutti dalla stessa parte, possiamo tornare agli standard della scorsa stagione».
Tare ha poi commentato lo sciopero delle curve durante la stracittadina: «Dispiace molto, l'Olimpico semivuoto mi ha trasmesso tristezza. Ora cercheremo di concentrarci sulla questione sperando che si possa prendere una decisione che accontenti tutti». Inevitabile un commento sulla direzione arbitrale di Tagliavento, le polemiche continuano: «È vero, l'ho incontrato nel post gara. Ero decisamente rammaricato per l'episodio del rigore concesso, che ha inciso nell'economia della gara. Ho solamente esternato all'arbitro la mia delusione per l'andamento del match e alla fine gli ho solo chiesto di rivedere in serata ed in serenità gli episodi incriminati. Da parte sua non c'è stato alcun gesto di scuse, anzi la convinzione di essere nel giusto».
La Lazio è stata sanzionata con un'ammenda di 3 mila euro «per avere - si legge nel comunicato ufficiale - i suoi sostenitori, nel corso della gara, indirizzato all'arbitro cori ingiuriosi» (singolare però come non siano stati puniti anche i cori contro De Rossi e Radu). Ora l'obiettivo è quello di ripartire al più presto, mister Pioli ritroverà tutto il gruppo a partire dalla prossima settimana, in questi giorni lavorerà a ranghi ridotti: circa 12 giocatori hanno risposto alla chiamata delle rispettive selezioni, rientreranno in extremis per la ripresa del campionato. Si alleneranno regolarmente invece Marchetti, Radu, Mauri, Keita e Klose (ieri in Paideia per un fastidio alla caviglia), gli unici big rimasti a Roma.
Non ci sarà Milinkovic, è stato convocato dalla Serbia Under 21: «Sono amareggiato per il derby perso - ha svelato il centrocampista - ma fortunatamente ho firmato un contratto di 5 anni con la Lazio e quindi avrò l'opportunità di giocarne altri. Noi vogliamo ripetere la scorsa stagione, il nostro obiettivo resta arrivare tra le prime tre. Il leader nello spogliatoio? L'ultima parola spetta sempre a Radu».


La terza sconfitta consecutiva, la sesta in campionato, il tracollo nel derby. Tutti colpevoli, non si salva nessuno: Pioli, giocatori e società. A Formello scatta la settimana dei confronti, inizieranno oggi pomeriggio, Lotito e Tare parleranno attentamente con l'allenatore. Il direttore sportivo sogna il riscatto, crede nella rosa costruita in estate, ha analizzato il momento attraverso le frequenze di Lazio Style Radio: «Il momento è negativo, non ci sono dubbi. Bisogna fare delle valutazioni a 360 gradi: ora si parla di catastrofe, ma solo 3 settimane fa si parlava di una squadra in lotta per lo scudetto. Non mi esaltavo prima e non mi butto giù adesso».
Atteggiamento sbagliato e calciatori scontenti, serve una reazione immediata, non c'è più tempo da perdere. Alla ripresa del campionato all'Olimpico si presenterà il Palermo del neo allenatore Ballardini, la Lazio non può più sbagliare: «Mancano grinta e determinazione - ha spiegato Tare - non vedo la voglia di vincere le partite a tutti i costi, ma comunque c'è tanta qualità. Il derby è stato deciso purtroppo da episodi sfavorevoli, la Roma ha avuto subito l'occasione di impostare la gara a suo piacimento, giocando esclusivamente in contropiede».
Sul banco degli imputati anche Stefano Pioli, la situazione è delicata. Il tecnico non è in bilico, resta aggrappato alla panchina, ma saranno decisive le prossime tappe: «Parlerò bene con Pioli - ha confermato il diesse - c'è ancora tanta strada da fare, attualmente siamo nella posizione di chi rincorre. Ma se remiamo tutti dalla stessa parte, possiamo tornare agli standard della scorsa stagione».
Tare ha poi commentato lo sciopero delle curve durante la stracittadina: «Dispiace molto, l'Olimpico semivuoto mi ha trasmesso tristezza. Ora cercheremo di concentrarci sulla questione sperando che si possa prendere una decisione che accontenti tutti». Inevitabile un commento sulla direzione arbitrale di Tagliavento, le polemiche continuano: «È vero, l'ho incontrato nel post gara. Ero decisamente rammaricato per l'episodio del rigore concesso, che ha inciso nell'economia della gara. Ho solamente esternato all'arbitro la mia delusione per l'andamento del match e alla fine gli ho solo chiesto di rivedere in serata ed in serenità gli episodi incriminati. Da parte sua non c'è stato alcun gesto di scuse, anzi la convinzione di essere nel giusto».
La Lazio è stata sanzionata con un'ammenda di 3 mila euro «per avere - si legge nel comunicato ufficiale - i suoi sostenitori, nel corso della gara, indirizzato all'arbitro cori ingiuriosi». Singolare però come non siano stati puniti anche i cori contro De Rossi e Radu. Ora l'obiettivo è quello di ripartire al più presto, mister Pioli ritroverà tutto il gruppo a partire dalla prossima settimana, in questi giorni lavorerà a ranghi ridotti: 12 giocatori hanno risposto alla chiamata delle rispettive selezioni, rientreranno in extremis per la ripresa del campionato. Si alleneranno regolarmente invece Marchetti, Radu, Mauri, Keita e Klose (ieri in Paideia per un fastidio alla caviglia), gli unici big rimasti a Roma.
Non ci sarà Milinkovic, è stato convocato dalla Serbia Under 21: «Sono amareggiato per il derby perso - ha svelato il centrocampista - ma fortunatamente ho firmato un contratto di 5 anni con la Lazio e quindi avrò l'opportunità di giocarne altri. Noi vogliamo ripetere la scorsa stagione, il nostro obiettivo resta arrivare tra le prime tre. Il leader nello spogliatoio? L'ultima parola spetta sempre a Radu».
di Gianluca Cherubini
Fonte: Il Tempo

Ballardini - Le Ultime News

 
    1    
 
 Lun. 06 nov 2017 
GENOA, ufficiale Ballardini: debutto casalingo contro la Roma
Attraverso un post apparso su Twitter, il Genoa ha ufficializzato il ritorno in...
 Dom. 05 nov 2017 
Genoa esonera Juric, arriva Ballardini
Come successore è indicato Ballardini, attesa per annuncio
 Dom. 24 set 2017 
Roma, risorge il Faraone e l'Udinese fa la mummia
Avviso ai naviganti: a dispetto di tanti pronostici, la Roma è pronta a iscriversi...
 Mar. 18 apr 2017 
Calciomercato, allenatori in attesa: la lista degli italiani senza panchina
Se è vero come è vero che l'Italia è un paese di allenatori, questa lista lo conferma....
 Mar. 24 gen 2017 
Calciomercato Palermo, Corini si dimette. Zamparini pensa a...
Il tecnico del Palermo Eugenio Corini ha rassegnato in mattina le proprie dimissioni...
 Mer. 07 set 2016 
Allegri re di denari, in scia c'è Spalletti, a ruota lo seguono De Boer e Montella
Massimiliano Allegri resta sempre in testa, anche nelle speciale graduatoria degli...
 Gio. 01 set 2016 
Mercato, Serie A: ecco le spese squadra per squadra
Il calciomercato si è chiuso alle ore 23 di ieri e da oggi sarà possibile mettere sotto contratto i calciatori svincolati e liberi sul mercato.
 Dom. 08 mag 2016 
Milan, devi tifare Inter. Napoli: ansia da 2° posto, Palermo vicino alla salvezza
Che incastri nell'ultima giornata: i rossoneri devono battere la Roma e sperare nei cugini che saranno ospiti del Sassuolo, Sarri deve superare il Torino stasera e...
 Lun. 29 feb 2016 
Gli Oscar della Serie A: il caso Juventus è il miglior film. Higuain come Di Caprio
Assegniamo le 24 statuette del calcio a due terzi della stagione: ad Allegri la miglior Regia, il silenzio dei tifosi di Roma e Lazio miglior colonna sonora
 Mar. 12 gen 2016 
Garcia, è finita davvero...
Una cosa è certa: alla Roma non hanno fretta, ma stavolta il giorno dei saluti è...
 Lun. 11 gen 2016 
CALCIOMERCATO Palermo, esonerato Ballardini. Squadra a Viviani
PALERMO - Maurizio Zamparini ha deciso: Davide Ballardini non è più l'allenatore...
 Mer. 06 gen 2016 
CALCIOMERCATO dietrofront Zamparini: il Palermo conferma Ballardini
Il comunicato era in uscita, l'ufficialità pronta a essere sancita. Iachini destinato...
CALCIOMERCATO Palermo, esonerato Ballardini: al suo posto torna Iachini
Altro esonero in casa Palermo: dopo la sconfitta con la Fiorentina, il presidente...
 Mar. 29 dic 2015 
Calciomercato Panchine calde: mezza serie A cambia a fine stagione
Garcia e Mihajlovic ai saluti, Di Francesco piace a molti. Allegri saldo alla Juve: ma la Premier lo vuole tentare
 Ven. 25 dic 2015 
Serie A, Juventus, Roma e Torino un giorno in più di vacanza
Ecco come passano le vacanze natalizie i calciatori di serie A. Alcuni volano a Dubai, altri tornano a casa. Pasqual in Finlandia, Estigarribia si sposa
 Lun. 21 dic 2015 
Da Garcia a Mihajlovic, babbo Natale salva la panchina
Se ne va una domenica di abbracci collettivi e individuali alle panchine, di risultati che salvano coach in bilico o quantomeno possono consentir loro di respirare per qualche ora. L'ultimo turno dell'anno solare ha indubbiamente dato una grossa mano soprattutto ai mister in difficoltà
 Lun. 07 dic 2015 
Calciomercato, da Ballardini a Montella: il cambio non basta. E gli esoneri potrebbero aumentare
Sono già sei gli avvicendamenti in panchina. Ma almeno altri quattro tecnici sono a rischio
 Mer. 02 dic 2015 
Coppa Italia, il Palermo è fuori. L'Alessandria sbanca il Barbera
Finisce 2-3 per i grigi di Gregucci: trovano il Genoa. Vazquez si fa espellere dopo 22 minuti per una gomitata
 Gio. 12 nov 2015 
Pause e allenatori. Rivoluzione in panchina
Ultimo stop prima del rush di gennaio. Ultima pausa. Ultimo fermo di campionato....
 Mer. 11 nov 2015 
Calciomercato story: gli ultimi migliori colpi di gennaio
Gli ultimi migliori acquisti nella finestra di mercato invernale della Serie A
 Mar. 10 nov 2015 
Palermo, è ufficiale: esonerato Iachini, ecco Ballardini
Il club rosanero ha comunicato il cambio in panchina con una nota ufficiale
 Mer. 04 mar 2015 
Atalanta, ecco Edy Reja: esonerato Colantuono
Decisivo per il tecnico del club bergamasco il ko interno in campionato contro la Sampdoria, il quarto consecutivo. Fra venti giorni il nuovo allenatore andrà al San Paolo per affrontare la sua ex squadra
 
    1