facebook twitter Feed RSS
Martedì - 21 novembre 2017
Mappa Cerca Versión italiana Inglés versión
RomaForever.it
Home News Forum La Squadra Campionato Champions League Europa League Coppa Italia
Shop Amichevoli Calciomercato Le Formazioni Palmarés Supercoppa italiana Contattaci Lavoro
 
La Parola ai Tifosi
Tutti i Messaggi

 Gio. 02 nov. 2017 - H.12:19
 Johnny 
 
Rispondi
 
 
 Segnala post
 
NAPOLI - M.C.....UN FILM VISTO E RIVISTO. MA CHE FA RIFLETTERE.
SI SAPEVA CHE IL NAPOLI HA (Sempre avuto negli ultimi anni) una panchina corta, insufficiente. Ha solo qualche elemento valido a centrocampo, ma vulnerabile sia in difesa. che all'attacco. Non illudiamoci, stiamo peggio noi. Ieri sera fuori Goulhan il Napoli si e' ritrovato senza TERZINI. Maggio e' li perche' non ci sono schei per comprare un difensore degno di non far rimpiangere uno dei due terzini infortunati. Mi rattriste chi gode della sconfitta del Napoli. Allora dovremmo stringere la mano a quei tifosi che si rallegrassero nel vedere un Kolarov infortunato? Il Napoli con Goulhan in squadra non voglio fare pronostici, ma di certo avesse inpensierito il M.C. Milionario. Non devo ripeterlo. Per me prima il collettivo, poi ben vengono quelli con qualcosa in piu' (Renumerati bene). Ma anche il collettivo richiede una panchina dove l'allenatore puo' pescare bene. Ieri sera mentre Ghoulhan indicava che l'infurtunio era grave, Sarri con il suo assistente erano li a discutere piu' a lungo del solito. Sarri sapeva che il Napoli andava incontro a un mezzo disastro. Haysal non ha mai giocato a sinistra. Sarebbe come fare giocare Kolarov a destra. Dall'altra parte c'era un Guardiola che non avesse mai allenato una squadra con una panchina in'esistente come quella Napoletana, Romana, Laziale, Milanese, Interista...Solo la vecchia Madame puo' vantare delle riserve all'altezza..DiFra (Fra le tante cose bene, anche lui ne sta combinando una GRANDE). Il turn over utilizzato fino adesso e' stato ottimo, ma ha sbagliato tanto schierando Dzeko in tutte le partite. Con Dzeko fuori, per infortunio, per squalifica, un disastro. mai provato una sola volta L'alternativa. Alcuni giornali scrivono...Con il rientro di Shick, DiFra puo' contare su un sostituto di Dzeko. Affermazione da P A Z Z I. I due non hanno nulla in comune. Poi si parla di rientro, ma lui non ha mai giocato nella Roma. Dimostrera' di inserirsi e far parte di un collettivo che gia' da buon segni di garanzia?
Poi si pensa a Defrel da 9? Per carita', Monchi farebbe bene a venderlo, o a scambiarlo con qualcuno...QUINDI...Non godiamo. Non ridiamo delle disgrazie altrui. Guardiamoci nello specchio e auguriamoci che ne Dzeko, e insieme a lui, Nango, Kolarov, Alisson, Fazio, ElSha, niente di grave gli succedera'. Perche' a me mi dispiacesse pensare che altri tifosi si mettessero a godere nel vedere la Lupa zoppicare. Mi auguro che sia la Juve, che il Napoli, si qualificano. C'e' bisogno di spiegazioni?

  Risposte
  Ven. 03 nov. 2017 - H.19:50
1. E' vero gerry ogni hanno fatto un articolo sul Corriere dove due esperti scrivevano che:

1- è 'demenziale' non assurdo, ma DEMENZIALE ossia da dementi fa giocà le squadre in pieno Luglio le tournèe estive, quando dovrebbero dedicà il tempo alla preparazione perchè i giocatori non so' ROBOT, hanno bisogno di riposo anche loro;

2- se tu gonfi a dismisura il quadricipite femorale (quello che spicca sopra il ginocchio), il ginocchio e il legamento che è all'interno devono sopportare uno sforzo nel piegarsi che è il doppio, il triplo o il quadruplo del normale, prima o poi ti rompi, tranne chi è più fortunato perchè magari ha il legamento più spesso o fa meno palestra-gambe.

E' vero, Sarri ha sbagliato, a non provare giocatori e alternative, visto che ha giocato le prime in serie A contro Benevento, Verona, Bologna, Spal, Cagliari, Genoa e Sassuolo.
In queste partite doveva fa' riposà pe forza qualcuno, poi con Roma, Lazio, Inter e Atalanta schieravi la formazione migliore.
Io non vorrei, per loro, che anche quest'anno il Napoli facesse la corsa del somaro, avanti avanti in testa e poi via via più piano, più piano fino ad arrivà ultimo.
Pure Garsia faceva sti sbagli, vi ricordate Strootman, era un fenomeno e l'ha spremuto fino a farlo rompere, senza pietà, tutte le partite 90 minuti pure con l'ultima in classifica.
Questo vuol di' esse ottusi e sprovveduti perchè poi se te manca Strootman fino alla fine dell'anno, o Ghoulam per il Napoli so' cavoli, allora era meglio perde una partita..
  Ven. 03 nov. 2017 - H.18:48
2. Caro Jo' il mio post è stato scritto prima che Perotti commentasse gli onori di CL tributati a Elsha dicendo: ...tutto grazie a me!... Che non è vero, ma E' VERO, nel senso che dicevo prima, riferendomi al fatto che DiFra schierandoli INSIEME ai lati di Dzeko pare ormai mostrare di considerarli NON alternativi ma complementari. Certo, ci sono state le loro resistenze legate al desiderio di entrambi di giocare a sn, ma, a parte questo, quanti di noi hanno scritto, prima, che se giocava l'uno non poteva giocare l'altro? Laddove, per intelligenza tattica (Dzeko), capacità di agire da apriscatola laterale (Perotti), e attitudine al tiro (Elsha), i tre erano già potenzialmente buoni a formare IN QUESTO MOMENTO ISTORICO un bel 3 d'attacco, nel falso 4-3-3 di Santeusebio, e fare quello che diceva quello: ...mentre io lo tengo, tu lo scherzi, e il terzo di noi lo picchia... Su Defrel, invece, resto non d'accordo: non è un Icardi, ma neppure un Rincon destinato all'oblio: è uno duttile, mobile, furbo, dedicato alla causa, che se lo metti para-terzino -come a inizio campionato- fai solo zereezère, ma se lo metti più in mezzo può tornarci utilissimo per scongiurare che pure Dzeko si rompa. Tutto questo Schick a parte.
Ora, dire questo non significa negare certi tuoi pensieri prospettici su un Under o un Gerson. Che, però, sono "prospettici", non già attualissimi.
In ogni caso la cosa importante è che l'organico sia abbastanza OMOGENEO di qualità, perché questo consente a uno come Santeusebio, (che diversamente da Spallo non cerca la SQUADRA ideale per un suo gioco ideale -che una volta trovata esclude tutti gli altri) di cercare "variazioni sul tema", di uomini e reparti, che potrebbero alla fine risultare decisive in un calendario da pazzi, dove tanta gente (non solo a Roma!!!) si rompe. Perché, come sostiene un mio amico del ramo, i legamenti si rompono: 1) se c'è c'è troppa voglia di "potenza" muscolare; 2) se si gioca troppo spesso e si accumulano continuamente traumi e microtraumi; 3) se non c'è il tempo di assorbire sforzi e stress continuamente fatti.
Siccome, poi, quest'anno Monchi (che non è Sabatino vola-vola) ci ha portato gente di alternative QUASI pari io spero sempre più bèn. Forza Roma.
  Ven. 03 nov. 2017 - H.12:20
3. Adesso si va un po’ per iperboli. È paradossale, ovviamente non impossibile, che una squadra possa perdere contemporaneamente TRE giocatori in TRE ruoli diversi.
Sarri ha perso solo Ghoulam, non Reina, Ghoulam e Mertens. Anche se ci è mancato poco che perdesse anche il belga. Spalletti (Sculetti) con una rosa corta non può giustamente giocare come il Napoli. Quello che non sopporto è che non ha un gioco bello che mi possa far dire: “sta meritando di essere secondo.” Va bene non rischiare ma neanche giocare bene... no. Perché con il Napoli, Spalletti ha schierato un pullman davanti alla porta. Perché ha avuto paura di poter vincere contro il Napoli. Neanche Trapattoni avrebbe giocato così e il Napoli quando ha incontrato l’Inter, aveva da poco giocato a Manchester. Poi si offende se da Sarri si sente dire: “ministro della difesa”. Allora sarebbe stato più ovvio, vedere uno 0-0 tra Roma-Napoli (in vista di Manchester e Chelsea) che in Napoli-Inter. “Eh! Ma vacci tu a pareggiare al San Paolo!” “E sti c@zzi del San Paolo! Ti rispondo. Che è lo Juventus Stadium? E neanche in quest’ultimo si deve avere paura. Paura di cosa? Rispetto si! Paura no! La Lazio ha vinto allo Juventus Stadium! Sveglia! Ha dato due pizze alla Juve! La paura ha compromesso molte partite della Roma. Rispetto di più Garçia, che anche con la rosa corta, faceva correre avanti e indietro i giocatori. Il primo anno di Garçia è stato meraviglioso. Ovviamente si aspettava qualche rinforzo e non che fossero venduti i giocatori. Sarri rischia è vero, gli si dia merito di questo, ma si butta avanti con tutte le squadre. E questa è presunzione. Cosa credeva Sarri? Di poter vincere facilmente contro il Manchester perché giocava in casa? Come ha detto Mertens alla fine di Napoli - Sassuolo?
E così pensando, il Napoli prima della partita contro il City non si è risparmiato contro il Genoa (3-2) né contro il Sassuolo (3-1). Risultato? Ghoulam fuori. Mentre l’operaio Di Francesco 1-0 a Torino e 1-0 contro il Crotone e il Bologna in casa. Il massimo risultato con il minimo sforzo. Con umiltà, che poi lo ha premiato contro il Chelsea.
Riflettete su questo.

Forza Di Francesco!!! Forza Magica Roma!!!
  Ven. 03 nov. 2017 - H.12:19
4. GERRY,

PER me Defrel fara' la stessa fine di Ricon. SABA si interstardi per portarlo a Roma e per un strano motivo, valutazione, la Juve ce lo soffio'. Gioco' qualche spezzone nella Juve, poi fu scaricato subito. Defrel nel Sassuolo non aveva una posizione fissa. Non e' mai stato veloce, gioca con un solo piede. Invece di puntare su lui DiFra dovrebbe dedicarsi di piu' a formare Under. Invece al ragazzo di questa fiducia si intravede poca cosa. La fiducia per alcuni giocatori vuol dire tanto. ElSha non sta mostrando nulla di nuovo. Quello che ci ha fatto vedere ultimamente sono le stesse cose che aveva ai tempi di Spalletti. Ma sono arci convinto che sentendo la FIDUCIA. Ricevendo incitamenti. Ricevendo consigli da un allenatore che sa comunicare (Comunicare e' una virtu' che non si impara) e il giocatore scende in campo convinto che potra' offrire il suo contributo. Sono curioso di vedere se ElSha accettera' di giocare regolarmente anche a destra. Senza avere informazioni al riguardo ho la netta sensazione che DiFra sia riuscito a convincerlo che lui a destra puo' offrire lo stesso rendimento, e per di piu' essere titolare. Un'indicazione di gran valore indica che ìl 95% dei goals segnati li ha segnati da posizione centrale. Insomma si accentra come fa Insigne. Ora DiFra dovrebbe convincere Perotti a fare la stessa cosa. Invece di insistere nei suoi dribling senza mai cercare la porta, dovrebbe si puntare il suo marcatore (Che lo salta 7 volte su 10) ma avere come obbiettivo la PORTA. Se a questi due gli addetti ai lavori (Iniziando da DiFra) riusciranno a convincerli di modificare il loro gioco, la Roma incassera' una barca di milioni grazie alle plusvalenze che ne seguirebbero. Per non parlare del beneficio che la Squadra ricevesse......Poi sotto con Gerson...Anche li si tratta di un lavoro di testa.....Spero che, FINALMENTE, ci si accorge come l'allenatore sia determinante. Ma per molti senza Top Players non si godono il gioco del calcio. Loro cercano quel giocatore che si prende la squadra sulle spalle. La ROMA attuale ha 11 uomini che si caricano sulle spalle la squadra.
  Ven. 03 nov. 2017 - H.11:24
5. Io invece penso, caro Jo', che Difra lo sappia. Proprio perché la turnazione che per svariati motivi ha fatto e sta facendo dei suoi uomini sembra avere una logica: che va oltre la necessità contingente di metterci una pezza perché Tizio non c'è e Caio non è pronto. Naturalmente, se gli venisse meno Kolarov ora nascerebero problemi di "differenze" di qualità individuale con chi lo sostituisce; e questo può valere anche per Alisson sostituito da Skorupski. Ma su come ovviare a un'indisponibilità di Dzeko, che è più difficile, non credo che il Santo sia così impreparato.
Infatti, ne ho seguito le "terne" schierate finora in attacco, e mi permetto di dire che il primo Defrel, quello messo a fare il difensore aggiunto davanti a Peres, non è il Defrel messo ultimamente "a tagliare" verso la porta, negli spazi lasciatigli da quel GRANDE calciatore che è Dzeko, il quale non è spietato come un Aguero ma sa jocàr a bàllon. E lì, il Defrel si è buttato più volte mancando l'ultimo appuntamento per un pelo di ritardo. Aggiungo che la coppia Elsha-Perotti della partita col Chelsea non mi è parso un riempitivo d'attacco o una coppia-doppione, ma una "scelta fatta per qualità complementari" che per certi versi mi ricorda la vicenda di Insigne e Mertens (che come i nostri due eroi si sinistra erano ritenuti "alternativi" uno all'altro, prima che Sarri -certo, costretto dall'infortunio di Milik- li mettesse a giocare insieme con i risultati che abbiamo visto. Perciò io credo di sapere "come" Santeusebio userà Defrel, per far respirare Dzeko. Non so INVECE ancora come userà Schick! Ma questo lo vedremo, ah, se lo vedremo... Forza Roma.
  Ven. 03 nov. 2017 - H.10:18
6. DIEGO.
ottima osservazione....e tu credi che DiFra sa gia' cosa farebbe se gli venisse a mancare Dzeko? Kolarov, Allison, e mi fermo. Poche squadre in Italia hanno una seconda squadra, o almeno giocatori che sappiano ricoprire diversi ruoli. Certo che Sarri e' un allenatore che vive alla giornata, ma come lui ne abbiamo visti tanti che non rischiano. Spalletti, Garcia, pensavano tanto ai possibili infortuni, squalifiche, non credo proprio. Nessuno conosce cosa vuol dire....CHI NON RISICA, NON ROSICA.....Proverbi che meritassero piu' attenzione....
  Gio. 02 nov. 2017 - H.21:19
7. Capisco cosa vuoi dire JOHNNY: se una squadra è abituata ad aggredire sempre nei minuti iniziali perché È SICURA CHE COSÌ FACENDO VINCE, allora NON DEVE cambiare metodo di gioco oppure, non lo deve cambiare nemmmeno quando perde qualche pezzo importante. MA È SEMPRE SICURO CHE COSÌ FACENDO SI VINCE SEMPRE E LO STESSO?
Il calcio non è la Formula 1 dove chi sta in pole position alla fine vince anche la gara. Se non si rompe il motore però o se alla macchina vengono messe le gomme giuste e se i pit stop sono fatti nei tempi giusti.
Johnny... SARRI NON HA MAI PENSATO: SE SI DOVESSE INFORTUNARE GHOULAM CHE STRATEGIA APPLICO PER VINCERE LO STESSO? O PER PORTARE A TERMINE LA GARA SENZA DANNI? Ha dato sempre per scontato che la macchina Napoli andasse sempre bene, che le gomme fossero sempre in perfetto stato e che il pit-stop (turn over), non si dovesse fare.
Ci arriva una vettura di Formula 1 in fondo alla gara se non cambia mai le gomme e se non si ferma mai ai box?
No Johnny... non ci arriva. E le strategie di gara si cambiano. Se ne fanno tante e NON UNA SOLA. Perché il Napoli non mi sembra che con la Roma abbia giocato come contro il Manchester, sottovalutando l'avversario e facendo la voce grossa per 30 minuti, per poi non averne più per cantare quando invece serve. Il Napoli sa anche giocare al trotto oltre che al galoppo e con la Roma e con l'Inter ha giocato così, altrimenti la Roma di Eusebio nel primo tempo avrebbe trovato il pari e nel secondo avrebbe pure vinto, se il Napoli fosse scoppiato nei primi 45 minuti. Se Sarri ha detto: "con l'infortunio di Ghoulam è cambiato tutto" vuol dire che in allenamento non ha mai provato una strategia con handicap, ovvero senza il suo mediano migliore. A questo punto nel male dei molti infortuni che capitano a Trigoria, chi allena la Roma ne ha trovato un bene perché è OBBLIGATO a trovare sempre una strategia con handicap, con molti handicap anzi, da poter usare in caso di improvvisi infortuni in gara.
Sarri sarà pure un ottimo allenatore in Italia, ma in Europa ha dimostrato di essere moooooolto limitato.
E le sue dichiarazioni lo hanno dimostrato. Quando aprirà la sua mente alle vedute del gioco in Europa aprirà anche quella del Napoli per competere ottimamente in Europa, ma fino ad allora resterà un comune provinciale italiano che ieri allenava l'Empoli.

Forza Di Francesco!!! Forza Magica Roma!!!
  Gio. 02 nov. 2017 - H.16:10
8. Johnny, io eviterei giudizi così netti su un giocatore, Defrel, che finora è stato impiegato in ruoli non (+) suoi e che ancora deve assorbire la valutazione datagli, che gli viene rinfacciata in ogni occasione, da commentatori e tifosi.
Ricordo un laterale juventino, agli inizi degli anni '90, definito mister 10 mld, di cui si persero irrimediabilmente le tracce...
X Defrel, parla la sua "storia": 96 partite di A e 29 gol, ossia una media di un gol ogni 3 partite; una media non eccelsa, ma da non buttar via, così come il giocatoe, pagato forse troppo, ma che vale pur qualcosa...
Dunque, attendiamolo ancora un pò: ha sicuramente la fiducia del mister e "paga" anche una serie di piccoli infortuni a "catena", frutto, forse, anche della sua voglia di strafare (un pò alla Iturbe). Il giocatore deve riacquistare tranquillità e sicuramente potrà dare il suo contributo, anche qualitativo, alla manovra (x ora, la quantità, c'è).
Anche x questa ragione, lo vorrei vedere come vice Dzeko, a Firenze, sebbene concordi con te che pure il faraone può rivestire tale posizione (come detto anche 1 e 2 anni fa), sebbene non concordi con la similitudine con Mertens.
Detto ciò, sul Napoli non dimentichiamoci contro CHI ha giocato, ossia contro una bigbig, sebbene io ritenga che Sarri abbia sbagliato non facendo memoria di quanto accaduto lo scorso anno con il Real: il Napoli ha preso i primi 2 gol da calcio d'angolo... E' QUESTO L'ERRORE PIU' GRAVE COMMESSO DALLA SQUADRA E DA SARRI... QUANDO CI SI E' FATTI MALE COSI' LO SCORSO ANNO, E' DA FEXXI RIPETERE LA STESSA LEGGEREZZA!!!
Sulla panchina "inesistente" della Maggica, consentimi, ma non ti seguo: la panchina, quest'anno c'è. Certo... non abbiamo tutti giocatori della stessa qualità, xò il materiale a disposizione tra cui pescare c'è, eccome!
  Gio. 02 nov. 2017 - H.15:15
9. X DIEGO,

RISPETTO la tua opinione...Dopo 60 anni e +, io non riesco proprio a immaginarmi il calcio come LA PLAY STATION...Sarri ci ha impiegato un bel po' di tempo per dare al Napoli quel gioco. Un Napoli ridotto in materie da ROTTAMARE da Ralph BENITEZ. Una volta paassati quei 2/3 mesi di rodaggio, la squadra calcio Napoli inizio' a farsi ammirare raggiungendo posizioni di alta classifica fino a ora.....Anche Spalletti che tu critichi senza scendere nei minimi dettagli offrendoci osservazioni che pur non condivisibili, ma che di certo da poter ammirare. Anche lui trovo' la AS ROMA nella MERXa......Guardiola che io ho sempre ammirato, di queste esperienze non ne ha vissute. Che ci puo' fare Sarri se ADL gli dice....posso spendere TOT....Arranciati alla meglio. Lo Sheick del M.C. se avesse detto una cosa simile a Guardiola, Beppe lo avesse mandato a Fancul.
Non Capisco Diego come tu possa pensare che il Napoli doveva essere pilotato ieri sera come fanno gli ingegneri della Ferrari che chiedono al pilota a volte che marcia innescare, e come frenare. E' assurdo, fuori di ogni logica voler snaturare un gioco che c'e' voluto mesi e mesi di prove e riprove. Di rettifiche. Di rodaggio. Per poi portare cambiamenti come si fa con la Play Station. Quando hai raggiunto un gioco che ti da le garanzie che volevi, inizi cosi, poi casomai porti qualche cambiamento, ma poca cosa. Sono le piccole che devono cambiare gioco durante gli incontri con le grandi. Ma loro non hanno un gioco da poter imporre, loro subisconmo il gioco. Il Napoli ha giocato alla pari fino all'infortunio. Poi il Napoli ha giocato senza TERZINI......E le consequenze erano nell'aria. Il destino era gia scritto...io lo dicevo ad alcuni tifosi, non Napoletani, che era solo questione di minuti e il M.C. si fosse divertito. Del Napoli ci restava poco....
  Gio. 02 nov. 2017 - H.13:41
10. Non fa una piega. Gli infortuni sono brutti per tutti. Però Sarri non dovrebbe dare la colpa della sconfitta all’infortunio di Ghoulam ma a se stesso e a come impostato la partita contro il Manchester. Sarri non si è chiesto: se il Napoli fosse partito gradualmente e non corrrendo subito. 150 km/h avrebbe ottenuto un risultato diverso e un infortunio in meno? D’altronde se lo doveva aspettare, dato che gioca sempre con gli stessi.
Lontano poi da ognuno di noi, gioire degli infortuni altrui. Come accadono a loro, possono accadere a noi e sono guai grossi. Merito va ad Eusebio infatti, di fare molto turn-over per poter arginare un problema del genere.

Forza Di Francesco!!! Forza Magica Roma!!!
Ogni opinione espressa nei commenti è unicamente quella del suo autore, di cui si assume ogni responsabilità civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato.

L'identificazione dell'utente viene effettuata tramite nickname collegato al suo indirizzo e-mail e all'indirizzo IP che non saranno visibili sul sito. Lo stesso utente non può utilizzare più nickname

Il dibattito in questo forum è moderato. La Redazione si riserva il diritto di modificare, rifiutare, sospendere un commento o bloccare un nickname a suo insindacabile giudizio. Il non rispetto delle regole, provocherà il blocco definitivo dell'utente.

I messaggi sono pubblici e possono essere letti da tutti gli utenti, anche da persone che non fanno parte di questo forum, quindi consigliamo di non inserire informazioni personali.

Regole dei cartellini gialli e rossi

I cartellini gialli e rossi, vengono assegnati agli utenti che hanno subito una segnalazione , approvata dal Moderatore del forum (di seguito Moderatore), per comportamento non rispettoso nei confronti delle persone e delle regole del forum, con il seguente criterio:

- Verrà assegnato un cartellino giallo alla prima segnalazione approvata dal Moderatore;
- Verranno assegnati due cartellini gialli alla seconda segnalazione approvata dal Moderatore;
- Verrà assegnato il cartellino rosso alla terza segnalazione approvata dal Moderatore che comporterà l'espulsione dal forum dell'utente segnalato in modo temporaneo (minimo un mese) o definitivo.
- Verrà assegnato direttamente il cartellino rosso e conseguentemente l'espulsione definitiva dal forum se il Moderatore riterrà grave il comportamento dell'utente segnalato.

Si fa presente che il Moderatore potrà assegnare direttamente cartellini gialli o rossi, anche senza la segnalazione da parte degli utenti.

I cartellini gialli potranno essere tolti dal Moderatore in base al futuro comportamento dell'utente segnalato.

I post segnalati, verranno cancellati e contrassegnati con la dicitura "spam".

La segnalazione dovrà essere effettuata esclusivamente utilizzando il link " Segnala post" che si trova di fianco al messaggio che si vuole segnalare al Moderatore.

Si precisa che le decisioni del Moderatore sono inappellabili.


RomaForever.it si riserva il diritto di modificare la suddetta informativa previo avviso all'utente, da effettuarsi mediante pubblicazione della versione aggiornata all'interno del sito RomaForever.it.